I principali corsi PADI in formato digitale espandono la loro portata

Come parte del continuo sforzo da parte di PADI di aumentare i materiali per lo studio autonomo e massimizzare il suo pacchetto di prodotti digitali, stiamo espandendo il numero di lingue offerte per i materiali educativi dei corsi PADI Open Water Diver, PADI Advanced Open Water Diver, Advanced Open Water Diver, Freediver™ ed Enriched Air Diver, permettendo così, ad ancora più studenti nel mondo, di accedere all’esperienza PADI eLearning.

La subacquea è uno sport/passatempo/mania che cancella i confini, unisce culture e raduna persone da ogni parte del mondo in modo che si godano l’ambiente subacqueo. Queste persone, però, hanno bisogni diversi e, cosa importante, parlano lingue diverse. Quando crea i propri prodotti eLearning, PADI tiene ben presente questo fattore.

Grazie ad un pacchetto di corsi base in formato digitale facile da acquistare, scaricare e usare, l’organizzazione PADI permette ai suoi subacquei di accedere sempre più facilmente ai materiali educativi. Ora, questi materiali sono disponibili in un numero di lingue mai visto prima, rafforzando il concetto che PADI è veramente il modo con cui il mondo impara ad immergersi.

What’s new?

  • PADI Open Water Diver – Il corso Open Water Diver è ora disponibile in sette nuove lingue: ceco, croato, greco, ungherese, indonesiano, russo e turco.
  • PADI Freediver– 11 lingue in più: arabo, cinese (semplificato e tradizionale), olandese, francese, tedesco, italiano, giapponese, portoghese, spagnolo, e coreano. Thailandese e russo in arrivo.
  • PADI Enriched Air Diver – 22 lingue: Inglese, Arabo, Danese, Olandese, Francese, Finlandese, Tedesco, Greco, Italiano, Giapponese, Coreano, Norvegese, Portoghese, Russo, Spagnolo, Svedese; prossimamente, i materiali saranno disponibili in Cinese (semplificato e tradizionale), Indonesiano, Tailandese, Ebraico e Polacco.
  • Advanced Open Water Diver – Sette nuove lingue: inglese, tedesco, francese, olandese, spagnolo, cinese tradizionale e arabo.

Important to note:

  • La PADI Library App rifletterà questi cambiamenti. Se, nelle loro impostazioni, i subacquei hanno attivato gli aggiornamenti automatici, la app si aggiornerà di conseguenza. Se no, dovranno accertarsi di farlo manualmente.
  • Nota per i PADI Dive Center/Resort: nel vostro account, per riflettere i corsi e le lingue offerte, accertatevi di aggiornare le preferenze eLearning.
  • I link associati sono ora universali e non sono specifici per ogni corso. Dopo aver cliccato il link associato, lo studente vede l’impostazione predefinita di tutti i corsi e lingue. Per questa ragione, assicurati di aggiornare le preferenza dell’eLearning nel tuo account e deseleziona i corsi e le lingue di cui non hai bisogno.
  • C’è ora un’email dell’eLearning che avvisa del completamento del corso nel momento in cui lo studente finisce il suo esame finale (eLearning dell’Open Water e dell’Enriched Air) e che sono associati a te. Tutti i membri riceveranno automaticamente questi avvisi ma puoi disattivarli dalle preferenze dell’eLearning se preferisci.

Rimanete sintonizzati: presto ci saranno altri aggiornamenti per quanto riguarda l’esperienza eLearning.

Trombosi Venosa Profonda (TVP) e i Viaggi

Quando le persone parlano di cose da evitare prima dell’immersione, stare seduti troppo a lungo non è l’unica voce della lista. Quando i subacquei volano in destinazioni da sogno che si trovano a diverse ore di volo, la trombosi venosa profonda (TVP) potrebbe essere un vero problema. La TVP si presenta quando si forma un trombo in una o più vene profonde del corpo, di solito sulle gambe può sfociare in un’embolia polmonare o perfino in un ictus. Con un pò di conoscenza, questa condizione è facilmente identificabile e ancora più importante, evitabile.

