Sette continenti e cinque oceani: esplorare il mondo come PADI Divemaster

Lo sapevi che il 95% del mondo sommerso è ancora inesplorato? Imbattibili per bellezza e mistero, gli oceani di tutto il mondo esercitano un fascino particolare sui subacquei. Il nostro pianeta, con oltre sette continenti e cinque oceani, offre una grande abbondanza di ambienti diversi. Per chi ama l’avventura, essere un PADI Divemaster permette di soddisfare la voglia di esplorare il mondo. Ogni individuo possiede la sua “destinazione perfetta” e, fortunatamente per voi, ci sono oltre 6.500 PADI Dive Shop in tutto il mondo. La certificazione come PADI Divemaster è un biglietto di sola andata per lavorare ed esplorare il mondo, sia quello sommerso che quello sopra la superficie del mare.

Esplorare il mondo

Immagina di svegliarti ogni giorno ed avere un lavoro che ami in una località dove prima potevi appena sognare di vivere. Essere un PADI Divemaster è un mix perfetto di lavoro e piacere. Ti permette di trasformare la tua passione in professione e di portare il tuo lavoro con te in tutto il mondo. Come PADI Divemaster, lavori sodo per assicurarti che i clienti di quel determinato PADI Dive Shop vivano un’esperienza indimenticabile mentre, allo stesso tempo, offri loro un servizio di qualità e crei con loro ricordi indelebili. Quando passi il tuo tempo con clienti di diverse provenienze e nazionalità, esplori ancora di più il mondo attraverso le loro storie. Ma questo stile di vita così gratificante ti permette anche di esplorare la zona in cui ti trovi così come – tra un impiego come PADI Divemaster e l’altro – di visitare diversi angoli della terra dove, ora, ti potrai recare: America centrale, Europa, le isole del Pacifico. Inoltre, tutte queste splendide località offrono una gamma di diversi siti di immersione. Esiste veramente qualcosa per ogni tipo di divemaster.

Lavorare in tutto il mondo

Con oltre 6.500 PADI Dive Shop in tutto il mondo, ci sono molte opportunità di lavoro. Come fai a trovare un impiego come PADI Divemaster?

Dai un’occhiata alla bacheca degli annunci di lavoro PADI sul sito PADI Pros, che riporta regolarmente offerte di lavoro da Dive Shop in tutto il mondo. Non solo, ma il sito ti permette di pubblicare una tua biografia per promuovere le tue abilità, la tua disponibilità e le località preferite. Per utilizzare la bacheca e ricevere tutti i benefici professionali PADI, devi essere affiliato a PADI e aver rinnovato la tua affiliazione. Iscrivendoti al servizio di rinnovo automatico PADI entro il 6 novembre 2018, risparmierai almeno il 25%* sulla tua quota di affiliazione annuale. Oltre al riconoscimento come marchio globale, all’avanzamento della tua carriera e alla bacheca degli annunci PADI, ci sono molti altri vantaggi nell’essere un affiliato PADI.

Sei pronto a lavorare e a viaggiare in tutto il mondo come PADI Divemaster?

 

 

 

 

Iscriviti adesso al servizio di rinnovo automatico

Dai un’occhiata alla bacheca degli annunci di lavoro PADI

*Questo sconto rappresenta un risparmio di almeno il 25% rispetto al prezzo standard di rinnovo.

 

Come promuovere con successo i viaggi di gruppo

Vuoi qualche consiglio su come pianificare, organizzare e promuovere i migliori viaggi di gruppo per i tuoi subacquei? Ecco il primo di otto consigli. Prossimamente ne pubblicheremo altri:

Destinazione

Dove vogliono andare i tuoi clienti? Da qualche parte lontana ed esotica o più vicino a casa? Sono più interessati alle immersioni per osservare vita marina o sui relitti?

Le destinazioni lontane ed esotiche sono più care, quindi vorrai essere sicuro che i tuoi subacquei vogliano spendere di più per un’esperienza indimenticabile. In caso non lo vogliano, potresti dover valutare una destinazione più vicina o a buon mercato.

Tieni a mente che la stagionalità influenza drasticamente le condizioni di immersione e la possibilità di osservare la vita marina, quindi una destinazione ideale a giugno potrebbe non esserlo a settembre.

Per essere sicuro che il tuo viaggio sia adeguato e che i tuoi subacquei ne siano entusiasti, dovresti valutare tutti questi fattori quando scegli la tua destinazione.

