Training Bulletin Live secondo quarto 2018

Qui sotto potete trovare le date per il prossimo Training Bulletin Live Webinar:

Come sempre, discuteremo gli ultimi cambiamenti di standard e forniremo consigli e altre informazioni sugli aggiornamenti e su come integrarli nei vostri corsi. Inoltre, vedremo insieme i nuovi prodotti e forniremo alcuni consigli commerciali e promozionali.

Secondo quarto 2018:

24/04/18 inglese

https://attendee.gotowebinar.com/register/7839064196215400195

25/04/18 francese

https://attendee.gotowebinar.com/register/7603107901475808771

26/04/18 Italiano

https://attendee.gotowebinar.com/register/1567667576097658114

01/05/18 olandese

https://attendee.gotowebinar.com/register/2106645976039839233

02/05/18 Arabic

https://attendee.gotowebinar.com/register/3571879361440354818

03/05/18 polacco

https://attendee.gotowebinar.com/register/6347696520440875010

07/05/18 scandinavo

https://attendee.gotowebinar.com/register/7929177971619022594

08/05/18 spagnolo

https://attendee.gotowebinar.com/register/886614679682627587

09/05/18 portoghese

https://attendee.gotowebinar.com/register/4978906799319278850

16/05/18 russo

https://attendee.gotowebinar.com/register/2943718472887247362

16/05/18 tedesco

https://attendee.gotowebinar.com/register/4462673994655468033

Se avete domande riguardo al webinar, potete inviare un’email a training.emea@padi.com. Vi aspettiamo numerosi!

Suggerimenti da parte dello staff PADI riguardanti il Quality Management

Quality Management Tips from the Field

Durante il 2018, vorremmo condividere alcuni suggerimenti da parte dello staff PADI, impegnati sul campo, su come mantenere e migliorare la sicurezza nelle vostre attività subacquee professionali. Questo mese, pubblichiamo le parole di Rich Somerset, PADI Territory Director:

“Siamo fortunati ad avere una carriera che ci mette a diretto contatto con l’oceano, e l’oceano pretende il nostro rispetto. Trattatelo con rispetto e vi darà innumerevoli avventure, ma state molto attenti a sottovalutarlo. Ricordate: siate prudenti quando prendete le decisioni, date maggiore importanza alla sicurezza dei vostri studenti che al vostro ego e – se non ve la sentite – rinunciate ad immergervi.”

L’oceano è veramente un ambiente che ispira meraviglia e, come subacquei, godiamo dei suoi benefici ogni volta che vi entriamo. Ma, come dice Rich, l’oceano pretende il nostro rispetto.

Tutti i professionisti dovrebbero conoscere i propri limiti e dovrebbero sforzarsi di rimanervi ben all’interno. Ciò significa conoscere bene anche le abilità dei vostri studenti. Quando valutate le condizioni dell’acqua, le abilità dei partecipanti, eventuali limiti vostri e dei vostri assistenti, i rapporti, ecc. usate il vostro buon senso.

Fatevi domande del tipo:

  • “Conosco bene il sito d’immersione?”
  • “Posso aspettarmi di trovare cattiva visibilità o magari forti correnti?”
  • “Posso offrire adeguata assistenza a tutti i subacquei nel gruppo?”

Alla fine siete voi, come professionisti subacquei, ad avere la responsabilità della decisione finale se immergervi o meno. Se qualcosa dovesse andare male, la domanda che vi verrebbe fatta sarebbe: “Era accettabile che i subacquei fossero in acqua in quel momento, in quell’ambiente, con quelle condizioni e con la loro esperienza?” In tale situazione, ti potrebbe venire chiesto, come professionista, di difendere la tua decisione di immergerti.

Rich non potrebbe avere più ragione quando dice: “… siate prudenti quando prendete le decisioni, date maggiore importanza alla sicurezza dei vostri studenti che al vostro ego e – se non ve la sentite – rinunciate ad immergervi.”

