PADI Divemaster: fatevi portavoce della salvaguardia dell’oceano!

Dive against Debris

I PADI Divemaster hanno la forza per essere i più convinti portavoce al mondo per la salvaguardia dell’oceano. Con le vostre abilità acquatiche e possibilità di accedere all’ambiente sommerso, formate un potente movimento, che cerca di agire e creare un cambiamento per un mondo migliore! Con questo presupposto, eccovi 5 suggerimenti su come diventare portavoce per promuovere iniziative di salvaguardia marina.

  1. Come mentore per i subacquei, lo scopo delle vostre immersioni dovrebbe essere l’educazione e la comprensione della vita marina che sperate di osservare. I PADI Divemaster, organizzando e guidando immersioni, supervisionano attività relative all’addestramento e non. Potete usare queste caratteristiche per permettere ai subacquei di diventare protettori dell’oceano in diversi modi:
    • incoraggiandoli ad iscriversi al corso PADI Peak Performance Buoyancy per avere un buon controllo dell’assetto, in modo da evitare di danneggiare inavvertitamente i reef;
    • convincendoli ad iscriversi al corso AWARE Fish Identification per acquisire esperienza pratica nell’identificazione e catalogazione dei pesci.

 

  1. Potete prendere parte allo sviluppo di programmi di educazione e consapevolezza ambientale! Come PADI Divemaster, potete insegnare i corsi Coral Reef Conservation e Project AWARE Specialist dopo aver completato questi segmenti: 1) la presentazione del corso Assistant Instructor “Apprendimento, istruzione ed il Sistema PADI”; 2) un corso istruttore PADI tenuto da un PADI Specialty Instructor Trainer qualificato. Assicuratevi di chiedere ai vostri studenti di scegliere una versione Project AWARE della loro certificazione per supportare oceani puliti e in ottima salute!

 

  1. Rafforzate il vostro continuo impegno alla salvaguardia marina globale, collaborando – o continuando la vostra educazione – con un partner 100% AWARE. In tutto il mondo, grazie alla partnership 100% AWARE, i centri PADI sono impegnati nella protezione dell’oceano. Effettuando una donazione per conto di ogni studente che certificano, i partner 100% AWARE supportano la salute degli oceani. Visitate la 100% AWARE Dive Partner Map per localizzare un centro o istruttore 100% AWARE.

 

  1. Durante tutto l’anno, tramite l’organizzazione di eventi Dive against Debris, create iniziative per raccogliere e classificare rifiuti marini, e prevenirne la produzione. Per scaricare utili strumenti per reclutare e organizzare i vostri volontari, date un’occhiata al Dive Against Debris Event Organizer Kit. I dati raccolti aiutano ad influenzare politiche e guidare il cambiamento necessario per evitare che, come prima cosa, i rifiuti raggiungano l’oceano. Per mettere ulteriormente in evidenza la quantità e la tipologia dei rifiuti che inquinano i nostri mari, non dimenticate di incoraggiare i vostri volontari a caricare i loro dati sulla Dive Against Debris™ Interactive Map.

 

  1. Fate circolare la voce sull’importanza della salvaguardia degli oceani! Una persona può fare la differenza, ma pensate a quanto maggiore potrebbe essere l’impatto se riusciste a far partecipare tutti i vostri subacquei alla causa!

Cosa state aspettando? Diventate portavoce e partecipate attivamente alla salvaguardia dell’oceano!

Come ottenere il lavoro dei tuoi sogni come Divemaster Parte 2: Ottenere un’opportunità di lavoro

Ottenere un’opportunità di lavoro

La tua certificazione come PADI Divemaster può aprirti la strada ad una carriera divertente e gratificante in tutto il mondo ma, per ottenere un buon lavoro, ci vuole parecchio impegno. Il mese scorso, nella prima parte, abbiamo messo in evidenza diverse abilità che puoi aggiungere al tuo CV per distinguerti dagli altri e ottenere un’opportunità di lavoro. Qui sotto, presentiamo alcune altre strategie per aiutarti a battere la concorrenza e ottenere il lavoro dei tuoi sogni.

Come procurerai nuovi clienti?

Per qualsiasi attività commerciale, ottenere nuovi clienti è la chiave del successo e i centri sub non fanno eccezione. Se hai contatti personali o nuove idee per aiutare il proprietario del centro a ottenere più clienti, avrai un vantaggio sugli altri candidati per la posizione. Ecco alcune idee da considerare:

  • Instaura un contatto con i concierge degli hotel locali.
  • Utilizzando PADI PADI ReActivate™ (un programma che può essere condotto dai DM), offri modi per portare subacquei che non si immergono da un po’ al centro.
  • Promuovi un programma subacqueo per bambini con la formula “campo estivo”.
  • Rivolgiti ad attività locali che potrebbero richiedere addestramento EFR (potresti addirittura diventare EFR Instructor).

Usufruisci degli strumenti offline

Visita la Bacheca degli annunci di lavoro PADI, sul Pros Site PADI, per controllare quali abilità stiano cercando i datori di lavoro e come ti posizioni rispetto ad altri PADI Divemaster in cerca di lavoro.

Su Facebook, Linkedin e altri social, promuovi le tue abilità e la tua passione per la subacquea. Investi un po’ di tempo per apprendere come i social media possono dare una spinta alla tua carriera subacquea.

Ogni giorno è come se facessi un colloquio di lavoro

Il settore subacqueo è piccolo, e sviluppare una cattiva reputazione può arrestare la tua carriera subacquea. Il subacqueo vicino a te potrebbe essere amico di un proprietario di un centro sub, e il cameriere di un ristorante potrebbe lavorare part-time su una barca. Comportati sempre come un professionista, una persona affidabile online e nella vita reale.

