I principali corsi PADI in formato digitale espandono la loro portata

Come parte del continuo sforzo da parte di PADI di aumentare i materiali per lo studio autonomo e massimizzare il suo pacchetto di prodotti digitali, stiamo espandendo il numero di lingue offerte per i materiali educativi dei corsi PADI Open Water Diver, PADI Advanced Open Water Diver, Advanced Open Water Diver, Freediver™ ed Enriched Air Diver, permettendo così, ad ancora più studenti nel mondo, di accedere all’esperienza PADI eLearning.

La subacquea è uno sport/passatempo/mania che cancella i confini, unisce culture e raduna persone da ogni parte del mondo in modo che si godano l’ambiente subacqueo. Queste persone, però, hanno bisogni diversi e, cosa importante, parlano lingue diverse. Quando crea i propri prodotti eLearning, PADI tiene ben presente questo fattore.

Grazie ad un pacchetto di corsi base in formato digitale facile da acquistare, scaricare e usare, l’organizzazione PADI permette ai suoi subacquei di accedere sempre più facilmente ai materiali educativi. Ora, questi materiali sono disponibili in un numero di lingue mai visto prima, rafforzando il concetto che PADI è veramente il modo con cui il mondo impara ad immergersi.

What’s new?

  • PADI Open Water Diver – Il corso Open Water Diver è ora disponibile in sette nuove lingue: ceco, croato, greco, ungherese, indonesiano, russo e turco.
  • PADI Freediver– 11 lingue in più: arabo, cinese (semplificato e tradizionale), olandese, francese, tedesco, italiano, giapponese, portoghese, spagnolo, e coreano. Thailandese e russo in arrivo.
  • PADI Enriched Air Diver – 22 lingue: Inglese, Arabo, Danese, Olandese, Francese, Finlandese, Tedesco, Greco, Italiano, Giapponese, Coreano, Norvegese, Portoghese, Russo, Spagnolo, Svedese; prossimamente, i materiali saranno disponibili in Cinese (semplificato e tradizionale), Indonesiano, Tailandese, Ebraico e Polacco.
  • Advanced Open Water Diver – Sette nuove lingue: inglese, tedesco, francese, olandese, spagnolo, cinese tradizionale e arabo.

Important to note:

  • La PADI Library App rifletterà questi cambiamenti. Se, nelle loro impostazioni, i subacquei hanno attivato gli aggiornamenti automatici, la app si aggiornerà di conseguenza. Se no, dovranno accertarsi di farlo manualmente.
  • Nota per i PADI Dive Center/Resort: nel vostro account, per riflettere i corsi e le lingue offerte, accertatevi di aggiornare le preferenze eLearning.
  • I link associati sono ora universali e non sono specifici per ogni corso. Dopo aver cliccato il link associato, lo studente vede l’impostazione predefinita di tutti i corsi e lingue. Per questa ragione, assicurati di aggiornare le preferenza dell’eLearning nel tuo account e deseleziona i corsi e le lingue di cui non hai bisogno.
  • C’è ora un’email dell’eLearning che avvisa del completamento del corso nel momento in cui lo studente finisce il suo esame finale (eLearning dell’Open Water e dell’Enriched Air) e che sono associati a te. Tutti i membri riceveranno automaticamente questi avvisi ma puoi disattivarli dalle preferenze dell’eLearning se preferisci.

Rimanete sintonizzati: presto ci saranno altri aggiornamenti per quanto riguarda l’esperienza eLearning.

Perché i Moduli sono Importanti

I nuovi PADI Instructors qualche volta si lamentano di trascorrere più tempo a controllare i moduli che a far subacquea. Quindi perché la modulistica è così importante?

Prima di tutto, informa i subacquei delle loro responsabilità nell’essere onesti nel rivelare e valutare le loro condizioni mediche e i relativi rischi dell’immergersi – anche quando gli operatori fanno del loro meglio per fornire un’esperienza divertente e sicura. Inoltre stabilisce le linee guida che tutti i subacquei sono tenuti a seguire quando partecipano a questa attività trasformazionale. La modulistica viene anche usata come prova per aiutare a difendere i professionisti subacquei in caso di incidenti e viene intrapresa un’azione legale, e in genere è un requisito chiave delle regole relative all’assicurazione per lo scarico di responsabilità. Ogni modulo ha una sua motivazione :

Liability Release / Statement of Risks (Scarico di Responsabilità / Rischi) – Questo documento spiega i rischi della subacquea ai partecipanti e garantisce che siano consapevoli che c’è la probabilità che qualcosa vada storto. Qui è importante assicurarsi che tutti gli spazi siano completati in maniera appropriata prima che lo subacqueo firmi il modulo. Non alterare il documento dopo che lo studente ha firmato il modulo, e assicurati sempre che il modulo sia stato firmato e stato correttamente.