I fattori di rischio di una TVP includono un riposo prolungato o l’immobilità, ferite o operazioni, gravidanza, utilizzo di contraccettivi orali o terapie ormonali, obesità, fumo, tumori, malattia cronica infiammatoria intestinale, età (essere oltre i 60 anni), altezza (essere più basso di 160 cm/5 piedi 3 pollici o più alto di 190 cm/6 piedi 3 pollici), familiarità o precedenti personali di TVP e stare seduti per lunghi periodi di tempo, specie durante i voli.

La maggior parte dei casi di TVP apparsi durante i voli aerei si sono presentati entro le due settimane dal volo e si sono risolti in otto settimane. In circa metà dei casi, non ci sono stati segnali prima della formazione del trombo, e molti casi senza sintomi si sono risolti da soli.

Se i sintomi si manifestano iniziano normalmente dal polpaccio e, e se lasciato non curato, si diffonde alla coscia e al bacino in circa il 25 percento dei casi. Una TVP non trattata della coscia e del bacino ha il 50 percento di possibilità di diventare un’embolia polmonare, la complicazione più seria della TVP. Se tu o qualcuno che conosci è a rischio di sviluppare la TVP e dei seguenti sintomi, cercare immediatamente cure mediche.

  • Gonfiore alla gamba, caviglia o piede
  • Dolore al polpaccio che si diffonde alla caviglia o piedi
  • Calore nella zona interessata
  • Un cambio nel colore della pelle a pallida, rossa o blu

Per ridurre i tuoi rischi, evita di stare seduto per periodi troppo prolungati: alzati e cammina in aereo, e se non puoi, fletti o massaggia i tuoi piedi o i muscoli del polpaccio regolarmente. Indossare calze elastiche che aiutano a migliorare il tuo flusso sanguigno e a prevenire trombi. Per ridurre ulteriormente le possibilità di incorrere in una TVP, bisogna esercitarsi regolarmente e restare idratati. Se sei ad alto rischio o sei esposto a multipli fattori di rischio, consulta il tuo medico sui potenziali benefici di prendere delle medicine come l’aspirina che dovrebbe limitare la formazione di trombi. I subacquei a cui è stata diagnosticata una TVP acuta o che prendono anti-coagulanti dovrebbero evitare di fare subacquea finché non venga dato loro il permesso da un dottore.

Pensa da Subacqueo Quando ti Immergi su un Relitto

I corsi PADI® Open Water Diver e Advanced Open Water Diver sono alla base dell’insegnamento della subacquea: sono quei corsi dove attraverso delle simulazioni subacquee viene insegnato a prendere le giuste decisioni. Insegnerai a subacquei di tutti i livelli, e puoi costruire da qui simulando delle situazioni subacquee inerenti al corso che stai insegnando, e a fare domande che li aiutino a pensare da subacquei nel valutare la situazione e fargli condividere le loro decisioni con te. Questo ti aiuta a valutare se ciò che è stato insegnato è stato capito e a vedere come mettono in pratica ciò che hanno imparato. È una maniera ottimale di allenare la capacità di prendere delle decisioni ponderate e personali. In questo modo, la simulazione incentiva lo studente a usare il buonsenso nel decidere se entrare in un relitto con il corso di Specialità PADI Wreck Diver.

Entrare in un Relitto

Quando un subacqueo vuole visitare l’interno di un relitto, il – processo decisionale – fondamentale parte con l’accertarsi che ci sia sempre un’uscita di sicurezza. Questo significa che bisogna essere in grado di trovare la via verso l’uscita, ed essere in grado di gestire qualsiasi situazione di emergenza che potrebbe incorrere nel frattempo in un ambiente chiuso. I metodi di entrata in un relitto includono due sistemi: passaggio o penetrazione.