Uno dei modi migliori per determinare ciò a cui sono interessati i tuoi subacquei, dove vogliano andare e addirittura quanto siano disposti a spendere, è quello di chiederglielo. Invia un sondaggio a tutti i tuoi clienti per assicurarti di pianificare viaggi che rispondano alle loro necessità e ai loro interessi.

PADI TRAVEL

Non fai ancora parte del programma PADI Travel™ Affiliate? Puoi ottenere maggiori informazioni sui suoi benefici o su come espandere il tuo business grazie ai viaggi oppure aprire adesso il tuo account come affiliato.

Passione significa produttività

Scritto da Dr. Drew Richardson, PADI President and CEO

Fermatevi un momento a pensare a cosa vi rende produttivi, cioè a cosa vi permette di fare cose che portano beneficio ad altri, siano esse materiali, informative, spirituali o tutte tre le cose insieme. Senza produttività, non ci può essere successo: in effetti, è il modo stesso con cui definiamo il successo (e notate che non si tratta necessariamente di denaro o benessere). Alcuni vi diranno che la produttività è un risultato di organizzazione, fortuna e talento; ma tutti noi abbiamo visto persone disorganizzate, sfortunate e senza talento produrre e avere uno straordinario successo. A volte, sfortunatamente, vediamo il contrario. Qual è, quindi, l’elemento chiave?

Credo che la musicista Judy Collins lo riassuma in maniera perfetta. “Fa’ ciò che ami – dice – e troverai il modo di farlo sapere a tutto il mondo.” La passione per ciò che fate è il solo e unico ingrediente critico per un’alta produttività. Concentratevi su ciò che è veramente importante e la produttività andrà alle stelle, non perché facciamo di più ma perché facciamo ciò che è giusto fare. Non perdiamo tempo con distrazioni irrilevanti (sebbene, spesso, urgenti) che ci distolgono dai nostri compiti perché sappiamo dove stiamo andando.

E lavoriamo di più perché ne abbiamo voglia. Simon Sinek, autore di Start with Why, ha scritto: “Lavorare duramente per qualcosa che non ci interessa viene chiamato stress; farlo per qualcosa che amiamo viene chiamato passione.” La passione trasforma i fallimenti in opportunità di apprendimento, i ritardi in nuove direzioni e le difficoltà in creatività. Se avete veramente passione per qualcosa, non dovete trovare una motivazione per essere produttivi, ma solo i modi per esserlo.

Nella famiglia PADI®, non manca certamente la passione per la subacquea, il mondo sommerso, e per la voglia di cambiare il mondo condividendo entrambe le cose. Questa è la combinazione del perché ci immergiamo e di come condividiamo la subacquea. Lo scopo più alto di PADI è quello di rendere il mondo un luogo migliore. Ogni persona che introduciamo alla subacquea arricchisce la capacità di influenzare la politica e le buone scelte dei consumatori di cui abbiamo bisogno per proteggere i mari e gli animali marini. Arricchisce chi è guarito o chi aiuta a guarire (o entrambi) tramite il potere della subacquea. Un settore della subacquea in espansione crea impiego e aggiunge nuove opportunità per l’economia globale e quelle locali. E tutto ciò accade perché voi ed io siamo appassionati di subacquea. Ci spinge a produrre. Quando non riusciamo a trovare il modo di fare qualcosa, lo creiamo.

Il punto cruciale è quello di far crescere e salvaguardare il nostro amore per la subacquea, per gli oceani e per coloro che condividono questo amore. È la chiave per essere produttivi come professionisti subacquei. È il segreto per migliorare il mondo tramite la subacquea. Se il vostro insegnamento si concentra di più su come far svuotare la maschera agli studenti che su quella luce nei loro occhi quando fanno quel primo respiro sott’acqua (credetemi, mi è successo), allora è giunto il momento di fermarsi e fare un passo indietro. Fatevi quel bel viaggio subacqueo che avete rimandato. Passate un’ora con un compagno di immersioni ad ascoltare le balene “cantare”, ad osservare un polipo o qualunque cosa vi affascini. Provate una nuova muta, un CCR, un erogatore o un computer, se siete appassionati di tecnologia, o mettetevi in contatto con chi sapete avere una passione sfrenata per la subacquea e non vede l’ora di immergersi.