Non-agency Acknowledgment – Questo modulo spiega ai tuoi clienti che le attività dei Membri PADI non sono proprietà della PADI, che i professionisti subacquei non sono impiegati di PADI, e che PADI non è e non può controllare le operazioni giornaliere e le decisioni del tuo staff e della tua attività. Così come per altri moduli, assicurarsi che tutti i campi vengano compilati e che il modulo sia firmato e datato.

Safe Diving Practices Statement – Questo documento è stato creato per informare i subacquei delle loro responsabilità a immergersi in sicurezza – non solo per i neo-studenti ma anche per coloro che sono già brevettati. Di nuovo, tutti i campi devo essere compilati, e il modulo dev’essere firmato e datato.

The Medical Statement parla dei rischi della subacquea e chiede al subacqueo di rivelare qualsiasi condizione medica pre-esistente. Qualsiasi risposta con un ‘si’ richiede l’approvazione del medico prima di partecipare a qualsiasi altra attività in acqua. Il subacqueo deve sempre rispondere chiaramente ‘si’ o ‘no’ a ciascuna riga e di nuovo, firmare e datare il modulo.  

Capiterà sovente che, uno dei tuoi subacquei risponderà ‘si’ a una domanda sul certificato medico e poi ne vorrà parlare con te, o cambiare la risposta in ‘no’. Se il subacqueo sceglie di cambiare la risposta, pensa attentamente alle ragioni per cui ha intenzione di farlo prima di dargli l’ok.

  • È stata una semplice svista? Se qualcuno che è biologicamente uomo risponde ‘si’ a, ‘sei incinta o stai provando ad avere un bambino?’ È accettabile per un subacqueo cambiare la propria risposta. Assicurati che firmi e dati il cambio.
  • Il subacqueo ha davvero frainteso la domanda? Se un subacqueo risponde inizialmente a una domanda ‘si’ dev’esserci una ragione. Consiglia al subacqueo di essere sincero sui problemi medici per il bene dei suoi cari, dei suoi compagni subacquei, e per la loro salute personale e la loro sicurezza. In caso di qualsiasi dubbio, dovrebbero sempre consultare un medico professionista.

È importante pianificare l’inizio del corso per tempo in modo che gli studenti subacquei possano completare i moduli richiesti e tu abbia il tempo di controllarli – assicurarsi che gli studenti subacquei completino i moduli con cura e in maniera appropriata è la chiave per la tua protezione legale in caso di incidenti.

Servizio al cliente e standard PADI

A volte, in PADI, riceviamo lamentele che riguardano problematiche di servizio al cliente piuttosto che chiare violazioni di standard PADI. Il reparto PADI Quality Management non dirà mai agli affiliati PADI come fare il proprio lavoro, ma potrà venire coinvolto quando l’operato di uno di loro riguardi gli standard PADI, compresi quelli che si trovano nella guida Codice di comportamento del membro PADI (situato nella prima sezione del tuo PADI Instructor Manual).

Ecco un piccolo ripasso di alcune tipiche lamentele da parte dei clienti, assieme ad alcuni suggerimenti per evitare di scontentare i tuoi clienti e venire contattati dal team Quality Management:

  1. I clienti manifestano scontentezza e frustrazione quando le immersioni organizzate ad un certo sito d’immersione vengono effettuate, all’ultimo momento, in un sito diverso. Ad esempio, l’immersione era stata organizzata su un reef a bassa profondità ma, lungo la via, il capitano comunica ai clienti che l’immersione verrà effettuata in un sito a maggiore profondità e con condizioni più difficili perché uno dei clienti, o peggio l’equipaggio, ne ha fatto richiesta. Nella guida Codice di comportamento, ti viene richiesto di seguire l’intento delle norme per le immersioni in sicurezza, di considerare il livello di comfort personale dei subacquei e di tenerti orientato alla sicurezza. Subacquei che sono preparati e a loro agio per effettuare un’immersione su un reef a bassa profondità potrebbero non essere pronti per un’immersione profonda e difficile. Se ti trovi a dover cambiare il sito di immersione, fai uno sforzo per scegliere siti alternativi con profili e caratteristiche simili a quelle inizialmente pianificate.