Il tuo aspetto può essere un fattore importante nell’ottenere un posto di lavoro. Immagina due candidati con le stesse qualifiche: uno dei due sembra appena arrivato al colloquio a nuoto, mentre l’altro ha chiaramente curato il proprio aspetto. A chi credi verrà offerto il lavoro?

È anche importante mantenere una buona forma fisica. Un centro sub affida la sicurezza dei propri clienti ai Divemaster. Hai abbastanza forza per riportare qualcuno in barca? Durante un’immersione da riva, riusciresti a trasportare qualcuno fuori dall’acqua?

Una volta ottenuto il lavoro Divemaster dei tuoi sogni, comportati in maniera professionale e mantieni ciò che hai discusso durante il tuo colloquio di assunzione. Se il rapporto di lavoro non va a buon fine, dai un preavviso quanto più ampio possibile.

Speriamo che, durante il nuovo anno, i suggerimenti sopra riportati ti aiutino a sfruttare nuove opportunità! Per consultare una lista di centri sub in cerca di assumere PADI Divemaster, visita il Sito PADI Pros e scegli, dal menu a tendina Servizi online, la voce Impieghi/classificati.

I 13 diversi tipi di Divemaster

Un PADI Divemaster fa molte cose: è appassionato di attrezzatura, guida i subacquei, fa il fotografo e, qualche volta, dispensa consigli. Nel tempo, ogni Divemaster sviluppa uno stile personale, e si specializza nei propri interessi, quali l’identificazione dei pesci o, magari, la storia del luogo. Qui sotto, trovi alcuni tipi di Divemaster che incontrerai:

The Comedian

Il Comico – Solitamente, questo Divemaster effettua un briefing ricco di battute, con un ritmo tipico del comico da cabaret. Le sue non sempre sono battute divertenti, ma la mancanza di qualità viene compensata dalla quantità.

Il Navigatore – Anche quando la visibilità è così scarsa da non riuscire neanche a vedere la punta delle tue pinne, il Navigatore riesce sempre a riportare indietro il gruppo, a pochi metri dal punto d’uscita. In un sito d’immersione praticamente senza punti di interesse, completamente spoglio, il Navigatore riesce sempre a trovare una formazione rocciosa ricca di vita.

Il Burlone – Ti sei mai trovato circondato da un banco di pesci per poi scoprire che qualcuno aveva messo un panino al formaggio nella tasca del tuo GAV? Ti presentiamo il Burlone. Altri suoi scherzi tipici comprendono: rovesciare bibite in polvere nei calzari dei sub e lasciare impronte di mani in talco in posti inappropriati.

The scout

L’Osservatore – Nella sua precedente vita, l’Osservatore era uno squalo. Questo Divemaster riesce a vedere il minimo luccichio di un grande animale nel blu, e riesce abilmente ad allontanarsi con il gruppo di subacquei da tutti gli altri.

Il Documentarista – Questo Divemaster tiene un occhio al gruppo e uno nella macchina fotografica. Si assicura che, dopo un’immersione, ogni cliente abbia una foto o un video da pubblicare sui social, e rivaleggia l’Incantatore di Pesci come DM più popolare in assoluto.

L’Incantatore di Pesci – Quando ci si immerge con l’Incantatore di Pesci, come per magia compaiono tutti gli animali che si è sempre sperato di vedere prima che sia troppo tardi. Questo DM riesce a far uscire una murena dalla propria tana, parla “balenese”, e si fa pulire i denti dai gamberetti.

The Storyteller

Il Narratore – Questo Divemaster conosce la storia di ogni relitto e l’origine di ogni nome dei siti d’immersione. Le sue storie sono così divertenti che non riuscirai mai a capire se siano vere o meno.

Il Divemaster più affascinante dell’oceano – Questo Divemaster ne ha viste di tutti i colori e si è immerso ovunque. Ha iniziato ad immergersi prima che venissero inventate le barche, e Conservation International ha insistito perché creasse un logbook digitale per proteggere le foreste nel mondo. Si è immerso nell’atollo di Bikini quando era ancora intatto e, una volta, ha conosciuto uno dei Cousteau.

Il fanatico delle piccolo creature – Conosce la differenza tra un nudibranco e un verme piatto, e riesce ad identificare i suoi gasteropodi preferiti per nome… in Latino. Solitamente, è buon amico dell’Incantatore di Pesci che lo aiuta a trovare un Nembrotha lineolata.

The Medic

Il Mandriano – Quando ti immergi con loro, sei in buone mani. Questo DM ha sviluppato una capacità soprannaturale: è in grado di prevedere quando un subacqueo si lancerà in profondità all’inseguimento di un pesce, o si soffermerà troppo a lungo a fotografare un corallo. Il Mandriano è sempre pronto a interrompere lo stato di trance di un subacqueo e a riportarlo in sicurezza nel gruppo.

Il Meccanico – Il Q dell’attrezzatura, il MacGyver delle attività marine, una volta il Meccanico ha creato un rebreather da un vecchio forno a microonde e alcune tubazioni mediche. Quando il Meccanico è presente, nessuno dovrà mai rinunciare ad un’immersione per problemi di attrezzatura.

Il Medico – Che tu abbia un mal d’orecchie, un graffio o una puntura d’animale, il Medico è sempre pronto con una buona parola e qualcosa per lenire il dolore.

Il Concierge – Il Concierge è più prezioso in superficie che sott’acqua, e conosce i migliori posti per rifornirsi prima di un’immersione mattutina, o per rilassarsi dopo una lunga giornata in spiaggia.

