Sei assicurato?

Con il costante aumento dei contenziosi, una completa copertura assicurativa RC è fondamentale per i professionisti della subacquea.

Mantenere corrente un’assicurazione RC non solo è buona gestione del rischio, ma è anche un requisito in molte regioni (anche se non in tutte) per rimanere in stato d’insegnamento. Sebbene molti Membri ritengano che un’assicurazione RC sia necessaria solamente negli Stati Uniti e forse in Canada, negli ultimi anni abbiamo visto che non è proprio così. Oggigiorno, i contenziosi subacquei sono una problematica globale e vengono intentate cause relative alla subacquea non solo negli Stati Uniti, ma in molte altre località. Anche in Paesi dove le cause civili non sono molto frequenti, spesso vengono effettuate indagini sulle cause di un decesso. In assenza di copertura assicurativa, difendere la propria persona o il proprio business durante indagini sulle cause di un decesso o di una grave lesione può essere una situazione molto costosa.

I professionisti subacquei hanno bisogno di un’assicurazione RC per tutelarsi da richieste di risarcimento in seguito ad incidenti che possono accadere durante l’addestramento di subacquei e snorkelisti, la supervisione e la guida di escursioni subacquee, o addirittura l’attività di assistente di un istruttore durante un corso. Inoltre, chi fornisce attrezzatura ai propri studenti subacquei e partecipanti ai corsi ha bisogno di copertura assicurativa RC sull’attrezzatura, perché quella normale non contempla gli incidenti che si presume siano stati causati dall’attrezzatura.

Inoltre, i centri sub dovrebbero mantenere una copertura RC generica che contempli incidenti risultanti da prodotti venduti, noleggi e riparazioni, ricariche, piccoli incidenti e così via. In alcune zone, i negozi/resort subacquei possono acquistare coperture professionali di gruppo che assicurano il negozio e tutto lo staff associato per la responsabilità d’insegnamento e di supervisione.

Dato il costante aumento nella frequenza e nella portata di cause legali legate alla subacquea, si raccomanda che ogni Membro PADI ottenga le informazioni necessarie per prendere una decisione ponderata. In caso di incidente subacqueo, avere una copertura assicurativa può fare la differenza tra l’avere a disposizione una buona difesa o ritrovarsi finanziariamente rovinati anche quando, come di solito succede, non hai fatto niente di male. Puoi comunque venire citato in giudizio e, in tal caso, ti dovrai difendere. Nel mondo odierno, ogni professionista e operatore subacqueo in attività può trarre beneficio da una copertura assicurativa.

Sottoscrivi oggi una copertura assicurativa per rischi professionali V-Insurance approvata da PADI.

Training Bulletin Live secondo quarto 2018

Qui sotto potete trovare le date per il prossimo Training Bulletin Live Webinar:

Come sempre, discuteremo gli ultimi cambiamenti di standard e forniremo consigli e altre informazioni sugli aggiornamenti e su come integrarli nei vostri corsi. Inoltre, vedremo insieme i nuovi prodotti e forniremo alcuni consigli commerciali e promozionali.

Secondo quarto 2018:

24/04/18 inglese

https://attendee.gotowebinar.com/register/7839064196215400195

25/04/18 francese

https://attendee.gotowebinar.com/register/7603107901475808771

26/04/18 Italiano

https://attendee.gotowebinar.com/register/1567667576097658114

01/05/18 olandese

https://attendee.gotowebinar.com/register/2106645976039839233

02/05/18 Arabic

https://attendee.gotowebinar.com/register/3571879361440354818

03/05/18 polacco

https://attendee.gotowebinar.com/register/6347696520440875010

07/05/18 scandinavo

https://attendee.gotowebinar.com/register/7929177971619022594

08/05/18 spagnolo

https://attendee.gotowebinar.com/register/886614679682627587

09/05/18 portoghese

https://attendee.gotowebinar.com/register/4978906799319278850

16/05/18 russo

https://attendee.gotowebinar.com/register/2943718472887247362

16/05/18 tedesco

https://attendee.gotowebinar.com/register/4462673994655468033

Se avete domande riguardo al webinar, potete inviare un’email a training.emea@padi.com. Vi aspettiamo numerosi!

Freediving con le orche!

Il Blue Submarine, dai suoi tre Centri PADI IDC e con la collaborazione della consociata Blue Submarine Viaggi consulente del T.O. Evolution Travel, lancia un progetto di programma di snorkeling e freediving con le orche per Gennaio 2019. Ecco un estratto di alcuni emozionanti momenti…

È inverno e siamo a Nord… aria tersa e immobile… neve che scricchiola sotto i passi fino all’imbarcadero. Il gommone scivola silenzioso su un mare fermo.

Maestose, le coste del fiordo si innalzano all’orizzonte. Ci sentiamo piccoli e un po’ indifesi.

