Nuove regole in Europa per la Fonte d’Aria Alternativa

EN250-Blog600x300Ricordiamo ai membri PADI, che lavorano in Europa, che nell’ultimo anno ci sono stati dei cambiamenti allo standard europeo EN250. Questo standard riguarda la produzione di attrezzatura ARA e i cambiamenti riguardano l’utilizzo della fonte d’aria alternativa. Il cambiamento entrerà in vigore gradualmente, poiché l’attrezzatura prodotta in base ai requisiti dello standard precedente sarà ancora in circolazione per parecchi anni. Vi raccomandiamo, comunque, di studiare i cambiamenti in questione, cosicché saprete quando implementare alcuni cambiamenti che riguardano la configurazione dai diversi tipi di fonte d’aria alternativa.

EN250 StandardI principali cambiamenti, che riguarderanno gli erogatori prodotti in linea con la nuova versione dello standard (2014), saranno i seguenti:

  • Il classico sistema con l’octopus non è più raccomandato se la profondità d’immersione è superiore ai 30 metri o se la temperatura dell’acqua e inferiore ai 10°C. In questi casi è raccomandato di un sistema completamente indipendente.
  • I primi stadi degli erogatori che non sono progettati per essere usati in acque fredde, riporteranno la dicitura “>10°C”.
  • I primi stadi degli erogatori potranno essere punzonati con temperature d’esercizio più basse, se specificato dal produttore.
  • I primi stadi degli erogatori riporteranno il simbolo “A” se sono compatibili con l’uso di una fonte d’aria alternativa (octopus).

Questi cambiamenti entreranno in vigore gradualmente, man mano che gli erogatori saranno prodotti secondo il nuovo standard. Se avete dubbi o domande su come usare un particolare erogatore, potete rivolgervi al produttore.

This post is also available in: en nl fr de es