  • Swim-throughs (passaggio) – In un passaggio, il subacqueo entra attraverso un’apertura ed esce attraverso un’altra. In un passaggio base, il subacqueo deve essere sempre in grado di vedere i due punti di entrata e di uscita verso le acque aperte sfruttando la luce naturale. Il percorso tra loro dev’essere libero da possibili ostacoli, grovigli o sedimenti. La combinazione della distanza dal punto di uscita fino ad arrivare in superficie non dovrebbe superare i 40 metri/130 piedi per gli Advanced Open Water Divers e i livelli superiori, e in altre circostanze la distanza dovrebbe eguagliare la profondità per la quale il subacqueo è stato brevettato.
  • Penetrazioni – In una penetrazione, il subacqueo entra per più di pochi metri/piedi nel relitto con l’intenzione di ritornare al punto d’entrata, sia perché non ci sono uscite o perché il subacqueo non è sicuro che ce ne sia una. Il subacqueo potrebbe andare oltre il punto di entrata che è ancora chiaramente visibile e deve seguire una cima per assicurarsi un ritorno sicuro verso l’uscita. Il percorso dev’essere illuminato e libero da ostacoli, grovigli o sedimenti. Così come per i passaggi, la distanza verso l’uscita e la la superficie non deve superare i 40 metri/130 piedi.

Usare il Buonsenso

Qualunque situazione necessita di una decisione ragionata e di buonsenso. Le risposte alle seguenti domande possono aiutare a prendere delle decisioni appropriate:

  • Sono le uscite abbastanza grandi da permettere al mio compagno e a me di nuotare da parte a parte?
  • Quanta luce c’è? È abbastanza da essere sempre in grado di vedere la luce dell’uscita?
  • C’è qualcosa abbastanza grande da poter essere considerato un ostacolo pericoloso?
  • Ci sono abbastanza sedimenti da poter potenzialmente oscurare la mia visione nella misura necessaria da non vedere la via d’uscita?
  • Per la distanza massima pianificata, è l’uscita più prossima abbastanza vicina da permettermi di lasciare il relitto e con tempo in abbondanza da poter gestire un’ emergenza?

Inoltre arrivare alla decisione dipende dall’esperienza, l’addestramento, l’abilità e l’attrezzatura del subacqueo. Due subacquei diversi che visitano lo stesso relitto possono prendere due decisioni totalmente diverse ma altrettanto appropriate. Ad esempio, i subacquei con poca esperienza su relitti che entrano in un ambiente sedimentoso, si troverebbero in un ambiente con poca visibilità creando un potenziale problema. Un subacqueo addestrato a pinneggiare in modo da non creare sospensione potrebbe non avere problemi in ambienti con sedimenti. Un subacqueo con un assetto perfetto e con abilità a regolare i propri movimenti in acqua può passare facilmente attorno a un ostacolo cosa che potrebbe risultare impegnativa per un subacqueo con meno abilità.

Avere buonsenso nel prendere decisioni permette i subacquei con più esperienza e più addestramento ad andare oltre alcune regole di penetrazione. Un subacqueo con un addestramento tecnico, come addestramento in grotta, dove è incluso un utilizzo efficace delle luci appropriate, sarà in grado di lavorare in aree dove non arriva la luce del sole.

Quando insegni il corso di Specialità PADI Wreck Diver , guida i tuoi subacquei a pensare da subacquei e a prendere le giuste decisioni riguardo la penetrazione dei relitti, in base alle specifiche condizioni del relitto, il loro addestramento e la loro esperienza. Applica simili esempi di attività decisionale in tutti i corsi in base al livello del subacqueo, l’ambiente e il tema del corso.

Fai riferimento alla Guida dell’Istruttore sul PADI Wreck Diver (Prodotto 70232) per informazioni su questo corso subacqueo di specialità.

Una versione di questo articolo è apparsa originariamente nel Terzo Trimestre dell’edizione del The Undersea Journal® del 2018.

Our Unshakeable Foundation

Amid everything the PADI® organization does in a rapidly changing world, we need to always build on the foundation for everything the PADI family does. It’s what John Cronin and Ralph Erickson laid down first when they established PADI in 1966, it’s our foundation today and it will carry us into the future. That foundation is, of course, education: diver training. What we teach and how we teach have, will and must continue to change. But, that we teach will never go away. It can’t, because it’s not what we do, but who we are.