 

Se sei un PADI Divemaster in cerca di sviluppare il tuo stile personale o di scoprire le tue sapienti abilità, iscriviti ad un corso di educazione continua come:

PADI Fish Identification o Underwater Naturalist
Digital Underwater Photographer
Equipment Specialist (o un corso di riparazione tenuto da un produttore di attrezzatura)
DAN First Aid for Hazardous Marine Life Injuries

Come ottenere il lavoro dei tuoi sogni come Divemaster Parte 1 – Il tuo CV deve mettere in risalto molte abilità

La tua certificazione Divemaster può aprire la porta ad una carriera divertente e gratificante in tutto il mondo, ma ottenere una buona posizione richiede molto lavoro. Non puoi semplicemente stare seduto e aspettare che il lavoro perfetto ti passi di fronte. Usa le strategie sottoelencate per battere la concorrenza e ottenere il lavoro dei tuoi sogni.
Hai le abilità che i datori di lavoro si aspettano?

Per lo più, i proprietari di centri sub preferirebbero assumere qualcuno con esperienza, piuttosto che formare una nuova risorsa. Rivedi la lista qui sotto per essere sicuro di poter rispondere “Sì!” quando un potenziale datore di lavoro ti chiede se hai esperienza nella ricarica di bombole, nel lavorare in una barca, ecc

  • Credenziali come DSD Leader
    Completando l’internato come PADI Discover Scuba Diving Leader, un Divemaster può condurre programmi PADI Discover Scuba® (DSD) in piscina o acque confinate. Questa capacità ti rende una risorsa di valore per qualsiasi centro e, dal momento che è una parte facoltativa del corso Divemaster, ti dà un vantaggio sugli altri candidati per la posizione.
  • Competenza minima in barca – I Divemaster, specialmente chi spera di lavorare nei Resort, devono sapere come muoversi in barca. Familiarizza con la terminologia, le leggi locali, e assicurati di ricordare come si fanno i nodi. Se non hai molta competenza nelle immersioni da barca, considera di iscriverti al corso PADI Boat Diver Speciality.
  • Minima manutenzione di attrezzatura – I Divemaster passano molto tempo ad aiutare i subacquei con la loro attrezzatura. Se non sai come risolvere minimi problemi d’attrezzatura, iscriviti al corso PADI Equipment Specialist e/o acquista il PADI Equipment Specialist Touch (Solo in Inglese).
  • Uso dell’ossigeno di emergenza – Ogni guida subacquea dovrebbe sapere come somministrare ossigeno d’emergenza nel caso di un’emergenza subacquea. La maggior parte dei centri sub si aspetta che tu sappia farlo, oltre ad avere un addestramento aggiornato di RCP e primo soccorso.  Impara di più sul corso PADI Emergency Oxygen Provider Specialty. Se hai già questa certificazione, chiedi ad un PADI Course Director informazioni su come diventare istruttore per insegnare questo corso.
  • Saper ricaricare bombole – Questa è una competenza fondamentale per un Divemaster. Per distinguerti da altri candidati, vorrai ottenere una certificazione per poter ispezionare visivamente le bombole.

Che cosa ti rende migliore degli altri?

Perché pensi di essere il miglior candidato per una certa posizione come Divemaster? Cosa riesci a fare meglio degli altri? Se non sai rispondere a queste domande, considera di apprendere una delle abilità specifiche riportate qui sotto

  1. Competenze in barca – Operatori di Resort e liveaboard hanno bisogno di staff che sappia fare più che semplicemente guidare immersioni. Se sai portare un gommone, hai un’abilitazione a portare una barca, hai competenze minime su motori o manutenzione di compressori, o hai una patente nautica, avrai il doppio delle possibilità di un Divemaster che non possiede tali competenze.
  2. Tecnico di manutenzione attrezzatura – Iscriviti ad un corso, sponsorizzato da un produttore, su come riparare erogatori, mantenere e riparare GAV, ecc. Anche se potresti trovarti a fare riparazioni più spesso che non a essere su una barca, questa potrebbe essere la tua occasione per mettere un piede in un centro sub.
  3. Conoscenza della vita marina – La maggioranza dei Divemaster possiede una buona (ma non eccelsa) conoscenza della vita marina locale. Apprendendo di più sui comportamenti e habitat delle creature locali, sarai in grado di aiutare i subacquei ad ottenere di più dalle loro esperienze d’immersione (e, magari, dimostrare la loro gratitudine con mance sostanziose). I corsi PADI Fish ID e Underwater Naturalist Specialty sono un buon punto di partenza.
  4. Competenza foto/video – Saper catturare belle immagini di vita marina e subacquei che si divertono è un notevole valore aggiunto per ogni centro sub. Foto e video sono parte essenziale di ogni strategia di marketing commerciale, e tuttavia molti operatori non hanno tempo di farlo. I Divemaster possono anche insegnare il corso PADI Digital Underwater Photographer Specialty (sotto la direzione di un PADI Instructor) dopo essere stati addestrati da un PADI Course Director.
  5. Adaptive Techniques – I PADI Divemaster possono ottenere la certificazione PADI Adaptive Techniques Support Diver (Solo in Inglese) e apprendere tecniche da applicare quando si insegna e ci si immerge con subacquei con disabilità fisiche e mentali.

Raccomandazioni di vendita – Un Divemaster in cerca di lavoro in una località non di Resort dovrebbe imparare quanto più possibile sulle maggiori linee di prodotto dei vari produttori. Avere una buona conoscenza delle caratteristiche e dei benefici di popolari GAV, erogatori e computer ti rende una risorsa di valore per i negozianti.