Espandi la tua attività grazie all’addestramento istruttori

EFRIT

Il ruolo dell’EFR Instructor Trainer consiste nell’aiutare nuovi candidati istruttori EFR ad ottenere conoscenza ed abilità a livello istruttore, e poi a trasmetterlo ai propri studenti tramite la tecnica del “coaching” positivo. Come EFRIT, verranno affinate anche le tue abilità tramite la loro esecuzione a modello di ruolo durante l’insegnamento a livello istruttore. Inoltre, mentre offrirai consigli agli istruttori che valutano di lavorare in ambienti molto diversi tra loro, valuterai opportunità al di fuori del tuo normale mercato.

Se volessi diventare un EFR Instructor Trainer, dovrai:

  • Essere un EFR Primary / Secondary Care Instructor
  • Essere EFR Care For Children Instructor
  • Aver certificato almeno 25 studenti EFR

oppure

  • Aver condotto almeno 5 corsi EFR separati

E completare con successo un EFR Instructor Trainer Course. Clicca qui per ottenere date e località per questi corsi.

Responders In Action

Emergency First Response vuole congratularsi con Samra Abd El Wahab (PADI OWSI and EFR Instructor # 372290) per aver fornito assistenza vitale quando necessario.

Alle prime ore del mattino del 1 novembre 2017, Samra stava tornando a casa dopo una festa di Halloween. Entrò in una stazione della metropolitana di Monaco e, sulla banchina di un binario, vide alcune ragazze (di circa 20 anni) che stavano urlando ed un’altra era stesa a terra. Samra si avvicinò e vide che dalla bocca della vittima usciva schiuma bianca e che il suo viso era già cianotico. Chiese alle sue amiche di chiamare un’ambulanza e di notificare la situazione alla stazione di polizia nella metropolitana. Allo stesso tempo, controllò le vie aeree e constato che la ragazza non respirava. Cominciò ad effettuare compressioni toraciche e ventilazioni per circa 2-3 minuti, fino a che la ragazza iniziò a respirare di nuovo e riacquistò conoscenza. Samra rimase con lei, tranquillizzandola, fino all’arrivo dell’ambulanza.

Ottimo lavoro, Samra!

I manuali Emergency First Response diventano digitali

Emergency First Response Manuals Go Digital

Durante il 2018, è prevista la pubblicazione dei primi manuali EFR digitali.

Dal momento che sempre più persone usano i loro tablet, cellulari e computer, sta diventando sempre più popolare e richiesta la possibilità di accedere a materiali di studio digitali.

I manuali saranno disponibili tramite la piattaforma Adobe Experience Manager (AEM), che offre una fantastica esperienza online e offline. Inoltre, offre la capacità di cercare parole chiave, in modo che uno studente possa facilmente trovare informazioni da ripassare e ritornare ad uno specifico argomento o contenuto del corso. Gli aggiornamenti avvengono senza soluzione di continuità e, ogni volta che l’utilizzatore accede al manuale, sarà disponibile la versione più aggiornata.

Con una prospettiva così entusiasmante, non vediamo l’ora di provarli! Nel 2018, rimani sintonizzato per ulteriori informazioni ed annunci ufficiali.

PADI Divemaster: fatevi portavoce della salvaguardia dell’oceano!

Dive against Debris

I PADI Divemaster hanno la forza per essere i più convinti portavoce al mondo per la salvaguardia dell’oceano. Con le vostre abilità acquatiche e possibilità di accedere all’ambiente sommerso, formate un potente movimento, che cerca di agire e creare un cambiamento per un mondo migliore! Con questo presupposto, eccovi 5 suggerimenti su come diventare portavoce per promuovere iniziative di salvaguardia marina.

  1. Come mentore per i subacquei, lo scopo delle vostre immersioni dovrebbe essere l’educazione e la comprensione della vita marina che sperate di osservare. I PADI Divemaster, organizzando e guidando immersioni, supervisionano attività relative all’addestramento e non. Potete usare queste caratteristiche per permettere ai subacquei di diventare protettori dell’oceano in diversi modi:
    • incoraggiandoli ad iscriversi al corso PADI Peak Performance Buoyancy per avere un buon controllo dell’assetto, in modo da evitare di danneggiare inavvertitamente i reef;
    • convincendoli ad iscriversi al corso AWARE Fish Identification per acquisire esperienza pratica nell’identificazione e catalogazione dei pesci.