2. Un’altra lamentela abbastanza comune, da parte di studenti e subacquei, riguarda l’attrezzatura che viene loro fornita a noleggio. Ad esempio, i subacquei lamentano GAV della misura sbagliata, mute troppo piccole o troppo larghe, o una frusta che perde.

Gli affiliati PADI hanno l’obbligo di dare sempre la priorità alla sicurezza del subacqueo. Fornire ad uno studente o ad un subacqueo principiante attrezzatura della misura sbagliata, o peggio, attrezzatura che non funzioni correttamente non è in linea con questo obbligo.

La corretta manutenzione dell’attrezzatura è fondamentale per la sicurezza del subacqueo, la soddisfazione del cliente e la gestione del rischio. Chiedendo ai tuoi clienti se hanno familiarità con e sono a proprio agio nell’usare l’attrezzatura fornita a noleggio ti permetterà di fornire loro un servizio migliore. Dimostrare il tuo interesse per la sicurezza ed il divertimento del subacqueo è un comportamento prudente ed etico.

3. I rimborsi ai clienti sono una problematica comune di servizio al cliente. Ad esempio, un cliente lamenta che un corso Rescue Diver programmato per tre settimane non è ancora stato completato dopo tre mesi, a causa di continue riorganizzazioni da parte dell’istruttore. Il cliente chiede un documento di trasferimento (Referral) e l’istruttore si rifiuta di farlo, senza dare alcuna spiegazione.

Ricorda che gli standard PADI richiedono che tu emetta un referral quando lo studente subacqueo ha completato almeno un segmento del corso e ha onorato gli accordi finanziari.

Il modo migliore per evitare problemi con il servizio al cliente e la gestione della qualità è di usare un buon metro di giudizio quando si fornisce un servizio e di mantenere sempre una buona condotta professionale.

Orari di apertura dei PADI Regional Headquarters durante le vacanze natalizie 2018

PADI EMEA Regional Headquarters, a Bristol, saranno operativi tra Natale e Capodanno. Vi raccomandiamo di controllare le date e gli orari di apertura in caso abbiate necessità di mettervi in contatto con l’ufficio:

24 dicembre – Le linee telefoniche sono aperte dalle 08:15 alle 13:00

25 dicembre – EMEA Office chiuso

26 dicembre – EMEA Office chiuso

27 dicembre – Le linee telefoniche sono aperte dalle 08:15 alle 17:30

28 dicembre – Le linee telefoniche sono aperte dalle 08:15 alle 16:00

29 dicembre – Le linee telefoniche sono aperte dalle 08:15 alle 13:00

1 gennaio – EMEA Office chiuso

Il normale orario d’ufficio, dalle 8:15 alle 17:30, riprenderà da 2 gennaio 2019.

PADI annuncia il calendario per le Fiere della Subacquea 2019!

PADI ha finalmente completato la pianificazione degli eventi per il 2019 ed è lieta di annunciare che sarà presente alle seguenti Fiere:

Salon de la Plongée (Parigi, Francia): 11 – 14 gennaio – PADI Village.

Boot (Dusseldorf, Germania): 19 – 27 gennaio – PADI Village.

DIVE MENA Expo (Dubai, UAE): 26 febbraio – 2 marzo.

EUDI (Bologna, Italia): 1 – 3 marzo – PADI Village.

PADI sarà, inoltre, presente ai seguenti eventi:

Moscow Dive Show (Mosca, Russia): 31 gennaio – 3 febbraio.

Duikvaker (Houten, Olanda): 2 – 3 febbraio.

DykMassan (Stoccolma, Svezia): 16 – 17 marzo.

Una volta che saranno confermate, saranno aggiunte altre date per il 2019. Controllate per eventuali aggiornamenti.

Speriamo di darvi il benvenuto ad una o più di queste date. Se volete unirvi al PADI Village come nostri partner, mettetevi in contatto con il vostro Regional Manager per ottenere maggiori informazioni.

Creare Portavoce

È una mattina umida e uggiosa, c’è un traffico spaventoso e si sta creando una lunga coda. Distribuiamo volantini che pubblicizzano l’acquisto di due Discover Scuba® Diving (DSD®)-al-prezzo-di-uno. Ci muoviamo con attenzione tra le file di macchine, incontrando lo sguardo dei guidatori annoiati. La maggior parte tirano giù i finestrini, incuriositi senza dubbio dalla nostra muta intera colorata. Sorridiamo, gli porgiamo il volantino e gli spieghiamo velocemente di cosa si tratta: ‘Dimenticati del traffico, è arrivato il momento di imparare a immergerti’. Quando arriviamo al negozio subacqueo alle nove, il telefono inizia a squillare senza interruzione. Fu l’unico marketing davvero efficace mai fatto.