Resort – I Divemaster che cercano lavoro in zone di Resort dovrebbero avere familiarità con i migliori locali dove mangiare, bere e divertirsi. Un’altra cosa che dovrebbero sapere è come guidare un pulmino passeggeri. In zone Resort, molti operatori subacquei hanno pulmini da 15 e più posti per andare a prendere i clienti negli hotel e trasportare i subacquei a/dalle barche. Controlla i requisiti locali, dal momento che alcune zone richiedono una speciale patente di guida.

Parlare più di una lingua è un vantaggio ulteriore per Divemaster che lavorano in zone di Resort. La seconda “migliore” lingua da imparare dipende dalla zona. Visita la Bacheca degli impieghi sul sito PADI Pros per scoprire quali sono le lingue richieste.

Il prossimo mese, non perdere la seconda parte, per scoprire quei dettagli in più che ti possono far ottenere il lavoro dei tuoi sogni.

Anno nuovo, carriera nuova: diventare PADI Instructor

Instructor

Sei stanco della vita d’ufficio? Sogni che ogni vacanza subacquea sia più di una vacanza? È arrivato il momento di fare ciò che veramente ami?

Diventare PADI Instructor non significa solo una nuova carriera, ma avere la possibilità di vivere una vita fatta di viaggi, avventura e molto altro. Per scoprire di più su ciò che questa scelta comporta e come iniziare, continua a leggere!

Cos’è un IDC?

IDC sta per Instructor Development Course ed è formato da due parti: l’Assistant Instructor e l’Open Water Scuba Instructor. La maggioranza dei candidati si iscrive a entrambe le sezioni e, dopo aver sostenuto un PADI® Instructor Exam, diventa PADI Instructor a pieno titolo.

Se sei già un istruttore subacqueo certificato con altra didattica, potresti non aver bisogno di completare la porzione Assistant Instructor, ma iniziare direttamente dal corso Open Water Scuba Instructor.

Instructor

Chi può partecipare ad un IDC?

Devi essere PADI Divemaster e subacqueo certificato da almeno sei mesi, e soddisfare i seguenti requisiti:

  • Aver registrato 100 immersioni prima dell’Instructor Exam

Chi insegnerà il mio IDC?

Gli IDC sono insegnati da PADI Course Director – il più alto livello nella scala istruttori – quindi sarai in buone mani. I PADI Course Director hanno tutti cominciato come PADI Instructor, quindi non solo insegnano gli IDC, ma vi hanno anche partecipato. Il tuo Course Director può anche avere degli assistenti, IDC Staff Instructor e Master Scuba Instructor, che sono lì per aiutarti e assicurarsi che tu abbia successo.

È la scelta di carriera giusta per me?

Se ti piace la gente, ami la subacquea, hai una passione per i viaggi e sei assetato di avventura, allora… sì!

Diventare PADI Instructor non solo ti permette di insegnare la subacquea e di condividere la tua passione, ma ti mette in grado di fare la differenza nella vita delle persone.

Insegnerai a principianti nervosi e darai loro confidenza, ad adolescenti e dimostrerai loro il valore della responsabilità, ti immergerai con persone di ogni nazionalità ed età, di ogni provenienza e farai a tutti un unico regalo: la subacquea e una passione per il mondo sommerso.

Per la maggior parte dei subacquei attivi, la subacquea è più di un’attività di vacanza, è una passione e, per molti, uno stile di vita. Farai questo regalo a ognuno dei tuoi studenti. Prova a ripensare ai tuoi istruttori sub: devono essere riusciti a ispirarti molto, se stai pensando di seguire i loro passi!

I PADI Open Water Scuba Instructor sono i professionisti della subacquea più ricercati del settore, e la tua certificazione come istruttore è il tuo biglietto per l’avventura. Sarai in grado di rispondere a ricerche di lavoro nella tua zona o dall’altra parte del pianeta: potrai fare ciò che vuoi.

Che cosa apprenderò durante l’IDC?

L’IDC ti insegna come condurre tutti i principali corsi PADI, dall’Open Water Diver fino al Divemaster. Apprenderai gli Standard e le Procedure PADI e come trovare, nel tuo PADI Instructor Manual, le informazioni che ti servono. Inoltre, ripasserai:

  • Apprendimento, istruzione e il Sistema PADI
  • Gestione del rischio e sicurezza del subacqueo
  • Il business della subacquea e il tuo ruolo come istruttore
  • Promuovere la subacquea e consigli di vendita

Oltre a studiare tali argomenti chiave, ripasserai le dimostrazioni delle tue abilità in acqua e apprenderai come effettuare chiare presentazioni per immersioni in acqua confinata, acqua libera e sviluppo delle conoscenze. Le tue abilità come oratore miglioreranno, la tua confidenza crescerà e perfezionerai le tue abilità acquatiche.

Instructor

Che cos’è un Instructor Exam?

Gli Instructor Exam sono la tua possibilità di essere protagonista e dimostrare agli esaminatori ciò che hai imparato durante l’IDC. Dopo l’IDC, il tuo Course Director ti confermerà di essere pronto per gli esami, quindi devi solo restare calmo e ricordare che sai tutto, di rilassarti e di goderti l’esperienza.

C’è qualcos’altro che devo sapere?

Sì. L’IDC non è solo un’esperienza di apprendimento. Instaurerai un rapporto speciale con il tuo Course Director e, in molti casi, ti aiuterà a trovare impiego e potrà farti da referente.

Inoltre, dal momento che vi lanciate insieme in una nuova carriera e in una nuova vita, stringerai un’amicizia duratura con i tuoi colleghi candidati. È un’esperienza che non dimenticherai, ed è solo l’inizio.