Mettete come vostra priorità ciò che veramente vi appassiona della subacquea, dell’oceano e del condividere queste cose, e non dovrete più preoccuparvi di come essere produttivi. Infatti, non potrete farne a meno.

Quand’è che fa “troppo freddo”?

Scritto dallo staff di DAN

Che tu usi una muta stagna, una umida più spessa e/o altre tecniche per rimanere caldo in acqua più fresca, è importante sapere quando fa “troppo freddo”. Immergersi in una burrascosa mattinata invernale può essere divertente, ma spingere il tuo fisico e la tua muta al limite può portare a gravi conseguenze. Aiuta i tuoi subacquei e clienti a non farsi del male, consigliandoli su come rimanere a proprio agio sott’acqua.

Lasciare che la propria temperatura interna scenda troppo, con conseguente stato di ipotermia o quasi ipotermia, può influenzare la destrezza, il processo decisionale e l’abilità del corpo di rilasciare azoto. Dal momento che uno dei sintomi dell’ipotermia è un calo di consapevolezza, molte persone non riescono a riconoscerne i sintomi fino a che un altro subacqueo non glieli fa notare. Sappi cosa notare in te stesso e nei tuoi studenti per ridurre i rischi che una leggera ipotermia diventi un problema che possa mettere in pericolo la vita di un subacqueo.

Che cos’è l’ipotermia?

L’ipotermia è un calo della temperatura interna del corpo. Può ovviamente presentarsi in acque gelide, ma anche in quelle calde tropicali, se i subacquei non indossano una muta adeguata e stanno in acqua troppo a lungo. Questa condizione riguarda in particolare chi è disperso in mare e chi si immerge in condizioni estreme.

Un adulto nella media mantiene una temperatura interna di circa 37°C/98.6°F. Quando tale temperatura scende al di sotto di 35°C/95°F, inizia l’ipotermia e le funzioni del corpo iniziano ad esserne influenzate. Per mantenere caldi gli organi vitali, il corpo richiamerà sangue verso l’interno. I sintomi iniziali includono tremore, perdita di coordinazione, vertigini, nausea e appetito. Se la temperatura interna continua a scendere, a 30°C/86°F molti subacquei smetteranno di tremare e le loro pupille si dilateranno. A 27.8°C/82°F, i muscoli si irrigidiscono ed esiste un serio rischio di complicazioni cardiache. Questi sintomi peggiorano al diminuire della temperatura interna del corpo, ed è quindi fondamentale che chi soffre di ipotermia venga sottoposto a cure mediche quanto più velocemente possibile.

Imparare a sconfiggere il freddo

L’ipotermia è una condizione grave, ma non è qualcosa che un subacqueo ben preparato dovrebbe affrontare se non nelle situazioni più estreme. Prepara in anticipo il giusto tipo di muta, le fonti di calore e un buon piano d’emergenza in caso che qualcosa non vada per il verso giusto. Porta con te acqua calda per preparare bevande calde o da versare all’interno della muta, tra un’immersione e l’altra, per essere più a tuo agio in una giornata più simile ad un panorama invernale che non a uno estivo. Se tu o uno studente inizia a tremare, concludete l’immersione in modo sicuro e riscaldatevi. Valuta se chi tremava si sarà riscaldato abbastanza per un’altra immersione. Se no, tornate un altro giorno: non ha senso correre rischi inutili.

Training Bulletin Live – Quarto Trimestre 2018

 

Siamo lieti di invitarti a partecipare al webinar del Training Bulletin Live – Quarto Trimestre 2018. Come sempre, parleremo dei cambiamenti relativi ai nuovi standard, daremo informazioni generali sugli aggiornamenti e vedremo da vicino come questi potranno essere integrati nel tuo addestramento.

Unisciti a noi, nella tua lingua preferita e nelle date elencate qua sotto. Se perdi l’evento live, con l’iscrizione riceverai un’email di promemoria che ti collegherà alla registrazione.