Ci rannicchiamo negli indumenti cercando un po’ di tepore dal nostro corpo.

Gli occhi puntati sulla superficie dell’acqua, quasi a evocare l’evento.

Il cervello cerca di figurarsi cosa stia succedendo al di sotto.

Poi qualcosa impercettibilmente sembra cambiare.

Stridìo di uccelli marini che si fa più forte.

Animazione negli sguardi e nei gesti dell’equipaggio.

Arrivano!… e all’improvviso una prima pinna, quasi fosse il periscopio di un sommergibile, fora la superficie del mare.

È l’orca! È un’orca, altre affiorano quasi fossero in affanno nel loro correre dietro i banchi delle aringhe.

A bordo le mani corrono alle macchine fotografiche e nessuno sente il morso del freddo sul metallo dell’obiettivo.

Altri si preparano alla grande avventura: entrare in mare e avvicinare le orche sott’acqua facendo freediving.

Occorre aspettare il consenso del capo-equipaggio, per la nostra sicurezza e per non disturbare le orche. Lo darà solo quando ne sarà convinto da indecifrabili segnali noti solo a lui ed a quelli come lui. E allora ci troveremo a tu per tu con questi stupendi e possenti mammiferi marini che ogni anno in questa stagione solcano queste acque per miglia e miglia dietro alle loro prede stagionali, noi, piccoli e indifesi e sopraffatti dall’adrenalina, che non ci farà nemmeno sentire il freddo.

Poi la sera, al villaggio, col fuoco acceso dietro di noi e davanti agli occhi la magia dell’aurora boreale, i pensieri vanno a cosa abbiamo fatto, che è cosa che pochi possono fare e ci sentiamo meno piccoli…

Per info: Stefano Fei – info@bluesubmarine.biz

 

Suggerimenti da parte dello staff PADI riguardanti il Quality Management

Quality Management Tips from the Field

Durante il 2018, vorremmo condividere alcuni suggerimenti da parte dello staff PADI, impegnati sul campo, su come mantenere e migliorare la sicurezza nelle vostre attività subacquee professionali. Questo mese, pubblichiamo le parole di Rich Somerset, PADI Territory Director:

“Siamo fortunati ad avere una carriera che ci mette a diretto contatto con l’oceano, e l’oceano pretende il nostro rispetto. Trattatelo con rispetto e vi darà innumerevoli avventure, ma state molto attenti a sottovalutarlo. Ricordate: siate prudenti quando prendete le decisioni, date maggiore importanza alla sicurezza dei vostri studenti che al vostro ego e – se non ve la sentite – rinunciate ad immergervi.”

L’oceano è veramente un ambiente che ispira meraviglia e, come subacquei, godiamo dei suoi benefici ogni volta che vi entriamo. Ma, come dice Rich, l’oceano pretende il nostro rispetto.

Tutti i professionisti dovrebbero conoscere i propri limiti e dovrebbero sforzarsi di rimanervi ben all’interno. Ciò significa conoscere bene anche le abilità dei vostri studenti. Quando valutate le condizioni dell’acqua, le abilità dei partecipanti, eventuali limiti vostri e dei vostri assistenti, i rapporti, ecc. usate il vostro buon senso.

Fatevi domande del tipo:

  • “Conosco bene il sito d’immersione?”
  • “Posso aspettarmi di trovare cattiva visibilità o magari forti correnti?”
  • “Posso offrire adeguata assistenza a tutti i subacquei nel gruppo?”

Alla fine siete voi, come professionisti subacquei, ad avere la responsabilità della decisione finale se immergervi o meno. Se qualcosa dovesse andare male, la domanda che vi verrebbe fatta sarebbe: “Era accettabile che i subacquei fossero in acqua in quel momento, in quell’ambiente, con quelle condizioni e con la loro esperienza?” In tale situazione, ti potrebbe venire chiesto, come professionista, di difendere la tua decisione di immergerti.

Rich non potrebbe avere più ragione quando dice: “… siate prudenti quando prendete le decisioni, date maggiore importanza alla sicurezza dei vostri studenti che al vostro ego e – se non ve la sentite – rinunciate ad immergervi.”

Espandi la tua attività grazie all’addestramento istruttori

EFRIT

Il ruolo dell’EFR Instructor Trainer consiste nell’aiutare nuovi candidati istruttori EFR ad ottenere conoscenza ed abilità a livello istruttore, e poi a trasmetterlo ai propri studenti tramite la tecnica del “coaching” positivo. Come EFRIT, verranno affinate anche le tue abilità tramite la loro esecuzione a modello di ruolo durante l’insegnamento a livello istruttore. Inoltre, mentre offrirai consigli agli istruttori che valutano di lavorare in ambienti molto diversi tra loro, valuterai opportunità al di fuori del tuo normale mercato.