È giunto il momento di iscriverti!

Se sei pronto a iniziare subito il tuo apprendimento, perché non ti iscrivi ad un IDC online, l’opzione eLearning PADI, e non completi gli studi da casa, secondo i tuoi ritmi? Completerai nove sezioni interattive di sviluppo delle conoscenze che ti faranno risparmiare tempo in classe e ti aiuteranno a sviluppare la tua confidenza.

Usa il PADI Dive Store Locator per trovare centri IDC nella zona da te selezionata e metterti in contatto con loro per trovarne uno che risponda alle tue esigenze.

Consigli utili:

  • Considera se hai bisogno di alloggio e chiedi se è incluso nel prezzo o se il centro può aiutarti a trovarne uno in linea con il tuo budget. In molte zone, alcune strutture offrono tariffe scontate per alloggi a lungo termine.
  • Chiedi informazioni su possibili internati di insegnamento dopo aver terminato il corso.
  • Chiedi se il centro, o il Course Director, offre assistenza con la ricerca di impiego dopo la certificazione.
  • Per opportunità di lavoro in futuro, comincia a leggere la bacheca delle opportunità di lavoro sul sito PADI Pros.
  • Scarica il programma dei PADI IE dal sito PADI Pros.
  • Tuffati in piscina e inizia a lavorare sulla qualità delle dimostrazioni delle abilità.
  • Preparati ad una vita straordinaria!

Cinque modi in cui, diventare un PADI Dive Instructor, ti porta beneficio nel mondo reale

Essere PADI Instructor significa molto di più che essere un buon subacqueo (ovviamente ciò aiuta). Un buon istruttore è anche: un oratore interessante, una persona che sa anticipare i bisogni di uno studente, e qualcuno che riesce a suddividere argomenti difficili in più parti facilmente comprensibili.

Queste abilità, che vengono apprese durante il PADI Instructor Development Course (IDC), sono anche estremamente utili nel mondo reale. I candidati istruttori spesso raccontano di come la formazione per istruttori PADI abbia migliorato la loro abilità di comunicare idee, abbia rafforzato la loro sicurezza nel parlare in pubblico, e abbia insegnato loro come offrire critiche costruttive. Ad esempio: nei PADI Office, non è raro che il personale (in tono semi-serio) usi una tecnica appresa durante un IDC per far rispettare le procedure in ufficio:

“Mi è piaciuto come – hai messo in ordine la stanza di ristoro. Tuttavia, ho notato che qualcuno si è dimenticato di – fare il caffè quando la caraffa è vuota. Ricorda, è importante che – i tuoi colleghi facciano il loro pieno di caffeina.”

Mentre alcuni hanno un’inclinazione naturale all’insegnamento, molti iniziano il loro corso IDC PADI pensando: “Come farò a insegnare a qualcuno a respirare sott’acqua?” Qui è dove un PADI Course Director dimostra tutta la sua bravura. Usando il sistema di educazione PADI, i candidati istruttori imparano come organizzare e presentare informazioni, come condurre sessioni di sviluppo di abilità, e come gestire l’addestramento in acqua libera. Al termine dell’IDC, i candidati possiedono una conoscenza approfondita e l’abilità di spiegare e presentare informazioni con sicurezza.

Oltre a migliorare le tue abilità acquatiche e di presentazione, l’IDC è un modo fantastico di entrare in contatto con persone interessanti. I subacquei che frequentano un corso DivemasterIDC imparano molto gli uni degli altri, crescono insieme e formano un legame speciale.

Se non sei soddisfatto del tuo attuale lavoro, diventare un PADI Instructor ti permetterà di migliorare abilità professionali e ti aprirà nuove porte. I PADI Dive Instructor sono i professionisti subacquei più ricercati al mondo. Una volta che sarai un PADI Pro, potrai velocemente consultare la bacheca degli annunci di lavoro, sul tuo sito PADI Pros, e valutare posizioni disponibili in dozzine di Paesi.

Anche se non vuoi fare l’istruttore a tempo pieno, lavorare part-time come istruttore o guida subacquea è un ottimo modo per integrare altri lavori come freelance a casa o in qualche paradiso tropicale. Potresti anche riuscire ad ottenere crediti scolastici. Infine, essere un professionista PADI e trasformare la vita degli altri è una cosa estremamente gratificante.

Ottieni maggiori informazioni su come diventare un istruttore sub, oppure valuta alcune delle carriere subacquee disponibili per i PADI Pro. E ancora, per iscriverti ad un corso Divemaster o IDC, mettiti in contatto con il tuo PADI Dive Center/Resort locale.

Più Opportunità d’Insegnamento come PADI Divemaster

Come PADI Divemaster, in status Attivo, potrai trovare lavoro in tutto il mondo e con una vasta scelta tra bellissime destinazioni. Le barriere coralline più belle al mondo diventano il tuo ufficio e non solo i salvaschermo del tuo computer. Il mondo è nelle tue mani! Dove ti porterà la tua avventura come PADI Divemaster?

Cosa puoi fare come PADI Divemaster abilitato:

  • Supervisionare le sessioni di addestramento, e non, relative alle attività subacquee
  • Condurre briefing subacquei, i programmi Scuba Review e PADI ReActivate e i corsi skin diver.
  • Assistere ai programmi Discover Scuba Diving e guidare le immersioni successive
  • Condurre i programmi Discover local Diving
  • Insegnare questi corsi di specialità PADI:
    • Equipment Specialist
    • Coral Reef Conservation
    • Project AWARE Specialist
    • Corsi PADI Distinctive Specialty Diver che non includono immersioni
    • Digital Underwater Photographer
    • Emergency Oxygen Provider

Dai un’occhiata al Terzo Quadrimestre del Training Bulletin 2017 per scoprire come ottenere le qualifiche per questi corsi di specialità. Distinguiti da tutti e aumenta le tue opportunità di insegnamento come PADI Divemaster… chissà dove ti porterà la tua prossima Avventura come PADI Pro!