Quarto Trimestre 2018:

24/10/2018 Inglese

https://attendee.gotowebinar.com/register/6108084350881035011

25/10/2018 Olandese

https://attendee.gotowebinar.com/register/8154793362070932482

29/10/2018 Tedesco

https://attendee.gotowebinar.com/register/8969213720723781378

30/10/2018 Spagnolo

https://attendee.gotowebinar.com/register/3300505598612320001

31/10/2018 Francese

https://attendee.gotowebinar.com/register/727249266915444993

01/11/2018 Russo

https://attendee.gotowebinar.com/register/1829437108179511299

05/11/2018 Greco

https://attendee.gotowebinar.com/register/1849712103928519938

06/11/2018 Polacco

https://attendee.gotowebinar.com/register/6526135164458981889

07/11/2018 Arabo

https://attendee.gotowebinar.com/register/7688162827751539971

08/11/2018 Portoghese

https://attendee.gotowebinar.com/register/4204023781180959234

14/11/2018 Italiano

https://attendee.gotowebinar.com/register/2352880507098996226

21/11/2018 Scandinavo/Nordico

https://attendee.gotowebinar.com/register/634512061568823297

Se avete domande riguardo al webinar, potete inviare un’email a [email protected]. Vi aspettiamo numerosi!

PADI Women’s Dive Day 2018!

Sabato 21 luglio, in occasione del quarto PADI Women’s Dive Day annuale, i PADI Dive Center, i Resort e i nostri Affiliati hanno organizzato più di 1.000 eventi, in 104 Paesi del mondo. Con una partecipazione da record, la giornata ha riunito migliaia di subacquei di ogni genere, età e livello d’esperienza.

Qui di seguito, alcuni resoconti di eventi che hanno reso questa edizione ancora più speciale.

Regno Unito. Quest’anno, i PADI Dive Center inglesi sono stati i più creativi e aperti a tutti. Il centro Fifth Point Diving ha dedicato una settimana intera a laboratori di fotografia subacquea, safari snorkeling e ad un’immersione improvvisata Dive Against Debris, prima di culminare con un evento PADI Women’s Dive Day. Vivian Dive Centre ha fatto coincidere il PADI Women’s Dive Day al loro evento inaugurale, lo Scuba Pride, dando il benvenuto ad ancora più partecipanti che hanno avuto la possibilità di parlare con colleghi subacquei, commercianti e alcuni membri dello staff di PADI stessa; hanno potuto sperimentare un’ampia gamma di attività subacquee, dal Discover Scuba Diving alle immersioni di prova Tec e Sidemount. Chi non si immergeva, poteva farsi una foto nella cabina fotografica, farsi dipingere il viso o rifocillarsi presso il barbecue.

Sharm el Sheikh, Egypt. *Avviso allergeni – questo racconto contiene tracce di arachidi. Al Camel Dive Club sono orgogliosi di essere considerati la destinazione ideale dalle subacquee che viaggiano da sole, quindi il PADI Women’s Dive Day è il contesto perfetto per tutte le viaggiatrici con simile mentalità. Durante la giornata vera e propria, Camel Dive Club ha organizzato un’immersione Dive Against Debris con più di 25 partecipanti, seguita da una versione speciale del loro evento settimanale, la Divers’ Night. Accompagnati dai successi musicali di artisti femminili che fuoriuscivano a tutto volume dagli altoparlanti, i festeggiamenti sono velocemente degenerati nel primo combattimento a base di arachidi e pistacchi, il Women’s Dive Day Peanut Fight.

Sicilia, Italia – Le acque cristalline della Sicilia sono state la cornice perfetta per permettere a Sea Spirit di festeggiare tutte le loro donne, dallo staff ai subacquei. La loro squadra è formata per metà da staff femminile: istruttori, manager, impiegati amministrativi e barcaioli. Ventiquattro subacquei e subacquee hanno partecipato ad una splendida immersione, tutti indossando una maglietta rosa in segno di supporto alla comunità subacquea femminile.

Maldive. 50 subacquee di origine maldiviana si sono immerse con Moodhu Goyye. La comunità subacquea Maldiviana su Facebook, creata dal PADI Course Director Zoona Naseem, ha organizzato il più vivace PADI Women’s Dive Day a tutt’oggi, con la partecipazione di 50 subacquee a condividere la loro passione con chi ancora ancora non si immerge, per fornire ispirazione ad una comunità in continua crescita. Sei diversi PADI Dive Center si sono uniti per rendere questa una giornata di immersioni nelle Maldive davvero indimenticabile.

Svizzera. Sebbene non abbia sbocco sul mare, sembra che qui le opportunità di immergersi siano infinite: immersioni nei laghi d’estate, sotto i ghiacci d’inverno e nei fiumi seguendo la corrente. È proprio in un fiume che Valeria Machado ha organizzato un evento Women’s Dive Day. L’entusiasta fotografa subacquea coltiva da tempo il sogno di esporre le sue fotografie nel fiume Verzasca e lo ha finalmente realizzato il 21 luglio. Con l’aiuto di professionisti PADI e PADI Dive Center, la galleria fotografica subacquea le ha permesso di realizzare una splendida cornice nella quale esporre le sue immagini.