Training is PADI’s foundation, but the heart of it is not the PADI System, eLearning, instructor cue cards and the like. These are powerful modern tools, but in 1966, several years before all of these existed, you could take PADI courses and earn PADI certifications because our training foundation was already there, entrusted where it is today – in the hands of you and your fellow PADI Instructors, Assistant Instructors and Divemasters. Without you, the PADI System – the best education system in diving by a long shot – can’t do what it does so well, much as a Steinway piano can’t sound like a Steinway without a master at its keys.

Even with all the innovations in instructional technology, such as the rise of artificial intelligence and dynamic online learning systems, human teachers still bear the weight of the best education. Innovations are important to keep PADI training relevant in today’s dynamic, personalized online world, but you still need great instructors to have great training. As American author William Arthur Ward explained it: “The mediocre teacher tells. The good teacher explains. The superior teacher demonstrates. The great teacher inspires.”

That describes the PADI family – more than 130,000 people who inspire others to learn, to dive and to care. Together we motivate divers to rise to new challenges, to have underwater adventures, to heal and help others with scuba, and to protect our fragile world. PADI Course Directors shape the future by passing our collective -wisdom to a rising generation of dive leaders, who will in turn inspire divers to do things we have not even imagined yet. Everything the global PADI organization does today has its roots in training, and that training has its roots in you, me and the rest of the PADI family.

Aristotle said, around 2,300 years ago, “Educating the mind without educating the heart is no education at all,” and that hasn’t changed – the PADI family doesn’t “teach diving”; we educate the heart and transform lives. That’s what makes PADI’s training foundation solid.

Good luck, good teaching and good diving,

Drew Richardson Ed.D.
PADI President and CEO

This article originally appeared in the 4th Quarter edition of The Undersea Journal.

Perché i Moduli sono Importanti

I nuovi PADI Instructors qualche volta si lamentano di trascorrere più tempo a controllare i moduli che a far subacquea. Quindi perché la modulistica è così importante?

Prima di tutto, informa i subacquei delle loro responsabilità nell’essere onesti nel rivelare e valutare le loro condizioni mediche e i relativi rischi dell’immergersi – anche quando gli operatori fanno del loro meglio per fornire un’esperienza divertente e sicura. Inoltre stabilisce le linee guida che tutti i subacquei sono tenuti a seguire quando partecipano a questa attività trasformazionale. La modulistica viene anche usata come prova per aiutare a difendere i professionisti subacquei in caso di incidenti e viene intrapresa un’azione legale, e in genere è un requisito chiave delle regole relative all’assicurazione per lo scarico di responsabilità. Ogni modulo ha una sua motivazione :

Liability Release / Statement of Risks (Scarico di Responsabilità / Rischi) – Questo documento spiega i rischi della subacquea ai partecipanti e garantisce che siano consapevoli che c’è la probabilità che qualcosa vada storto. Qui è importante assicurarsi che tutti gli spazi siano completati in maniera appropriata prima che lo subacqueo firmi il modulo. Non alterare il documento dopo che lo studente ha firmato il modulo, e assicurati sempre che il modulo sia stato firmato e stato correttamente.

Non-agency Acknowledgment – Questo modulo spiega ai tuoi clienti che le attività dei Membri PADI non sono proprietà della PADI, che i professionisti subacquei non sono impiegati di PADI, e che PADI non è e non può controllare le operazioni giornaliere e le decisioni del tuo staff e della tua attività. Così come per altri moduli, assicurarsi che tutti i campi vengano compilati e che il modulo sia firmato e datato.

Safe Diving Practices Statement – Questo documento è stato creato per informare i subacquei delle loro responsabilità a immergersi in sicurezza – non solo per i neo-studenti ma anche per coloro che sono già brevettati. Di nuovo, tutti i campi devo essere compilati, e il modulo dev’essere firmato e datato.

The Medical Statement parla dei rischi della subacquea e chiede al subacqueo di rivelare qualsiasi condizione medica pre-esistente. Qualsiasi risposta con un ‘si’ richiede l’approvazione del medico prima di partecipare a qualsiasi altra attività in acqua. Il subacqueo deve sempre rispondere chiaramente ‘si’ o ‘no’ a ciascuna riga e di nuovo, firmare e datare il modulo.  