 

 

Vivere una vita da Divemaster – Birgitta Mueck

Nata e cresciuta sull’isola di Orust, sulla costa occidentale della Svezia, Brigitta  Mueck ha sempre avuto un grande amore per la natura e ciò l’ha spinta a diventare una video operatrice e una guida subacquea, PADI Divemaster e PADI AmbassaDiver. 

Foto di: Nanna Mueck

Abbiamo fatto una chiacchierata con Birgitta per saperne di più sulle sue avventure come PADI Divemaster!  


Quando hai scoperto di voler diventare PADI Divemaster?

L’idea di diventare PADI Divemaster è cresciuta lentamente in me. Mentre lavoravo come operatrice subacquea, abbiamo prodotto alcuni film per aiutare a promuovere l’interesse e la comprensione della vita sommersa. Diventare PADI Divemaster mi è sembrata un’ottima opportunità per poter condividere con gli altri queste fantastiche esperienze, assieme al mio amore e alla mia ammirazione per l’oceano. Condividere queste fantastiche esperienze con altri è qualcosa di speciale: è un’ispirazione, porta il sorriso sui loro volti, fa nascere nuove amicizie e regala momenti indimenticabili.

Quando e dove sei diventata PADI Divemaster?

Mi sono iscritta al mio corso PADI Divemaster nell’estate 2012, presso il centro Blue Adventures Diving a Creta, in Grecia. Portare a termine il corso PADI Divemaster e lavorare con Blue Adventures Diving è stato allo stesso tempo divertente e stimolante. Il ricordo di quell’estate mi fa sempre sorridere di felicità!

Ci potresti descrivere una tipica giornata nella tua vita di PADI Divemaster?

Non c’è mai un giorno uguale all’altro: incontri tante persone fantastiche e ogni giorno fai esperienze nuove. A seconda che tu lavori in un centro o su una barca liveaboard, le giornate sono molto diverse e cambiano in base all’organizzazione, alla località dove ti trovi e alle condizioni atmosferiche. Poiché passo da acque calde a latitudini polari, come l’Antartica e l’Artico, le mie attività giornaliere variano parecchio. Questa varietà è il motivo per cui adoro così tanto lavorare come PADI Divemaster!

Foto di: Antonis Markakos                                                                                                                          Splendidi ricordi a Creta dove, nel 2012, Brigitta ha trascorso sei splendidi mesi come PADI Divemaster

Quali sono stati i momenti più memorabili del tuo lavoro come PADI Divemaster?

Domanda difficile, dal momento che essere PADI Divemaster ne offre innumerevoli: leoni marini che ti danzano intorno in Antartica, incontri ravvicinati con curiose Orche nel nord della Norvegia, immersioni fantastiche ed esaltanti nelle grotte del Mar Mediterraneo, solo per citarne alcuni. Credo che, quando lavori come PADI Divemaster, la cosa più importante sia che tutti i tuoi clienti si divertano. Vedere i loro sorrisi e la loro voglia di nuove avventure, sono i miei momenti più memorabili come PADI Divemaster.

Potresti descrivere, in poche parole, la tua esperienza come Divemaster fino ad ora?

Divertimento, socialità, vita all’aria aperta!

Foto di: Edik Skarina                                                                                                                          
“Attraverso il mio lavoro, voglio condividere la mia immensa passione per il meraviglioso pianeta su cui viviamo, creare consapevolezza e ispirare gli altri”, dice Brigitta.

Quali sono i tuoi programmi subacquei per il futuro?

Sono appena ritornata in Svezia dopo una spedizione in barca di sei mesi nel nord della Norvegia, durante la quale abbiamo trascorso la maggior parte dell’inverno a filmare per la nostra produzione continua in collaborazione con la Televisione Nazionale Svedese. Per ora, i miei prossimi programmi subacquei prevedono ancora molte immersioni e riprese lungo la costa occidentale Svedese e in Norvegia. Dal momento che ho molti impegni esterni e tanti progetti personali, di anno in anno la mia vita cambia molto. Quando possibile, cerco di non fare troppi programmi, in modo da avere maggiore libertà di accettare, qualora se ne presentassero, nuove opportunità.

L’idea di partecipare a nuove avventure mi emoziona molto; non vedo l’ora di continuare a condividere la mia passione per la natura e il mondo sommerso, e far sorridere molte altre persone come PADI Divemaster!

L’arte di un buon briefing subacqueo

Thomas Fuller, un ecclesiastico del 1600, aveva un’inclinazione per i detti memorabili, come “Se comandi saggiamente, verrai obbedito gioiosamente”. Come PADI Divemaster, non comandi necessariamente gli altri, ma i tuoi consigli, indicazioni (ok… a volte anche gli ordini!) sono importanti per i subacquei di cui ti prendi cura.

Abbiamo parlato con Richard Somerset, PADI EMEA Instructor Examiner, per cercare di ottenere qualche suggerimento su come fare un buon briefing subacqueo.