Per anni, abbiamo cercato la soluzione per portare nuovi subacquei nel negozio. Prima ancora dell’avvento di software di gestione subacquea di ultima generazione come EVE, avevamo dei semplici tabulati con il nome del subacqueo e una paio di parole che descrivevano come erano venuti a conoscenza del negozio e per quale motivo si erano iscritti a un corso. Lo rifacevamo tutti i mesi e, solo con qualche eccezione, ogni mese la ragione principale erano i nostri sostenitori. Correre in giro in muta nell’ora di punta fu l’unica eccezione che confermò comunque la regola.

Questo succedeva 30 anni fa, e dubito che avremmo potuto passarla liscia al giorno d’oggi.  Perciò i clienti sono decisamente in cima alla lista. E, per confermare ulteriormente la cosa, durante un recente corso Open Water Diver, ciascuno dei otto nuovi subacquei erano li perché un amico o collega gli aveva suggerito personalmente il corso. Questo è un esempio perfetto di WOMM, ovvero il Marketing con il Passaparola.

L’importanza di avere dei portavoce – queste persone sono responsabili del marketing del passaparola e di nuovi clienti – perché la tua attività possa attraversare i confini. PADI® Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA) hanno di recente pubblicato un libro bianco intitolato, “Analisi sull’Industria Subacquea Britannica.” Questo resoconto riassume i risultati chiave del sondaggio, fatto presso i Centri Subacquei PADI in giro per il Regno Unito. Inoltre offre dei suggerimenti, basati sui risultati del sondaggio, per aiutare i centri subacquei a migliorare il loro business.

Nella Sezione “Marketing per i Nuovi Subacquei”, il libro bianco parla dei nuovi subacquei come della linfa vitale del tuo business. Non sono solo i clienti attuali, ma anche i consumatori futuri. Va avanti identificando due bacini nei quali pescare i nuovi subacquei: i DSD e i potenziali utenti.

Per i DSD, il consiglio è di:

  1. Usare correttamente la Guida del Partecipante al Discover Scuba Diving e il sistema.
  2. Includere nell’esperienza un momento specifico per spiegare i benefici di un addestramento completo e come portarlo a termine.
  3. Dare ai partecipanti una motivazione per iscriversi immediatamente.
  4. Assicurarsi che i partecipanti sappiano che possono completare le abilità dell’Acqua Confinata Uno durante il loro DSD – così hanno già cominciato il percorso.
  5. Incentivare il tuo staff. Il libro bianco sottolinea che “Professionisti PADI appassionati convertiranno gli studenti allo sport – assicurati di supportarli e premiarli per il successo.” Se non puoi contare sul tuo staff per raccomandare il tuo corso Open Water Diver, e non li aiuti a farlo e non dai valore a quello che viene fatto, stai perdendo una grande fetta nello sviluppo del tuo nuovo business.

Per potenziali clienti (nuovi), il libro bianco avvisa di:

  1. Utilizzare il logo PADI.
  2. Assicurarsi di utilizzare efficacemente la pagina Facebook del centro subacqueo.
  3. Essere innovativi – raggiungere la comunità locale.
  4. Utilizzare i tuoi studenti – il passaparola è ancora la maniera migliore per attrarre nuovi subacquei.

Il libro bianco suggerisce che “Le raccomandazioni personali sono strumenti di reclutamento potente.” Incentivare gli studenti che hanno già fatto i corsi offrendogli dei premi se portano un nuovo studente. Ad esempio un regalo per ciascun studente reclutato; sconto sul prossimo corso; o uno sconto sul corso se convincono un amico a farlo con loro.

Assicurati di utilizzare metodi già testati e provati per creare dei portavoce per il tuo business e raccoglierai i frutti.

Vendere la subacquea come regalo

give-the-gift

I trend e i comportamenti di consumo mostrano che la gente preferisce sempre di più le esperienze alle cose. La tua attività subacquea dovrebbe capitalizzare su ciò, offrendo la subacquea a clienti nuovi e a quelli esistenti. Ma… in che modo?