Capiterà sovente che, uno dei tuoi subacquei risponderà ‘si’ a una domanda sul certificato medico e poi ne vorrà parlare con te, o cambiare la risposta in ‘no’. Se il subacqueo sceglie di cambiare la risposta, pensa attentamente alle ragioni per cui ha intenzione di farlo prima di dargli l’ok.

  • È stata una semplice svista? Se qualcuno che è biologicamente uomo risponde ‘si’ a, ‘sei incinta o stai provando ad avere un bambino?’ È accettabile per un subacqueo cambiare la propria risposta. Assicurati che firmi e dati il cambio.
  • Il subacqueo ha davvero frainteso la domanda? Se un subacqueo risponde inizialmente a una domanda ‘si’ dev’esserci una ragione. Consiglia al subacqueo di essere sincero sui problemi medici per il bene dei suoi cari, dei suoi compagni subacquei, e per la loro salute personale e la loro sicurezza. In caso di qualsiasi dubbio, dovrebbero sempre consultare un medico professionista.

È importante pianificare l’inizio del corso per tempo in modo che gli studenti subacquei possano completare i moduli richiesti e tu abbia il tempo di controllarli – assicurarsi che gli studenti subacquei completino i moduli con cura e in maniera appropriata è la chiave per la tua protezione legale in caso di incidenti.

Imparare dalle Statiche

Scritto dallo Staff della DAN

Le statistiche sugli incidenti subacquei mostrano sia dei miglioramenti nella sicurezza del subacqueo che nelle zone dove i subacquei hanno bisogno di maggiore aiuto. Il Report Subacqueo Annuale della DAN offre informazioni sulle principali cause di incidenti tra i subacquei. I professionisti subacquei possono imparare dalle statistiche e continuare a migliorare la sicurezza dei subacquei rinforzando le basi di addestramento che incoraggiano i subacquei a seguire pratiche sicure. Sapere come evitare i problemi più comuni può ridurre le possibilità di essere coinvolti in incidenti subacquei.

Pesata

Mettere troppi pesi è un problema comune ed è un problema difficile da affrontare. Dovreste pesare gli studenti in classe, in maniera corretta, ma non potete controllare quanto pesano una volta finito il corso. Inoltre bisogna ricordare agli studenti che dovrebbero usare sempre il giusto numero di pesi, magari suggerendo un ulteriore addestramento a tal proposito, come il corso PADI Peak Performancy Buoyancy (Massima Esecuzione dell’Assetto), oppure offrirsi di aiutare i subacquei a scoprire la giusta pesata ogni volta che cambiano attrezzatura o semplicemente regolarla. Usare troppi pesi è davvero pericoloso sia per i neo-subacquei che per quelli esperti. Enfatizza la necessità di sviluppare delle buone abitudini riguardo alla pesata, non solo per migliorare la sicurezza, ma anche per migliorare il loro comfort e il loro divertimento in acqua.

Assetto

Con la pratica, ciascun studente dovrebbe essere in grado di ottenere un assetto neutro e orizzontale prima del termine del corso. Sarai ben conoscente che l’incapacità di controllare l’assetto durante la discesa e la risalita può causare gravi incidenti o la morte. Non essere in grado di mantenere la propria posizione o di minimizzare la frizione in acqua può far si che i nuovi subacquei non siano coscienti della loro profondità o possano causare collisioni con oggetti pericolosi. Possono anche diminuire la visibilità quando si trascinano sul fondale e stancarsi eccessivamente a causa dei continui pinneggiamenti in acqua. Concentrati a far raggiungere la padronanza delle appropriate tecniche di assetto e incoraggia i tuoi studenti a fare tanta pratica durante i tuoi corsi.