“Ognuno ha il suo stile personale e molti di noi sviluppano il proprio grazie all’esperienza. Quando ero un Divemaster alle prime armi e mi trovavo di fronte a gruppi di subacquei numerosi, ero incredibilmente timido. Attingevo senza vergogna da quello che facevano i miei colleghi più esperti e scoprivo di diventare, piano piano, sempre più sicuro di me stesso. Col tempo, ho cominciato ad ascoltare i briefing delle guide più giovani nel centro e mi rendevo conto che cominciavano ad usare alcuni passaggi che i stesso usavo. Che faccia tutto parte del naturale sviluppo dell’arte un briefing subacqueo?”

Rich, secondo te cosa può aiutare i PADI Divemaster a fare un briefing subacqueo veramente efficace?

Siate precisi. So che sembra ovvio, ma vale la pena di ricordare che se non si fa un briefing corretto, tutto il resto è inutile. Non cercate di improvvisare. Un buon punto di partenza, per essere sicuri di fare un briefing completo e preciso, è di ripassare il vostro materiale Divemaster, specialmente le lavagnette. Nella subacquea, a volte, ci sono variabili che non possiamo prevedere: se non sapete in che direzione va la corrente, avete due opzioni: o lo scoprite in anticipo, oppure siate onesti e assicuratevi che, una volta in acqua, i vostri subacquei sappiano come reagire alle condizioni che troveranno.

Usate riferimenti visivi. Uno dei migliori briefing che abbia visto è stato quello di un Divemaster Egiziano che, con alcuni asciugamani, aveva creato un modello a tre dimensioni del sito di immersione. Lo so che non tutti sono così creativi, ma utilizzare un qualche tipo di riferimento visivo è molto utile. Molte guide subacquee, ad esempio, utilizzano lavagne bianche, perché sono resistenti, economiche e non temono l’acqua.

Siate chiari. Spesso ci troviamo di fronte a subacquei che parlano diverse lingue. Il mio difetto principale, durante i miei briefing subacquei, era di parlare troppo velocemente. Me ne sono reso conto quando un mio collega, che lo stava traducendo ad una parte del gruppo, me l’ha fatto notare. Ci vuole uno sforzo cosciente per rallentare e ricordarsi di parlare ad una velocità normale, a volte anche più lentamente.

Rilassatevi. Di solito, siamo molto più severi verso noi stessi di quello che lo sono gli altri. Non preoccupatevi quando fate il vostro briefing; se fate delle pause o farfugliate ogni tanto, i vostri subacquei non se ne accorgeranno o non ci faranno caso.

Quindi, se ti trovi in difficoltà con i tuoi briefing, prova a usare uno o più di questi suggerimenti: rimarrai piacevolmente sorpreso dal risultato!

Puoi ordinare nuovamente le Divemaster Dive Briefing Slates (prodotto numero I60207) contattando il Sales Department di PADI EMEA all’indirizzo: sales.emea@padi.com

 

Brinkley Davies: Australiana, PADI Divemaster ed eco-guerriera

Brinkley Davies

Brinkley Davies è nata in Australia e vive nella bellissima Port Lincoln, in South Australia. Brinkley non solo scatta foto splendide (guardatele su @brinkleydavies, ne vale davvero la pena!) ma è anche PADI® Divemaster, fondatrice della Balu Blue Foundation ed è stata nominata per il riconoscimento ‘Australian of the Year’. Non male…

Non solo ci piace seguire Brinkley online per le sue foto subacquee (fonte di ispirazione per tutti) e per gli aggiornamenti sul suo impegno di salvaguardia ambientale, ma ci piace anche vedere i suoi bellissimi cuccioli, il suo canguro (sì… avete letto bene… un canguro) Bunji e il suo cagnolino Ohana.

Brinkley è una donna straordinaria e tutti noi siamo ispirati dal suo impegno per la pulizia e la salvaguardia del nostro oceano.

Brinkley ci ha gentilmente concesso un po’ del suo tempo per parlare di ciò che accomuna tutti noi: il nostro amore per l’oceano!


Perché hai deciso di iniziare a immergerti?

Fin da quando ero molto giovane, ho sempre amato l’oceano e, dopo aver fatto surf per tanti anni, sapevo di voler esplorare quanto più possibile il mondo sommerso. Ho iniziato a immergermi dopo che, per alcuni anni, avevo fatto apnea e da allora la subacquea è stata una splendida attività che mi ha permesso, negli ultimi anni, di vedere cose incredibili.

Dove ti ha portato la subacquea?

Dappertutto! Hawaii, Fiji, Bali, Florida e, qui in Australia, Ningaloo Reef, la mia località preferita in assoluto.

Qual è il tuo sito d’immersione  preferito?    

In questo momento della mia vita, credo sarebbe difficile trovare una località bella come Ningaloo Reef e l’immersione con gli squali a Beqa Lagoon, nelle Fiji.

Brinkley Davies

Raccontaci com’è immergersi in South Australia.  

È freddo, ma offre sempre qualcosa di sorprendente ed è splendido. Il South Australia ha un’incredibile varietà di vita marina e, se sei pronto ad affrontare il freddo durante la stagione invernale, ti troverai a tu per tu con enormi banchi di seppie. Per chi ama ancora di più l’avventura, ci si può dirigere alle Neptune Island e immergersi, in gabbia, con gli squali bianchi. Oppure, per chi adora le creature di dimensioni più piccole, Tumby Bay è il luogo ideale per trovare i dragoni foglia.

Ad oggi, qual è stato il momento più memorabile durante un’immersione?

Direi vedere gli squali toro a Beqa Lagoon, nelle Fiji, con Beqa Adventure Divers. Raccomando vivamente a tutti questa immersione. Può sembrare paurosa ma, una volta sott’acqua, è magica: acqua azzurra, oltre 100 squali toro e uno staff professionale con un incredibile sistema di sicurezza! Mike Neumann e il suo team sono fantastici.