Sud Africa. Il centro Pro Dive, a Port Elizabeth, ha riassunto perfettamente il loro PADI Women’s Dive Day con poche, semplici parole: “Condividiamo ciò che amiamo: sole, mare, capelli incrostati di sale e del colore dell’oceano – una vita da sirena.” Le loro immersioni da barca, seguite dal pranzo, hanno contribuito a riunire la loro comunità subacquea femminile e ispireranno gli amici degli amici e i familiari a provare ad immergersi.

Turchia. Per un paese dove, fino alla fine degli anni 90, la popolazione era prevalentemente di sesso maschile, la certificazione di una donna subacqueo è stata una notizia talmente eclatante da essere pubblicata sui giornali. Grazie all’introduzione di diversi operatori subacquei e istruttori PADI nella zona, il numero di subacquee ha continuato a crescere. La partecipazione a questa edizione del Women’s Dive Day è stata impressionante, con eventi organizzati in tutto il Paese per subacquei e non.

Emirati Arabi Uniti. Il centro Freestyle Divers, situato sulla costa in località Dibba Al-Fujairah, è entrato nello spirito Women’s Dive Day grazie alla possibilità per i partecipanti di effettuare immersioni da riva, da barca ed esperienze Discover Scuba Diving nell’arco di tutta la giornata. Per rendere le cose interessanti, hanno anche organizzato una caccia al tesoro subacquea e regalato ai loro subacquei un sacchetto contenente alcuni regali.

Ci sono stati molti altri incredibili eventi in tutta la regione e al mondo. Puoi guardare altre foto sulla pagina Facebook PADI o fare una ricerca #PADIWomen sui social media.

Se quest’anno hai organizzato un evento, ricorda di dare seguito con tutti i tuoi partecipanti. Un semplice messaggio del tipo “Grazie per esservi immersi con noi” mantiene alto l’interesse dei subacquei e li incoraggia a continuare ad immergersi con te. Non scordare di includere una “call to action”.

Segna questa data in agenda – L’anno prossimo, il PADI Women’s Dive Day è programmato per sabato 20 luglio 2019.

 

Diamo il benvenuto ai nuovi Course Director PADI EMEA 2018

A luglio ha avuto luogo il secondo Course Director Training Course (CDTC) Internazionale per il 2018, a Punta Cana, Repubblica Domenicana.

Durante nove giorni di lavoro molto intensi, assieme al personale PADI proveniente da diversi Regional Headquarters, i candidati Course Directors selezionati imparano a promuovere e insegnare i corsi a livello istruttore. Durante il programma, i candidati sono costantemente valutati e, una volta completato con successo il corso, ottengono il prestigioso titolo di PADI Course Director.

Diamo, quindi, il benvenuto ai nostri Course Directors PADI Europe, Middle East and Africa e auguriamo loro il miglior successo con la loro attività Instructor Development nel 2018.

RYAN BURCHELL SUD AFRICA
DAVID KENDRICK-WHITE REGNO UNITO
SHAM’AA HAMEED MALDIVE
JASON LINBOURNE REGNO UNITO
IAN CRADOCK REGNO UNITO
AIKATERINI KANELLOPOULOU GRECIA
MATTHEW CLEMENTS REGNO UNITO
ANDREAS BRUSTMANN AUSTRIA
MARCUS KITCHING-HOWE REGNO UNITO
PAMELA HOLT REGNO UNITO
JARI FORSMAN MOZAMBICO

Per avere maggiori informazioni sul Course Director Training Course o per proporre la propria candidatura al programma, cliccate qui

 

Espandi il tuo business con il Nuovo PADI Travel Affiliate Program per i PADI Dive Center

E’ ora disponibile il PADI Travel™ Affiliate Program, un beneficio per tutti i PADI Dive Center.

I subacquei vogliono nuotare con splendidi pesci, vedere reef colorati ed esplorare l’ambiente subacqueo, unico nel suo genere. I viaggi sono un modo ormai consolidato per tenerli impegnati, attivi e – sostanzialmente – metterli in grado di continuare la loro formazione ed investire in attrezzatura.