 

  1. Potete prendere parte allo sviluppo di programmi di educazione e consapevolezza ambientale! Come PADI Divemaster, potete insegnare i corsi Coral Reef Conservation e Project AWARE Specialist dopo aver completato questi segmenti: 1) la presentazione del corso Assistant Instructor “Apprendimento, istruzione ed il Sistema PADI”; 2) un corso istruttore PADI tenuto da un PADI Specialty Instructor Trainer qualificato. Assicuratevi di chiedere ai vostri studenti di scegliere una versione Project AWARE della loro certificazione per supportare oceani puliti e in ottima salute!

 

  1. Rafforzate il vostro continuo impegno alla salvaguardia marina globale, collaborando – o continuando la vostra educazione – con un partner 100% AWARE. In tutto il mondo, grazie alla partnership 100% AWARE, i centri PADI sono impegnati nella protezione dell’oceano. Effettuando una donazione per conto di ogni studente che certificano, i partner 100% AWARE supportano la salute degli oceani. Visitate la 100% AWARE Dive Partner Map per localizzare un centro o istruttore 100% AWARE.

 

  1. Durante tutto l’anno, tramite l’organizzazione di eventi Dive against Debris, create iniziative per raccogliere e classificare rifiuti marini, e prevenirne la produzione. Per scaricare utili strumenti per reclutare e organizzare i vostri volontari, date un’occhiata al Dive Against Debris Event Organizer Kit. I dati raccolti aiutano ad influenzare politiche e guidare il cambiamento necessario per evitare che, come prima cosa, i rifiuti raggiungano l’oceano. Per mettere ulteriormente in evidenza la quantità e la tipologia dei rifiuti che inquinano i nostri mari, non dimenticate di incoraggiare i vostri volontari a caricare i loro dati sulla Dive Against Debris™ Interactive Map.

 

  1. Fate circolare la voce sull’importanza della salvaguardia degli oceani! Una persona può fare la differenza, ma pensate a quanto maggiore potrebbe essere l’impatto se riusciste a far partecipare tutti i vostri subacquei alla causa!

Cosa state aspettando? Diventate portavoce e partecipate attivamente alla salvaguardia dell’oceano!

PADI Europe, Middle East and Africa si congratula con i suoi Frequent Trainer 2018

Congratulazioni ai nostri Frequent Trainer per il 2018

I PADI Course Directors, il livello più alto raggiungibile dai professionisti PADI, sono i professionisti più ricercati nel settore della subacquea.

Diventare PADI Course Director è una delle sfide più grandi che un professionista PADI affronta nella sua carriera. Ci sono molti prerequisiti da soddisfare prima che un professionista PADI possa partecipare alla selezione per il Course Director Training Course (CDTC). Nonostante molti professionisti PADI ambiscano a partecipare al CDTC e a diventare Instructor Trainer, solo i migliori sono selezionati. Lo stesso CDTC è un corso molto intensivo, durante il quale i futuri Course Director imparano tutto quello che c’è da sapere sul mercato della subacquea, da come condurre un IDC (Instructor Development Course) a come promuovere ed espandere il proprio business. Ogni candidato è costantemente valutato in classe e in acqua e solamente all’ultimo giorno saprà se è riuscito ad ottenere la qualifica di PADI Course Director.

Questo ristretto gruppo di professionisti PADI ha la responsabilità di formare i migliori istruttori al mondo, i PADI Open Water Scuba Instructor. I Course Director, inoltre, continuano la formazione degli istruttori, per farli diventare PADI Speciality Instructor, IDC Staff Instructor e EFR Instructor. I Course Director hanno la responsabilità di mantenere sempre alto il valore degli standard e PADI è orgogliosa di annoverare, tra le proprie fila, i migliori Instructor Trainer nel settore.