Qual è la cosa migliore di essere un PADI Divemaster?

Durante tutto il mio corso, mi è piaciuto molto imparare la componente sicurezza – che ti permette di immergerti con fiducia – e immergermi in alcuni fantastici siti d’immersione con altri subacquei esperti. Essere PADI Divemaster mi ha permesso di lavorare in località fantastiche, insieme a staff esperto e affascinante.

I tuoi cuccioli, Bunji il canguro e il cagnolino Ohana, sono le vere star su Instagram. Qual è il loro rapporto con l’acqua?

Ohana adora l’acqua, se fosse per lei non uscirebbe mai; ha addirittura la sua piccola piscina a casa. Un giorno Bunji, con nostra sorpresa, si è lanciato in acqua e si è fatto una nuotata con noi. Ho sempre saputo che, da queste parti, i canguri nuotano nell’oceano, ma non ne avevo mai visto uno! Spesso viene con noi in spiaggia ma, per lo più, gioca con la sabbia, scava e poi si sdraia!

Raccontaci chi è la donna che, nella tua vita, più ti ha ispirata durante la tua carriera subacquea.

Durante la mia carriera subacquea, molte donne mi hanno ispirato. Quando ero più giovane, Valerie Taylor mi ha ispirato a iniziare ad immergermi: il cambiamento della sua carriera – da pescatrice a protettrice degli squali – mi ha insegnato, fin da giovane, che anche negli ambienti più ostili è possibile promuovere salvaguardia e cambiamento. Vivo a Port Lincoln e qui la salvaguardia è qualcosa a cui la gente non è interessata o che non riconosce. In questi giorni, però, riceviamo molta forza e supporto dal resto del mondo e abbiamo un’intera generazione di persone a cui sta a cuore il loro ambiente costiero e la vita marina, e che, cosa importantissima, non ha paura di farsi sentire.

Ad oggi, qual è stato l’incontro più memorabile con animali marini?

Sia in apnea che in immersione con bombole, ho avuto parecchi incontri con animali marini che mi hanno ispirato moltissimo. L’anno scorso, abbiamo incontrato una manta che ci ha accompagnato, per quasi 1 km, nuotando a pancia in su. È stata un’esperienza incredibile. A volte, è come essere nel posto giusto al momento giusto.

Brinkley Davies

Che misure adotti per assicurarti che i nostri oceani rimangano puliti e in ottima salute? Cosa può fare la gente per dare attivamente una mano?

Gestisco un’organizzazione senza scopo di lucro chiamata Balu Blue Foundation; al momento stiamo facendo una campagna chiamata Clear Tides. Organizziamo attività di pulizia delle spiagge, insieme a conferenze educative nelle scuole su come ridurre l’uso di plastica e incoraggiare la gente a rimuovere rifiuti dalle spiagge, in qualsiasi momento ne abbiano l’opportunità.

Personalmente, faccio del mio meglio per non usare articoli mono-uso, sostituendo articoli di plastica – cannucce, bicchierini per caffè, bottiglie per l’acqua e borse di plastica – con articoli riutilizzabili. Sono semplici sostituzioni ma, quando tutti operano un cambiamento, l’impatto è enorme.

Puoi dirci come è nata l’idea della Balu Blue Foundation?

Per anni volevo avere una base per il mio lavoro e per i miei programmi di salvaguardia ambientale – fossero essi ricerca, educazione o progetti di conservazione – e così, lo scorso novembre, ho fondato la Balu Blue Foundation Inc. Il nome mi è stato ispirato da Balu, il cagnolino che io e il mio partner avevamo e che abbiamo perso a causa di un terribile veleno – chiamato 1080 Fox Bait – usato nelle fattorie e nei parchi nazionali. Per mesi ho sofferto tantissimo, ma questo mi ha dato la spinta che mi serviva per inseguire il mio sogno: tanto per cominciare, educare le persone su quanto siano speciali e unici la nostra selvaggina locale e i nostri oceani.

Grazie alla nostra campagna Clear Tides abbiamo rimosso, dal bagnasciuga di Port Lincoln, quasi 2000 articoli di spazzatura. Durante il SALT Festival, abbiamo proiettato, come evento pubblico, il documentario “Before the Flood”; organizziamo attività di pulizia delle spiagge in altri Stati; coinvolgiamo “ambasciatori” educativi per parlare nelle scuole e, dietro le quinte, facciamo molte altre cose per l’organizzazione. È tutto molto eccitante!

Quest’anno, sei stata nominata per il premio “Australian of the Year”. Cosa significa per te?

Ne sono stata molto grata e felice! Per me, ha un grande significato che le persone che seguono i miei canali social media e vogliono partecipare alla subacquea o alla salvaguardia ambientale, apprezzino il mio lavoro e ne siano ispirati. Uno dei miei principali obiettivi, in tutto ciò, è di ispirare i giovani a crearsi una carriera che rispetti l’ambiente e di non aver paura ad esplorare questo pianeta.

Brinkley Davies

Volete partecipare attivamente?

Ci sono moltissime organizzazioni che sono alla testa di progetti di conservazione e che fanno la differenza. Se volete cominciare ad aiutare con la pulizia della zona costiera, mettetevi in contatto con Balu Blue Foundation oppure, se volete usare le vostre abilità subacquee per pulire gli oceani, accedete al sito Project AWARE e iscrivetevi a Dive Against DebrisTM o, se vi immergete spesso nello stesso sito di immersione, al programma Adopt a Dive Site.

Potete anche celebrare tutte le straordinarie donne, come Brinkley Davies, nel nostro settore. Troverete maggiori informazioni su padi.com/women-dive.