Tra gli strumenti di marketing digitale (Digital Marketing Toolkit) per la Retail and Resort Association, ci sono due serie di strumenti disponibili: il Discover Scuba Diving e l’eLearning. Nonostante le differenze nella promozione, la sua implementazione è la stessa. Tu decidi quale promozione va meglio per il tuo modello di business e poi segui la formula qui sotto per una campagna sincronizzata e multi-scopo.

  • Avverti i tuoi client tramite email. Usa l’intestazione per la specifica campagna che trovi tra gli strumenti. Assicurati che la riga del soggetto e gli “snippet” siano scritti tenendo a mente Open Rate. Vorrai essere sicuro che quanti più clienti possibile leggano l’email e clicchino sulla specifica promozione.
  • Gli utilizzatori dovrebbero venire portati ad una specifica landing page o ad un particolare articolo di un blog. Assicurati di aver implementato in maniera consistente le immagini per i siti web e per l’articolo sul blog.
  • Oltre a ciò, aggiorna i tuoi canali social media con le immagini ottimizzate. Aggiorna la copertina della tua pagina Facebook, del tuo articolo su Facebook, su Instagram e su Twitter. Tieni sempre a mente la regola “80-20” per gli articoli social media su Facebook: vorrai tenere l’80% dei tuoi articoli divertenti, mentre il rimanente 20% dovrebbero essere orientati alle vendite. Non mandare “spam” di vendita ai tuoi clienti.
  • Per una completa integrazione, usa materiali offline, tipo poster e volantini, che promuovano gli hotspot all’interno del negozio o di un locale.

Digital Toolbox

Prima di implementare il piano di marketing, assicurati che la promozione sia in linea con il tuo business. Il Discover Scuba Diving potrebbe essere considerato più a buon mercato e adatto al budget di spesa per i regali, quindi ti potresti aspettare di vederne di più. Tenendo presente questa cosa, assicurati di avere a disposizione una tattica di conversione. L’obiettivo non è di vendere 10 voucher regalo per DSD nel periodo natalizio, ma di vendere 10 corsi Open Water Diver usando i voucher regalo per DSD come strumento di acquisizione di subacquei. Metti bene in risalto che l’esperienza Discover Scuba Diving conta verso il corso completo PADI Open Water Diver e valuta di chiedere un deposito prima ancora di entrare in acqua.

Usando l’eLearning, saprai fin dall’inizio che i tuoi studenti subacquei sono interessati a continuare ad immergersi. Questo ti permetterà di vendere l’Advanced Open Water durante il corso Open Water Diver. Le vendite eLearning potrebbero essere minori dei voucher regalo per DSD, tuttavia il guadagno potrebbe essere maggiore.

Opportunità di business grazie alle specialità distintive Emergency First Response

Il tuo mercato locale ha bisogno di un ulteriore tipo di addestramento di primo soccorso che non è disponibile tramite l’insieme dei corsi EFR? Ad esempio, esiste un requisito locale di primo soccorso richiesto per le aziende o le industrie? Potresti pensare che il programma EFR non riesca a soddisfare queste mancanze ma, usando la possibilità di scrivere specialità distintive Emergency First Response, potresti rispondere a queste esigenze e, allo stesso tempo, far crescere il tuo business.

Quindi, come funziona la procedura per le specialità distintive EFR? Una volta che ti viene in mente un’idea per scriverne una, scarica il modello per le specialità distintive e scrivila. Il modello in questione ti semplifica il processo.

Per darti qualche spunto, alcuni esempi di specialità distintive EFR includono:

  • Primary and Secondary Care durante i festival di musica
  • Conoscenza e trattamento del diabete

Una volta scritta la tua specialità distintiva EFR, inviacela via email in modo da poterla valutare.

Un Training Consultant lavorerà assieme a te per rispondere a qualsiasi domanda tu abbia e, in caso la tua linea guida necessiti di revisione, fornirti un feedback. Una volta che tu e il tuo Training Consultant siete soddisfatti, la linea guida della specialità e la relativa richiesta verranno inviate ad una commissione perché le prenda in considerazione.

Tutto qui. Le specialità distintive EFR sono un ottimo modo per aggiungere qualcosa di unico – qualcosa che i tuoi potenziali clienti vogliono o di cui necessitano – al tuo modello di business e supporteranno i tuoi programmi di sviluppo dell’attività EFR.

Promuovere i tuoi corsi Emergency First Response

Ripensa al tuo primo corso di RCP o primo soccorso e rispondi a queste tre domande:

1) Perché ti sei iscritto?

2) Perché hai scelto quel particolare corso?