Liste di Controllo

L’utilizzo obbligatorio delle liste di controllo in ambito aero-spaziale, sanitario e di altre aree hanno significativamente diminuito i numeri di incidenti e infortuni di questi settori. La stessa tendenza sta entrando in voga nella subacquea. Sia che utilizzi le liste di controllo, già preparate, dei materiali PADI o che crei la tua personale, utilizzare una lista di controllo è una maniera eccellente per essere sicuro di avere tutto ciò di cui necessiti per gestire la tua classe, lavorare in barca o entrare in acqua, specialmente quando si gestiscono più studenti e assistenti. Le liste di controllo sono uno strumento eccellente per ridurre gli errori. Dovrebbero servire da promemoria dei punti chiave, oltre che delle Cose da Fare. Utilizzare una lista di controllo invoglia gli studenti a emulare e li incoraggia a portare e a utilizzare le liste di controllo in tutte le loro immersioni.

Per maggiori informazioni sulle statistiche degli incidenti, visita DAN.org.

Creare Portavoce

È una mattina umida e uggiosa, c’è un traffico spaventoso e si sta creando una lunga coda. Distribuiamo volantini che pubblicizzano l’acquisto di due Discover Scuba® Diving (DSD®)-al-prezzo-di-uno. Ci muoviamo con attenzione tra le file di macchine, incontrando lo sguardo dei guidatori annoiati. La maggior parte tirano giù i finestrini, incuriositi senza dubbio dalla nostra muta intera colorata. Sorridiamo, gli porgiamo il volantino e gli spieghiamo velocemente di cosa si tratta: ‘Dimenticati del traffico, è arrivato il momento di imparare a immergerti’. Quando arriviamo al negozio subacqueo alle nove, il telefono inizia a squillare senza interruzione. Fu l’unico marketing davvero efficace mai fatto.

Per anni, abbiamo cercato la soluzione per portare nuovi subacquei nel negozio. Prima ancora dell’avvento di software di gestione subacquea di ultima generazione come EVE, avevamo dei semplici tabulati con il nome del subacqueo e una paio di parole che descrivevano come erano venuti a conoscenza del negozio e per quale motivo si erano iscritti a un corso. Lo rifacevamo tutti i mesi e, solo con qualche eccezione, ogni mese la ragione principale erano i nostri sostenitori. Correre in giro in muta nell’ora di punta fu l’unica eccezione che confermò comunque la regola.

Questo succedeva 30 anni fa, e dubito che avremmo potuto passarla liscia al giorno d’oggi.  Perciò i clienti sono decisamente in cima alla lista. E, per confermare ulteriormente la cosa, durante un recente corso Open Water Diver, ciascuno dei otto nuovi subacquei erano li perché un amico o collega gli aveva suggerito personalmente il corso. Questo è un esempio perfetto di WOMM, ovvero il Marketing con il Passaparola.

L’importanza di avere dei portavoce – queste persone sono responsabili del marketing del passaparola e di nuovi clienti – perché la tua attività possa attraversare i confini. PADI® Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA) hanno di recente pubblicato un libro bianco intitolato, “Analisi sull’Industria Subacquea Britannica.” Questo resoconto riassume i risultati chiave del sondaggio, fatto presso i Centri Subacquei PADI in giro per il Regno Unito. Inoltre offre dei suggerimenti, basati sui risultati del sondaggio, per aiutare i centri subacquei a migliorare il loro business.

Nella Sezione “Marketing per i Nuovi Subacquei”, il libro bianco parla dei nuovi subacquei come della linfa vitale del tuo business. Non sono solo i clienti attuali, ma anche i consumatori futuri. Va avanti identificando due bacini nei quali pescare i nuovi subacquei: i DSD e i potenziali utenti.

Per i DSD, il consiglio è di:

  1. Usare correttamente la Guida del Partecipante al Discover Scuba Diving e il sistema.
  2. Includere nell’esperienza un momento specifico per spiegare i benefici di un addestramento completo e come portarlo a termine.
  3. Dare ai partecipanti una motivazione per iscriversi immediatamente.
  4. Assicurarsi che i partecipanti sappiano che possono completare le abilità dell’Acqua Confinata Uno durante il loro DSD – così hanno già cominciato il percorso.
  5. Incentivare il tuo staff. Il libro bianco sottolinea che “Professionisti PADI appassionati convertiranno gli studenti allo sport – assicurati di supportarli e premiarli per il successo.” Se non puoi contare sul tuo staff per raccomandare il tuo corso Open Water Diver, e non li aiuti a farlo e non dai valore a quello che viene fatto, stai perdendo una grande fetta nello sviluppo del tuo nuovo business.