Per questo, ogni anno PADI premia i suoi Course Director di maggior successo con il Frequent Trainer Program (FTP). In base al numero di brevetti emessi durante l’anno precedente, PADI premia i Course Director che hanno raggiunto i risultati richiesti per ottenere il riconoscimento Silver, Gold o Platinum, per l’anno in corso.

Unitevi a noi nel congratularci con i Frequent Trainer 2018. Potrete trovare maggiori informazioni sul CDTC qui.

Congratulazioni agli Elite Instructor 2017

Elite Instructor Award 2018

CLICCA QUI PER VEDERE I VINCITORI DEL 2017 ELITE INSTRUCTOR AWARD

Dal 1 gennaio 2018, è cominciata un’altra edizione dell’Elite Instructor Award. Se sei un istruttore PADI in attività, puoi ambire a ottenere il PADI Elite Instructor Award e distinguerti, così, da tutti gli altri istruttori. Questo programma premia gli istruttori PADI per il raggiungimento di determinati traguardi basati sul numero di certificazioni emesse ogni anno e dandoti, così, la possibilità di promuovere il tuo status di “Elite Instructor” con i tuoi studenti subacquei, potenziali clienti, futuri datori di lavoro e i tuoi colleghi professionisti PADI. Inoltre, otterrai un e-badge “Elite Instructor” per tutte le tue comunicazioni digitali.

Riassunto del programma

Gli istruttori PADI, che abbiano emesso 50, 100, 150, 200 o 300 brevetti qualificanti in un anno e che non abbiano alcuna violazione verificata dal Quality Management nei 12 mesi precedenti, saranno premiati con l’Elite Instructor Award.

Brevetti qualificanti: (brevetti emessi che rientrano nel conteggio)

  • I brevetti ricreativi Scuba Diver, Open Water Diver, Advanced Open Water Diver, Rescue Diver, Master Scuba Diver, i brevetti Junior e tutti i brevetti di specialità (comprese le distintive) varranno un credito ciascuno.
  • I livelli professionali Divemaster, Assistant Instructor, Open Water Scuba Instructor, Master Scuba Diver Trainer, IDC Staff Instructor, Emergency First Response Instructor e tutti i livelli Instructor Specialty e Distinctive Instructor Specialty varranno un credito ciascuno.
  • I brevetti Freediver varranno un credito ciascuno e comprendono: Basic Freediver, Freediver, Advanced Freediver, Master Freediver, Freediver Instructor, Advanced Freediver Instructor, Master Freediver Instructor e Freediver Instructor Trainer.
  • I crediti per i programmi Emergency First Response, ReActivate, Discover Scuba Diving, Bubblemaker, Seal Team, Master Seal Team e Skin Diver saranno conteggiati con un rapporto 5 a 1. Cinque crediti Discover Scuba Diving, cioè, saranno conteggiati come un credito per un brevetto Open Water Diver.
  • I crediti per i Referral saranno conteggiati con un rapporto 2 a 1.

Maggiori informazioni:

  • Gli istruttori PADI che ottengono lo status “Elite” riceveranno un e-badge da usare nelle email, nei siti web, blogs e pagine social media. Tutti i destinatari del premio riceveranno, inoltre, un certificato per l’emissione di 50, 100, 150, 200 o 300 e più brevetti in un anno.
  • I professionisti PADI, con un livello pari almeno a Open Water Scuba Instructor, saranno ammessi automaticamente al programma e la loro produttività sarà misurata da PADI
  • Per il programma di riconoscimento 2018, valgono i brevetti emessi nel periodo dal 1 gennaio al 31 dicembre. Tutti i brevetto dovranno essere emessi entro il 15 gennaio 2019.
  • I brevetti qualificanti dell’Elite Instructor Award sono conteggiati su base annuale e il risultato sarà comunicato ai vincitori durante il primo trimestre dell’anno successivo.
  • Gli istruttori associati con un PADI Dive Center / Resort potranno autorizzare la pubblicazione dell’Elite Instructor Award sulle pagine del loro sito web.