Se volessi diventare un EFR Instructor Trainer, dovrai:

  • Essere un EFR Primary / Secondary Care Instructor
  • Essere EFR Care For Children Instructor
  • Aver certificato almeno 25 studenti EFR

oppure

  • Aver condotto almeno 5 corsi EFR separati

E completare con successo un EFR Instructor Trainer Course. Clicca qui per ottenere date e località per questi corsi.

Responders In Action

Emergency First Response vuole congratularsi con Samra Abd El Wahab (PADI OWSI and EFR Instructor # 372290) per aver fornito assistenza vitale quando necessario.

Alle prime ore del mattino del 1 novembre 2017, Samra stava tornando a casa dopo una festa di Halloween. Entrò in una stazione della metropolitana di Monaco e, sulla banchina di un binario, vide alcune ragazze (di circa 20 anni) che stavano urlando ed un’altra era stesa a terra. Samra si avvicinò e vide che dalla bocca della vittima usciva schiuma bianca e che il suo viso era già cianotico. Chiese alle sue amiche di chiamare un’ambulanza e di notificare la situazione alla stazione di polizia nella metropolitana. Allo stesso tempo, controllò le vie aeree e constato che la ragazza non respirava. Cominciò ad effettuare compressioni toraciche e ventilazioni per circa 2-3 minuti, fino a che la ragazza iniziò a respirare di nuovo e riacquistò conoscenza. Samra rimase con lei, tranquillizzandola, fino all’arrivo dell’ambulanza.

Ottimo lavoro, Samra!

Sentinelle del Mare… pronti per il 2018!

È in arrivo la primavera e, con lei, una nuova stagione per le Sentinelle del Mare!

Tante novità quest’anno tra cui nuovi centri associati e nuovi partner. Dal 2018, inoltre, saranno attive le collaborazioni con l’Area Marina Protetta dell’Isola di Ustica (Palermo) e l’Area Marina Protetta Capo Carbonara (Villasimìus, Cagliari).

L’Università di Bologna, PADI, Scubapro ed i centri affiliati sono pronti per un’esplosiva stagione estiva: da quest’anno i biologi saranno in giro per l’Italia per promuovere e divulgare il progetto.

Nel primo anno di progetto i centri Sea Sentinels hanno raccolto quasi 1.400 questionari grazie ai quali abbiamo potuto ottenere i primi risultati sullo stato della biodiversità del nostro mare! Per vedere i risultati ottenuti grazie al vostro aiuto, visitate il sito web del Progetto Sea Sentinels alla pagina dueproject.org/en/results-2/ . Potrete anche scaricare, in fondo alla pagina, il report annuale!

Siamo tutti pronti per un nuovo anno di monitoraggio, con tanti obiettivi e nuove sfide, che raggiungeremo insieme a tutti voi!

A prestissimo!

I manuali Emergency First Response diventano digitali

Emergency First Response Manuals Go Digital

Durante il 2018, è prevista la pubblicazione dei primi manuali EFR digitali.

Dal momento che sempre più persone usano i loro tablet, cellulari e computer, sta diventando sempre più popolare e richiesta la possibilità di accedere a materiali di studio digitali.

I manuali saranno disponibili tramite la piattaforma Adobe Experience Manager (AEM), che offre una fantastica esperienza online e offline. Inoltre, offre la capacità di cercare parole chiave, in modo che uno studente possa facilmente trovare informazioni da ripassare e ritornare ad uno specifico argomento o contenuto del corso. Gli aggiornamenti avvengono senza soluzione di continuità e, ogni volta che l’utilizzatore accede al manuale, sarà disponibile la versione più aggiornata.

Con una prospettiva così entusiasmante, non vediamo l’ora di provarli! Nel 2018, rimani sintonizzato per ulteriori informazioni ed annunci ufficiali.

Member Forum 2018 e PADI Divemaster Day con Mamma Padi.

Dopo l’enorme successo del Member Forum fatto durante l’Eudi Show a Marzo con la presenza di oltre 250 professionisti PADI, è venuto il momento di lanciare i Member Forum Regionali.

Il Member Forum PADI 2018 promette di essere un viaggio emozionante ed informativo attraverso i nuovi materiali educativi che sono stati aggiunti alla biblioteca digitale PADI. Questo Member Forum sarà un’eccellente occasione per discutere i seguenti argomenti:

Revisione del 2017
Prodotti & Standards PADI
Novità Per Il Mercato Italiano
Marketing
My PADI Club
Project Aware – Scuola D’Amare 2018

La registrazione attraverso la pagina Mamma PADI è gratuita e raccomandata.

Non perdere questa opportunità per incontrare i Membri PADI della tua zona e discutere di argomenti per i quali potresti aver bisogno di assistenza… o semplicemente goditi l’incontro con altri Professionisti del settore.

