The Adaptable Prevail – Un Messaggio del CEO PADI

Metti “flessibilità” e “PADI” insieme e vengono alla mente le immagini di persone che superano disabilità e sfide, ed è una visione giusta. La subacquea è una di quelle esperienze così rare e intense da essere in grado di curarti corpo, cuore e anima: qualunque persona, anche chi soffre di PTSD (stress da disturbo post traumatico), paraplegia, paralisi cerebrale, amputazione – e, come sai, la lista è infinita. Il Sistema di approccio flessibile PADI®, che si basa sulla performance, e si concentra su ciò che le persone sono in grado di fare, e non il contrario, ha aperto le immersioni e il mondo subacqueo a migliaia di persone.

Migliaia? Io direi milioni. La flessibilità del Sistema PADI® non è una novità, offre benefici a 25 milioni di subacquei come noi e ogni singolo Subacqueo PADI – è importante. Questa elesticità ha reso PADI una forza dominante nel mondo della subacquea: perché tutti abbiamo sfide, necessità, interessi, preferenze e desideri. Solo un sistema che si adatta alle infinite individualità, di apprendimento e insegnamento, può affrontare tutte queste variabili.

Ciò che rende il Sistema PADI unico è la sua capacità di far combaciare un sistema educativo subacqueo standardizzato a così tanti individui diversi, e attraverso molteplici strumenti. È internazionale, multiculturale, poliglotto e transgenerazionale, in modo da soddisfare diverse capacità e preferenze di apprendimento, facendo da ponte alle nostre differenze. Prendi cinque Subacquei PADI, che arrivano dalla Cina, Italia, Messico, Russia e Vietnam e mettili insieme su una barca per un giorno. Condividono una lingua, anche se in realtà no, perché “parlano” la lingua della subacquea e dell’oceano, grazie al Sistema PADI e al loro Istruttore PADI che lo pratica tutti i giorni.

Il Sistema PADI ha successo perché si basa su delle fondamenta educative e filosofiche flessibili, ma solide e irremovibili, che mantengono i valori di base mentre si evolvono con tecnologie emergenti e trend sociali, incontrando i bisogni dei singoli individui, uno studente alla volta. La famiglia PADI s’impegna nella conservazione degli oceani e dei suoi animali marini, e sostiene il potere della subacquea all’interno di ogni singola comunità, e ne sostiene la salute e il benessere. Dobbiamo riconoscere che, a braccetto con la tenacia, qui è dove si trova la nostra forza. Le sfide a venire richiedono uno spirito di adattamento in quello che facciamo, che sia per aiutare una persona con esigenze particolari o un pianeta con problemi sociali.

Il filosofo cinese Lao-tse disse, “Un’arma non deposta sarà sconfitta. Un albero che non si piega si spezzerà con il vento. Tutto ciò che è inflessibile e rigido si romperà; ciò che sarà morbido e flessibile prevarrà.” La famiglia PADI è cresciuta e si è sviluppata come una forza del bene perché noi non proviamo a vivere nella versione che qualcun altro ha idealizzato per noi su come il mondo dovrebbe essere. Piuttosto, noi siamo flessibili. Ci adattiamo e cambiamo sulla base di ciò che il mondo ci richiede. Lo facciamo insieme, e mi aspetto, che lo faremo sempre.

Buona fortuna, buon insegnamento e buone immersioni,

(Drew Richardson Ed.D.
PADI President e CEO)

This post is also available in: en nl fr de ru es