Riuscirai a diventare un Elite Instructor?

Vai alla sezione “My Account” e utilizza la funzione PIC Processing Report per controllare quanti brevetti hai emesso, fino ad oggi, nel 2018. Se ti manca poco al conseguimento del riconoscimento, congratulazioni! Oppure, puoi cercare di raggiungere uno status “Elite” superiore. Se no, hai ancora tempo per poter ottenere l’Elite Instructor Award.

Per maggiori informazioni

Se vuoi maggiori informazioni sul programma PADI Elite Instructor Award, dai un’occhiata al Program Overview, mettiti in contatto con customerservices.emea@padi.com, o telefona al +44 (0) 117 300 7234

PADI“Congratulazioni a tutti i professionisti PADI che hanno ottenuto lo status Elite Instructor nel 2017. E’ un traguardo eccezionale e una testimonianza del vostro lavoro e dedizione per PADI. Come Elite Instructor, sarete in grado di promuovere il vostro successo esibendo il vostro e-badge Elite Instructor sulle pagine dei vostri social media. Inoltre, è un’ottima opportunità per i PADI Dive Stores di sfruttare il potenziale di marketing aggiuntivo generato dagli Elite Instructor.” – Mark Spiers, Vice President Training, Sales and Field Services, PADI Europe, Middle East and Africa.

 

 

Immersioni adattate

Escrito por John Kinsella

Sono le cinque e mezza di una mattinata in Costa Rica, e Giorgia King mi sta parlando della PADI® Adaptive Techniques Specialty. Dice che, prima che la sua famiglia si svegli, la situazione è tranquilla. Posso quasi sentire il cinguettio tropicale che precede l’alba. Giorgia è un Platinum Course Director in Costa Rica e il suo tempo è prezioso, ma è costantemente impegnata ad aiutare le persone colpite da disabilità a trarre beneficio dalla subacquea ed è felice di condividere la sua conoscenza. Giorgia ha partecipato allo sviluppo del corso e ha un’ottima esperienza e competenza. Infatti, prima di finire la nostra chiacchierata, Giorgia si è impegnata a fare un’altra cosa: tenere un workshop di tecniche adattate durante il PADI Women’s Dive Day.

SI_Mar_Adaptive_0817_282prvw

L’impegno di Giorgia è tale che, da quando è stato lanciato il programma, ha tenuto due corsi Adaptive Techniques Specialty subito dopo due IDC. Ne erano la naturale continuazione. “Credo sia fantastico poter incorporare l’addestramento durante l’IDC – dice con tono calmo. – Ha senso integrarlo naturalmente con i vari elementi del corso. Dal momento che ne abbiamo parlato, i nuovi istruttori sono molto entusiasti e sono ispirati a fare il passo successivo.”

Le chiedo cosa direbbe ai professionisti PADI senza esperienza che potrebbero non aver mai pensato di iscriversi al corso Adaptive Techniques Specialty.

“Partecipate,” dice, specificando che uno dei suoi maggiori benefici, anche se non insegnerete immediatamente a persone con disabilità, è di aprirvi la mente a diversi modi di insegnare e affrontare tutti i programmi PADI. Questo corso può cambiare il modo in cui insegnate. “Vi permette di avere prospettive completamente nuove – dice Giorgia. – Anche nella semplice dimostrazione di un circuito degli esercizi, vi troverete a pensare in modo diverso. Non userete sempre lo stesso metodo. Molti pensano che si debba fare sempre allo stesso modo, ma non è così.”

Giorgia ritiene che molti possano sentirsi in apprensione a parteciparvi e offre il suo incoraggiamento: “E’ un po’ come il programma EFR®, quando le persone si preoccupano per il fatto di dover aiutare gli altri. Non pensano di riuscire a farlo. Ma chi ha fatto un corso Adaptive Techiniques Specialty si è trovato benissimo e ne è rimasto soddisfatto. C’è molto di più di quello che la gente pensi. Certo, aiutiamo qualcuno che si trova in sedia a rotelle, ma ciò è solo una piccola parte. Il programma parla di attitudine e di come comportarsi con le persone.”