A gennaio, è stato lanciato PADI Travel™ con gli obiettivi di espandere il settore subacqueo e tenere i subacquei più impegnati ed attivi. Oggi è il giorno in cui viene lanciato il nuovo PADI Travel Affiliate Program, un nuovo potente programma per far crescere il tuo business.

Il Travel Affiliate Program ti permette di guadagnare ottime commissioni segnalando subacquei a PADI Travel. Ti permette di aumentare le vendite del tuo negozio, attirando più subacquei, e ti aiuta ad avere ancor più successo con i viaggi di gruppo.

Ottieni maggiori informazioni sul programma e attiva oggi stesso il tuo account su affiliates.padi.com.

 

Come essere un efficace assistente in acqua libera

Un assistente certificato gioca un ruolo chiave durante l’addestramento in acqua libera, specialmente quando condizioni meteo, problemi con l’attrezzatura e altre variabili possono creare problemi a studenti e istruttore.

Patrick Hammer, PADI® Course Director di Scuba Emporium, Illinois, USA dice: “Quando un istruttore lavora con un assistente certificate, è come essere un pilota ed un co-pilota. Una persona può far volare un aereo, ma in due il volo è più sicuro e tranquillo.”

Per imparare di più su come essere un efficace assistente durante l’addestramento in acqua libera, leggi i suggerimenti qui sotto.

Comunicazione prima della lezione

Prima di iniziare la lezione, vediti o invia un messaggio all’istruttore per discutere su ciò che serve di attrezzatura, sulla sequenza degli esercizi, sulle problematiche degli studenti e per dare un’occhiata alle previsioni meteo.

Kevin O’Brien, PADI Course Director del PADI Five Star IDC VIP Diving a Bonaire, dice: “Cercate di lavorare come una squadra per determinare il modo più efficace per portare a termine gli esercizi necessari: acqua alta e bassa, in superficie o sott’acqua. Ciò è particolarmente importante per l’addestramento multilivello. Inoltre, discutete come verrà condotta la parte di escursione.”

Preparazione dell’attrezzatura e sicurezza

Assicurati che l’attrezzatura sia funzionante e valuta di quale attrezzatura lo studente ha bisogno per soddisfare i requisiti di esecuzione.

“Un assistente efficace si assicurerà che, all’occorrenza, sia disponibile l’attrezzatura di tipo specialistico richiesta per l’immersione,” dice O’Brien. “Ad esempio, quando si conduce l’immersione di navigazione nel corso Advanced Open Water, ci sarà bisogno di una cima o di un reel per misurare 30 metri/100 piedi, e i tuoi studenti subacquei avranno bisogno delle bussole.”

Oltre all’attrezzatura, assicurati di avere una lavagnetta per controllare la lista dei subacquei quando entrano ed escono dall’acqua. Porta le lavagnette appropriate per il corso, in modo da essere sicuro dei requisiti di profondità degli esercizi e, nell’appendice della PADI’s Guide to Teaching, controlla la lista dei problemi più comuni per gli studenti.

Prima dell’immersione

Arriva presto e monta l’attrezzatura prima che arrivino gli studenti. “Molte delle nostre immersioni di addestramento iniziano la mattina presto, quando fa ancora freddo. È importante che lo staff arrivi per tempo e prepari bene tutto il necessario, in modo che possano aiutare gli studenti. In questo modo nessuno prende freddo,” dice Hammer.

Cerca di anticipare sempre il tuo istruttore, in modo di essere sicuro che la classe possa passare da un’attività all’altra in modo efficace. “Un buon assistente certificato dovrebbe ragionare, riuscire ad anticipare i bisogni della classe senza che l’istruttore glielo debba chiedere, “dice Hammer. “Ad esempio, mentre lavoro con gli studenti, l’assistente certificato può montare l’attrezzatura o mettere la boa.”

Sott’acqua

Fa’ in modo di tenere sempre insieme al gruppo degli studenti e assicurati che l’istruttore sappia sempre dove sei. Se uno studente si separa inaspettatamente dal gruppo, per prima cosa pensa alla sua sicurezza mentre, nello stesso momento, avverti l’istruttore con uno shaker o un altro strumento di segnalazione acustico.

“Un buon assistente certificato è in grado di tenere unita la classe e assicurarsi che tutti stiano vicini, prestando attenzione agli studenti con cui non sto lavorando ed evitando che si allontanino,” dice Hammer.