Per potenziali clienti (nuovi), il libro bianco avvisa di:

  1. Utilizzare il logo PADI.
  2. Assicurarsi di utilizzare efficacemente la pagina Facebook del centro subacqueo.
  3. Essere innovativi – raggiungere la comunità locale.
  4. Utilizzare i tuoi studenti – il passaparola è ancora la maniera migliore per attrarre nuovi subacquei.

Il libro bianco suggerisce che “Le raccomandazioni personali sono strumenti di reclutamento potente.” Incentivare gli studenti che hanno già fatto i corsi offrendogli dei premi se portano un nuovo studente. Ad esempio un regalo per ciascun studente reclutato; sconto sul prossimo corso; o uno sconto sul corso se convincono un amico a farlo con loro.

Assicurati di utilizzare metodi già testati e provati per creare dei portavoce per il tuo business e raccoglierai i frutti.

Soddisfare i Requisiti dei Corsi PADI RCP e Primo Soccorso

Alcuni corsi PADI® richiedono che l’addestramento di primo soccorso e RCP siano stati terminati entro i 24 mesi precedenti. Sarai a conoscenza che i corsi Emergency First Response® Primary e Secondary Care soddisfano i requisiti.

Come puoi determinare quali altri corsi valgono quando un subacqueo si presenta con un brevetto RCP e di primo soccorso di un’altra organizzazione?

Segui questi passi:

  • Verifica che l’addestramento RCP e di primo soccorso includa le abilità pratiche e la dimostrazione delle tecniche di RCP e di primo soccorso, fatte di persona con un istruttore qualificato. Un corso a cui mancano queste parti non viene considerato valido, come i corsi che vengono tenuti solo online o programmi di studio individuale attraverso qualsiasi altro media.
  • Controlla che l’addestramento fatto soddisfi le linee guida nelle attuali cure d’emergenza internazionali, come definito dai vari concili di rianimazione. Per maggiori informazioni sugli addestramenti RCP e primo soccorso, visita i seguenti siti web dell’Associazione ILCOR (International Liaison Committee on Resuscitation):

American Heart Association

Australian Resuscitation Council

European Resuscitation Council

Heart and Stroke Foundation of Canada

New Zealand Resuscitation Council

  • Per i candidati Divemaster PADI, includere una copia del documento di completamento del corso di primo soccorso e di RCP insieme all’Iscrizione al corso Divemaster, per evitare ritardi. La documentazione deve essere dell’organizzazione qualificante per RCP/primo soccorso. I certificati o i documenti di completamento forniti dalla terza parte, che non sono direttamente delle organizzazioni approvate per l’RCP/primo soccorso, non sono accettabili. Dai un’occhiata ai nomi delle organizzazioni per RCP/primo soccorso per cui l’istruttore è autorizzato a insegnare e assicurati che il nome sul certificato corrisponda.

Se non ti senti sicuro, contatta un Regional Training Consultant presso la tua Sede Regionale PADI prima di accettare documentazioni fornite dallo studente o dal candidato per i requisiti del corso.

Sette continenti e cinque oceani: esplorare il mondo come PADI Divemaster

Lo sapevi che il 95% del mondo sommerso è ancora inesplorato? Imbattibili per bellezza e mistero, gli oceani di tutto il mondo esercitano un fascino particolare sui subacquei. Il nostro pianeta, con oltre sette continenti e cinque oceani, offre una grande abbondanza di ambienti diversi. Per chi ama l’avventura, essere un PADI Divemaster permette di soddisfare la voglia di esplorare il mondo. Ogni individuo possiede la sua “destinazione perfetta” e, fortunatamente per voi, ci sono oltre 6.500 PADI Dive Shop in tutto il mondo. La certificazione come PADI Divemaster è un biglietto di sola andata per lavorare ed esplorare il mondo, sia quello sommerso che quello sopra la superficie del mare.