SI_Mar_Adaptive_0817_022_1

Inoltre, la confidenza che tale conoscenza porta rivela il beneficio più significativo della Adaptive Techniques Specialty: è appagante per tutti. “Una degli aspetti più positivi e quello di dare una possibilità alle persone. In qualsiasi tipo di insegnamento, ci sono opportunità per sentirsi appagati ma, a volte, sento che ce ne siano di più con questo corso. Dopo aver portato a termine la mia prima esperienza Discover Scuba® Diving con un ragazzo nato senza gambe, ho pianto. È rimasto completamente esterrefatto da come si è sentito sott’acqua e, quando è riemerso, si è messo a piangere. Ne sono rimasta così colpita! È una cosa splendida.”

Consigli per una Pro Night redditizia

Birgitta Mueck

In termini di pubblicità e vendite di corsi PADI, la tua attività commerciale subacquea dovrebbe essere divisa in tre segmenti: acquisizioni, educazione continua e percorso professionale. In questo articolo, ci concentreremo sullo sviluppo professionale, condividendo tattiche comprovate che ti aiuteranno ad organizzare con successo una Pro Night e ad aumentare i ricavi tramite la conversione al percorso professionale.

Come prima cosa, con l’aiuto del tuo PADI Regional Manager, decidi una data. Per ottenere massima esposizione e aumentare le probabilità di conversione, ciò dovrebbe essere fatto con largo anticipo. Per evitare sovrapposizioni, controlla i calendari sportivi e quelli delle vacanze scolastiche.

4-6 settimane prima dell’evento

Pubblica l’annuncio. Fallo in grande stile: per promuovere la tua Pro Night, utilizza newsletter, social media e blog. Visita il sito PADI Pros per accedere a grafiche gratuite, un modello email, un poster per la tua aula, e inviti personalizzabili per la Pro Night. Chiedi ai subacquei di confermare la loro partecipazione tramite email. Come parte della conferma, chiedi di comunicarti le loro certificazioni e di riassumere la loro esperienza subacquea, in modo da avere idea della natura e numerosità del tuo pubblico.

Presentatori. Scegli due, meglio tre, membri del tuo staff come presentatori per la Pro Night. Diversi presentatori, di diverse età e provenienza, otterranno un miglior riscontro da parte del tuo pubblico. Anche testimonianze video di tuoi subacquei che sono diventati professionisti sono un ottimo strumento. Per creare un effetto più incisivo, chiedi ai tuoi subacquei che vivono in località esotiche di inviarti alcuni “video selfie”.

2-3 settimane prima dell’evento

Inizia a promuovere il tuo evento durante le tue lezioni sub. Nei crew-pak e negli acquisti, includi volantini e, per mantenere vivo l’interesse, continua a pubblicare promemoria sui tuoi canali social.

Raccogli o acquista premi per un’estrazione. Possono essere voucher regalo o per ricariche, cappellini, magliette, o accessori sub. Chiedi al tuo PADI Regional Training Consultant se ti può dare qualcosa, DVD Go PRO o altro materiale relativo alla Pro Night.

Crea una presentazione da far girare sullo sfondo durante l’evento. Potrebbe includere foto dello staff, immagini di viaggi subacquei, e promozioni di opportunità di viaggio imminenti.

Effettua un’analisi pre-mortem con membri chiave del tuo staff: immaginate il caso peggiore (uno dei presentatori si ammala, non c’è abbastanza cibo o sedie, ecc.) e decidete come prevenirlo o gestirlo.