Vogliamo sottolineare l’importanza di prestare attenzione a tutto quanto succede intorno a te. Un buon assistente presta attenzione all’istruttore e agli studenti nello stesso momento, sempre. Se devi lavorare con uno studente, guardati spesso intorno per vedere cosa stiano facendo gli altri. Mentre controlli la scorta d’aria di un subacqueo, il loro compagno potrebbe risalire velocemente.

Inoltre, un buon assistente mantiene gli studenti sempre concentrati sull’addestramento. Prima di far notare eventuali creature marine e dimostrare le tue perfette bolle a forma di anello, aspetta che abbiano terminato gli esercizi.

Speriamo di essere riusciti a darti qualche nuovo suggerimento. Se ne hai di aggiuntivi, scrivilo pure nei commenti.

Inoltre, leggi il nostro blog precedente su come essere un assistente efficace in acqua confinat

Arricchisci il tuo business!

La vendita di prodotti aggiuntivi è un processo di vendita che mira a fornire ai clienti una completa comprensione dei prodotti disponibili. È cruciale per ogni attività commerciale e un aspetto chiave del sistema educativo PADI per l’addestramento del subacqueo. La vendita di prodotti aggiuntivi è dovunque, dal personale di McDonalds che ti chiede “Vuoi aggiungere patatine al tuo menu?” al negozio di scarpe che vende anche calzini e lucido da scarpe. Queste vendite aggiuntive sono facili e ad alto profitto, e possono essere aggiunte ad un prodotto esistente da parte di un cliente.

Includere la vendita di prodotti aggiuntivi nel tuo business è un modo importante per aumentare il numero di corsi, il profitto e la soddisfazione del cliente.

Uno dei modi più semplici per fare ciò è di assicurare che ogni singolo corso che tu o il tuo staff offrite includa la possibilità di aggiungerci un corso Enriched Aid Diver. Semplicemente, ogni volta che qualcuno si iscrive ad un programma, chiedi “Vorresti aggiungere l’opzione Nitrox al tuo corso?

Perché Enriched Air?

Tutti conosciamo i molti benefici che l’addestramento PADI Enriched Air Diver porta al cliente, quindi non ci dilungheremo.

Anche per il tuo centro sub, Enriched Air è un eccellente corso addizionale. Come prima cosa, è molto semplice da pianificare, può essere condotto come corso “a secco” facile da organizzare. È supportato completamente da materiale per lo studente che permette l’apprendimento autonomo; alla tua programmazione esistente puoi aggiungere una paio d’ore per ulteriore sviluppo teorico e un po’ di tempo per un’applicazione pratica.

Inoltre, ciò significa che i tuoi costi fissi sono semplici da valutare ed è quindi altrettanto semplice calcolare il tuo profitto per ogni studente.

Facciamo due calcoli…

Se il tuo centro insegna 120 tra corsi di livello iniziale e di educazione continua all’anno, e riesci a convincere il 50% degli studenti a completare un corso PADI Enriched Air Diver, genererai 60 certificazioni aggiuntive l’anno.

Se vendi il corso a 80 Euro, avrai un profitto di 4.800 Euro l’anno dopo aver incluso tutti i costi fissi.

Dai un’occhiata al numero di certificazioni PADI Open Water Diver e PADI Advanced Open Water Diver che hai emesso l’anno scorso e calcola quanti ricavi aggiuntivi potresti generare se convincessi il 50% di questi studenti a iscriversi al corso Enriched Air Diver. Usa il Course Calculator  per valutare il tuo profitto per ogni studente e quanto puoi guadagnare!

E adesso?

  • Accedi al sito PADI Pros e apri il Course Calculator per pianificare il prezzo del tuo corso PADI Enriched Air Diver.
  • Parla con ogni membro dello staff per assicurarti che sappiano come funziona il corso, i benefici del nitrox e che chiedano allo studente “Vorresti aggiungere l’opzione Nitrox al tuo corso?
  • Utilizza le offerte speciali sui materiali Enriched Air Diver per aumentare ulteriormente la tua redditività.
  • Usa il materiale marketing digitale Enriched Air Diver per promuovere il corso ad ogni opportunità, inclusi:
    • Riferimenti a siti web a fianco di tutti i tuoi corsi base
    • Post su Facebook
    • Email dirette a clienti esistenti
  • Lancia una sfida per il tuo staff per vedere chi riesce a vendere il maggior numero di corsi aggiuntivi Enriched Air Diver in un mese.