Esplorare il mondo

Immagina di svegliarti ogni giorno ed avere un lavoro che ami in una località dove prima potevi appena sognare di vivere. Essere un PADI Divemaster è un mix perfetto di lavoro e piacere. Ti permette di trasformare la tua passione in professione e di portare il tuo lavoro con te in tutto il mondo. Come PADI Divemaster, lavori sodo per assicurarti che i clienti di quel determinato PADI Dive Shop vivano un’esperienza indimenticabile mentre, allo stesso tempo, offri loro un servizio di qualità e crei con loro ricordi indelebili. Quando passi il tuo tempo con clienti di diverse provenienze e nazionalità, esplori ancora di più il mondo attraverso le loro storie. Ma questo stile di vita così gratificante ti permette anche di esplorare la zona in cui ti trovi così come – tra un impiego come PADI Divemaster e l’altro – di visitare diversi angoli della terra dove, ora, ti potrai recare: America centrale, Europa, le isole del Pacifico. Inoltre, tutte queste splendide località offrono una gamma di diversi siti di immersione. Esiste veramente qualcosa per ogni tipo di divemaster.

Lavorare in tutto il mondo

Con oltre 6.500 PADI Dive Shop in tutto il mondo, ci sono molte opportunità di lavoro. Come fai a trovare un impiego come PADI Divemaster?

Dai un’occhiata alla bacheca degli annunci di lavoro PADI sul sito PADI Pros, che riporta regolarmente offerte di lavoro da Dive Shop in tutto il mondo. Non solo, ma il sito ti permette di pubblicare una tua biografia per promuovere le tue abilità, la tua disponibilità e le località preferite. Per utilizzare la bacheca e ricevere tutti i benefici professionali PADI, devi essere affiliato a PADI e aver rinnovato la tua affiliazione. Iscrivendoti al servizio di rinnovo automatico PADI entro il 6 novembre 2018, risparmierai almeno il 25%* sulla tua quota di affiliazione annuale. Oltre al riconoscimento come marchio globale, all’avanzamento della tua carriera e alla bacheca degli annunci PADI, ci sono molti altri vantaggi nell’essere un affiliato PADI.

Sei pronto a lavorare e a viaggiare in tutto il mondo come PADI Divemaster?

 

 

 

 

Iscriviti adesso al servizio di rinnovo automatico

Dai un’occhiata alla bacheca degli annunci di lavoro PADI

*Questo sconto rappresenta un risparmio di almeno il 25% rispetto al prezzo standard di rinnovo.

 

Come promuovere con successo i viaggi di gruppo

Vuoi qualche consiglio su come pianificare, organizzare e promuovere i migliori viaggi di gruppo per i tuoi subacquei? Ecco il primo di otto consigli. Prossimamente ne pubblicheremo altri:

Destinazione

Dove vogliono andare i tuoi clienti? Da qualche parte lontana ed esotica o più vicino a casa? Sono più interessati alle immersioni per osservare vita marina o sui relitti?

Le destinazioni lontane ed esotiche sono più care, quindi vorrai essere sicuro che i tuoi subacquei vogliano spendere di più per un’esperienza indimenticabile. In caso non lo vogliano, potresti dover valutare una destinazione più vicina o a buon mercato.

Tieni a mente che la stagionalità influenza drasticamente le condizioni di immersione e la possibilità di osservare la vita marina, quindi una destinazione ideale a giugno potrebbe non esserlo a settembre.

Per essere sicuro che il tuo viaggio sia adeguato e che i tuoi subacquei ne siano entusiasti, dovresti valutare tutti questi fattori quando scegli la tua destinazione.

Uno dei modi migliori per determinare ciò a cui sono interessati i tuoi subacquei, dove vogliano andare e addirittura quanto siano disposti a spendere, è quello di chiederglielo. Invia un sondaggio a tutti i tuoi clienti per assicurarti di pianificare viaggi che rispondano alle loro necessità e ai loro interessi.

PADI TRAVEL

Non fai ancora parte del programma PADI Travel™ Affiliate? Puoi ottenere maggiori informazioni sui suoi benefici o su come espandere il tuo business grazie ai viaggi oppure aprire adesso il tuo account come affiliato.