Crea qualcosa di speciale per la tua Pro Night:

  • Pacchetti di corsi graduati (base, medio e platino) sono l’offerta ideale, dal momento che il consumatore sceglierà quello di mezzo. Puoi creare pacchetti che portano i subacquei fino al livello Pro, oppure che includano attrezzatura. Assicurati che il tuo staff li comprenda appieno, insieme a qualsiasi opzione finanziaria disponibile.
  • Se hai un programma di viaggi attivo, tieni a disposizione informazioni sui tuoi prossimi viaggi. Alcuni dei partecipanti vorranno completare il loro addestramento in destinazioni esotiche.
  • Come parte della presentazione e/o come opuscolo, includi un calendario che mostri la pianificazione dei corsi per l’anno in corso. Aiuta gli studenti a capire il percorso per diventare Divemaster, Istruttore, Master Scuba Diver, ecc.
  • Richiedi ai tuoi istruttori di creare una lista di almeno cinque studenti che abbiano le carte in regola per parteciparvi. Fai un riferimento incrociato sulle liste e conferma i nominativi; poi chiedi agli istruttori di invitarli con un telefonata o invia loro un invito personale via email.

Una settimana prima dell’evento

Invia un’email con un promemoria per la Pro Night, ed invoglia i tuoi invitati a parteciparvi con le tue offerte speciali valide solamente per quella serata. Chiedi ai tuoi istruttori di far seguito, con una telefonata, agli studenti che hanno espresso interesse, ma che non hanno confermato la loro partecipazione per iscritto.

Prepara la presentazione. Chiedi ai presentatori se hanno foto o video che vogliono condividere e compila una lista di domande da fare ai tuoi professionisti.

Alcuni esempi di domande

  • Cosa ti piace di più dell’essere un PADI Divemaster/Instructor?
  • Quando ti sei reso conto di voler diventare un professionista?
  • Qual è il pregiudizio più comune che la gente ha sulla professione di Divemaster/ Istruttore?Pubblica sui social media le tue offerte speciali ed enfatizza il fatto che sono valide solo per la serata in questione, nessuna eccezione.

Il giorno prima

Pubblica sui social media le tue offerte speciali ed enfatizza il fatto che sono valide solo per la serata in questione, nessuna eccezione.

Durante l’evento

Prepara un foglio di registrazione per ottenere i nomi dei subacquei, il loro più alto livello di certificazione e le informazioni di contatto (telefono/email).

Prima della presentazione, pianifica 30 minuti di socializzazione/happy hour. Mostra una presentazione di immagini/video delle tue avventure di viaggio e dello staff sorridente che si diverte con gli studenti. Durante questi 30 minuti, invita i subacquei a mettere un “Mi piace” sulla tua pagina Facebook (o, se lo hanno già fatto, di connettersi alla tua pagina) in modo da ottenere altri numeri validi per l’estrazione.

Per mantenere un buon livello di energia, limita il tempo di presentazione ad un’ora. Fai domande dirette al tuo pubblico (per es. “Quanti Advanced Open Water Diver ci sono nella stanza?”) e mantieni alto il divertimento con estrazioni di premi tra un presentatore e l’altro.

Dopo la fine della presentazione, lascia un po’ di tempo per far socializzare i subacquei con lo staff. Questo tipo di interazione è un potente strumento di vendita. Concretizzane quante più puoi. Utilizza il fermento creato dalla presentazione per vendere corsi, viaggi e attrezzatura.

Dopo l’evento

Organizza una riunione con il tuo staff per definire un piano di contatto per ogni partecipante e poi… contattateli! Date una valutazione all’evento, e segnate ciò che ha funzionato e ciò che potrebbe essere migliorato per eventi futuri.

Conclusione/Suggerimenti principali

Questo articolo è ideato come un elenco di cose da fare per aiutarti ad organizzare una Pro Night di successo. Ma, se pensi ci siano troppe informazioni, i suggerimenti principali sono:

  1. Promuovi il tuo evento presto e spesso.
  2. Richiedi agli istruttori di estendere inviti personali per scegliere gli studenti adatti a parteciparvi. Non contare su email e social media per radunare un pubblico numeroso.
  3. Crea offerte speciali di tre prodotti graduati e non fare eccezioni alla regola “valido per la sola serata”.

Sul sito PADI Pros, sono disponibili suggerimenti aggiuntivi e risorse di marketing.