3) Hai fatto altri corsi o sei ritornato dallo stesso istruttore o struttura per un refresher?

Probabilmente le risposte saranno diverse e ciò solleva una paio di punti importanti. Primo, le persone hanno una vasta gamma di motivi per voler imparare le procedure di RCP e primo soccorso. Possono andare dal volere sapere come prendersi cura di un familiare, al doverlo fare su richiesta del datore di lavoro. Il secondo punto è che in molte regioni ci sono molte scelte di corsi. La maggior parte delle persone non devono andare molto lontano per trovare un corso che si adatti ai loro programmi e al loro budget di spesa. Quando i corsi sono facili da trovare, devi capire come fare in modo che i tuoi corsi saltino all’occhio. Hai bisogno di un piano di marketing per riuscire a riempire i tuoi corsi EFR. Decidi chi sono i tuoi potenziali partecipanti e crea attentamente il tuo messaggio promozionale in modo che sia allettante per ogni gruppo individuato. Inoltre, devi organizzare i tuoi corsi in modo che siano convenienti e invitanti per i potenziali partecipanti.

Dividiamo questo processo in tre semplici passi:

  1. Potenziali partecipanti: tutti possono completare la formazione di primo soccorso, quindi il mercato potenziale è enorme. Inizia a ricercare chi possa aver bisogno di addestramento RCP e primo soccorso nella tua zona in modo da poterti concentrare su specifici gruppi. Spesso, questo tipo di addestramento è richiesto per certe posizioni, come per chi si prende cura dei bambini, per i bagnini o per patenti per veicoli commerciali. Inoltre, considera chiunque sia coinvolto in organizzazioni come scuole, università o gruppi giovanili.
  2. Sviluppare un contatto: puoi rivolgerti a questi gruppi in diversi modi efficaci, tra cui email, lettere o telefonate. Come punto di contatto, cerca di individuare chi prende le decisioni e di parlarci personalmente (nelle aziende potrebbe essere il direttore delle risorse umane, mentre nei centri sportivi l’allenatore o il presidente).
  3. Evidenzia i benefici! Assicurati di enfatizzare gli enormi vantaggi offerti dai tuoi corsi EFR. Ad esempio, il fatto di poter offrire corsi di primo soccorso pediatrici, formazione su DAE o corsi separati di cura secondaria. I corsi EFR sono basati su linee guida riconosciute a livello internazionale e sul fatto di poter offrire alternative di apprendimento flessibili.

Sii sempre pronto a dar seguito ai tuoi contatti con ulteriori comunicazioni ed informazioni.

Per ulteriori dettagli su come promuover i tuoi corsi EFR, non dimenticare di consultare il tuo EFR Instructor Manual (page A20) o di metterti in contatto con il tuo EFR Instructor Trainer per consigli.

Come promuovere con successo i viaggi di gruppo

Vuoi qualche consiglio su come pianificare, organizzare e promuovere i migliori viaggi di gruppo per i tuoi subacquei? Ecco il primo di otto consigli. Prossimamente ne pubblicheremo altri:

Destinazione

Dove vogliono andare i tuoi clienti? Da qualche parte lontana ed esotica o più vicino a casa? Sono più interessati alle immersioni per osservare vita marina o sui relitti?

Le destinazioni lontane ed esotiche sono più care, quindi vorrai essere sicuro che i tuoi subacquei vogliano spendere di più per un’esperienza indimenticabile. In caso non lo vogliano, potresti dover valutare una destinazione più vicina o a buon mercato.

Tieni a mente che la stagionalità influenza drasticamente le condizioni di immersione e la possibilità di osservare la vita marina, quindi una destinazione ideale a giugno potrebbe non esserlo a settembre.

Per essere sicuro che il tuo viaggio sia adeguato e che i tuoi subacquei ne siano entusiasti, dovresti valutare tutti questi fattori quando scegli la tua destinazione.

Uno dei modi migliori per determinare ciò a cui sono interessati i tuoi subacquei, dove vogliano andare e addirittura quanto siano disposti a spendere, è quello di chiederglielo. Invia un sondaggio a tutti i tuoi clienti per assicurarti di pianificare viaggi che rispondano alle loro necessità e ai loro interessi.

PADI TRAVEL

Non fai ancora parte del programma PADI Travel™ Affiliate? Puoi ottenere maggiori informazioni sui suoi benefici o su come espandere il tuo business grazie ai viaggi oppure aprire adesso il tuo account come affiliato.