Quest’anno la grande novità è che all’interno dei Member Forum Regionali faremo una sessione totalmente dedicata ai PADI Divemaster, che avranno l’opportunità di ricevere importanti informazioni sulle varie opportunità di lavoro, e sulla prospettiva di continuare con la Carriera PADI Pro, avranno inoltre la possibilità di incontrare durante il social alla fine dei Member Forum i Course Director italiani e tanti proprietari di Centri PADI interessati al loro profilo professionale.

In alcuni Member Forum ci sarà anche la possibilità di partecipare gratuitamente nella stessa giornata ad interessanti Mini Seminar sui nuovi prodotti del 2018, e sulle revisioni in corso. La registrazione attraverso la pagina Mamma PADI ai Mini Seminar è raccomandata. Ecco la lista dei Mini Seminar:

– Adaptive Techniques;
– Corsi Freediver;
– Corsi TEC REC.

Ecco l’elenco dei Member Forum – Divemaster Day in Italia:

Member Forum – Divemaster Day – Trieste – 9 Aprile.

Member Forum – Divemaster Day – Verona – 10 Aprile.

Member Forum – Divemaster Day – Mini Seminar – Palermo – Sicilia – 4 Maggio.

Member Forum – Divemaster Day – Mini Seminar – Olbia – Sardegna – 15 Maggio.

Member Forum – Divemaster Day – Paderno Dugnano – Milano – 23 Maggio.

Member Forum – Divemaster Day – Livorno – 31 Maggio.

Member Forum – Divemaster Day – Mini Seminar – Roma – 9 Giugno.

Member Forum – Divemaster Day – Mini Seminar – Scalea – Calabria – 7 Settembre.

Member Forum – Divemaster Day – Mini Seminar – Pozzuoli – Campania – 3 Novembre.

Vi aspettiamo, vi ricordiamo che i Member Forum e i Mini Seminar daranno diritto ad un credito formativo per la prosecuzione della vostra Carriera PADI Pro, che questi eventi sono totalmente gratuiti ed riservati esclusivamente ai Membri PADI (Istruttori, Assistenti Istruttori e Divemaster). Anche se non siete rinnovati per il 2018 sarete i Benvenuti, sarà l’occasione per rivedersi e tornare a lavorare insieme nel 2018.

Per informazioni non esitate a contattarci:

Fabio Figurella – RM Sud Italia;

Massimo Zarafa – RM Nord Italia.

 

iXperience Tour 2018 – Italia.

Pronti a partire con l’iXperience Tour 2018 anche in Italia:

Aqua Lung uno dei brand più importanti dell’industria subacquea, ha deciso in occasione del suo 75° Anniversario di organizzare un Tour di eventi, in tutta Europa in collaborazione con PADI EMEA e DAN Europe.

Gli eventi organizzati in Centri PADI/AQUA LUNG hanno come obiettivo la possibilità per Professionisti e divers di testare i computer Aqua Lung, durante splendide immersioni organizzate dal Centro PADI;

Partecipare ai corsi di Specialità Nitrox sia a livello Professionale che ricreativo;

Sarà organizzato un Seminario “Business of Nitrox” aperto a tutti gli istruttori PADI a cura dei Regional Manager di PADI EMEA Massimo Zarafa e Fabio Figurella;

Infine ci sarà la possibilità di partecipare ad un laboratorio organizzato dal Team DAN Research, per effettuare lo scarico dei profili di immersione sulla piattaforma Dive Safety Guardian.

Eccovi la lista degli eventi in Italia:

iXperience Tour 2018 – Y-40 The Deep Joy – 14/15 Aprile – Montegrotto Terme (PD);

iXperience Tour 2018 – Lorenzo Sub – 9/10 Giugno – Fiumaretta (SP);

iXperience Tour 2018 – DNA Sub – 30 Giungo 1 Luglio – Senago (MI);

iXperience Tour 2018 – Aquarius Dive Center – 21/22 Luglio – San Teodoro Sardegna;

iXperience Tour 2018 – Pelagos Diving Center – 9/10 Ottobre – Lampedusa Sicilia.

Potrai cliccare sull’evento che ti interessa e registrarti attraverso la Community MAMMA PADI all’evento prendendo un ticket per ciascuno dei Seminari o corsi ai quali sei interessato. Potrai contattare direttamente i Centri PADI che organizzano l’evento per definire i dettagli logistici relativi alle attività dell’evento: immersioni, corsi, seminari etc…

Ti aspettiamo per questa eccitante avventura insieme ad Aqua Lung e DAN Europe.

Per maggiori informazioni non esitare a contattarci:

Fabio Figurella – Regional Manager Sud Italia;

Massimo Zarafa – Regional Manager Nord Italia.