PADI Dive Day in Y-40!

Manca poco al consueto appuntamento con il PADI Dive Day 2018, il 24 e 25 Novembre avrete la possibilità di passare un divertente weekend a Montegrotto Terme insieme allo staff di Y-40 & PADI!

Possibilità di provare attrezzature e di effettuare i relativi corsi PADI come per esempio il Freediver, la Specialità DPV o Dry Suit e tanti altri, divertendosi in un clima di festa… a sorpresa! Oltre ai gadget anche premi per i più “attivi”: per il Centro PADI che avrà portato il maggior numero di subacquei un voucher sconto per una crociera alle Maldive gentilmente offerto da BLUE “K” SAFARI ITALIA e per i 3 Istruttori PADI che hanno rilasciato più brevetti EAN al 31 Ottobre 2018 i premi gentilmente offerti da Aqua Lung.

Ovviamente non mancheranno gli amici del team DAN in qualità di Partner Ricerca & Sicurezza per le visite e le analisi dei profili d’immersione.

Per info e prenotazioni: www.y-40.com

Allora cosa aspettate? Ci vediamo in Y-40!

Le Sentinelle del Mare: resoconto 2018

Il Progetto Sea Sentinels dell’Università di Bologna non conosce confini! Nel 2018, oltre a PADI e Scubapro, si è aggiunto Confturismo-Confcommercio in qualità di importantissimo partner aiutando l’ulteriore diffusione della “recreational citizen science”.

Ma in che modo Confturismo-Confcommercio ha supportato tale progetto? Il tutto si è svolto tra Maggio e Settembre in 27 destinazioni turistiche sparse lungo quasi tutta la costa Italiana, isole comprese. A monte dell’iniziativa, svoltasi con grande successo di operatori e pubblico, la promessa di Confcommercio, pronunciata il 5 ottobre 2017 a Malta nell’ambito della Conferenza mondiale patrocinata dalla Commissione Europea OUR OCEAN, di dare il proprio contributo alla salvaguardia dei mari supportando l’attività del Dipartimento di scienze biologiche, geologiche e ambientali (BiGeA) dell’Università di Bologna  e – in particolare – proprio questo progetto, per il quale le ASCOM e le Federazioni socie di Confturismo-Confcommercio, con le imprese associate,  hanno messo a disposizione sedi e personale. Il tutto nel quadro complessivo dell’azione che il Sistema Confcommercio porta avanti da anni – a livello nazionale e Comunitario – in tema di Ambiente, Blue economy e turismo sostenibile. Come funziona il progetto SENTINELLE DEL MARE e qual è la sua portata scientifica e didattica? Quali obiettivi si prefigge e quali risultati si sono avuti? Perché Confcommercio e Confturismo hanno sposato il progetto e cosa ha significato per le categorie e gli operatori del settore essere SENTINELLE DEL MARE nell’estate 2018? Che esperienza ha maturato il mondo dell’Università e della ricerca lavorando, per questa attività, a stretto contatto con imprese e professionisti del turismo? Cosa è successo effettivamente nelle aree dei Comuni che hanno ospitato la rilevazione e come hanno accolto i turisti e i residenti l’invito a diventare SENTINELLE DEL MARE? Questi sono i temi che i relatori affronteranno durante i prossimi Seminari e Member Forum PADI! Non mancate!

Vorresti aggiungere l’opzione Nitrox al tuo corso?

Con moltissimi operatori subacquei che offrono il corso PADI Enriched Air Nitrox (EANx), faremmo un disservizio ai nostri clienti se non promuovessimo l’opportunità di imparare ad usarlo durante le immersioni e non educassimo gli studenti sui suoi incredibili benefici. Chi, all’interno dei limiti ricreativi, non vorrebbe trascorrere più tempo sott’acqua?

Come professionisti PADI, sappiamo quali siano i benefici di immergersi con il nitrox, ma come comunicarlo ai clienti che entrano nel tuo centro sub? Potrebbero essere entrati solamente per imparare ad immergersi e noi chiediamo loro altri soldi per immergersi con qualcosa chiamato nitrox.

Quindi, come educhiamo i subacquei ai benefici dell’immergersi con il nitrox?

  • Promozione naturale.

Quando possibile, una delle prime cose è di far immergere tutto il tuo staff con il nitrox. La naturale curiosità degli studenti farà sì che, durante un corso, rivolgano al Divemaster la fatidica domanda: “Che cos’è il nitrox?”

  • Spiegare bene il valore dei soldi spesi in più.

Se sei anche nella posizione di offrire nitrox ai tuoi studenti, accertati di spiegare bene perché il costo extra è più che compensato dal maggior tempo disponibile sott’acqua. I subacquei che non hanno la certificazione PADI Enrich Air Diver presto faranno la fila per iscriversi al corso. Se offri pacchetti subacquei, perché non valuti la convenienza di offrire ai tuoi subacquei il nitrox “gratuito” o “incluso” nel pacchetto stesso.

  • Aumento del tempo di fondo.

Utilizza un esempio per dimostrare agli studenti il valore di usare PADI EANx quando si immergono in un popolare sito d’immersione. Ad esempio, usando un computer subacqueo in modalità “planning”, puoi dimostrare ai tuoi studenti di quanto possono estendere il tempo di una loro immersione a 21 metri:

  • Usando aria, il tempo di fondo è di 37 minuti
  • Usando EANx al 40% (il massimo consentito per un subacqueo Enriched Air Diver), il tempo di fondo è di 89 minuti!

In questo caso, gli 89 minuti sono una dimostrazione per il subacqueo di quanto più a lungo possa rimanere sott’acqua, ad un costo minimo. Per far capire la convenienza ai tuoi studenti e per coinvolgerli, fai in modo che calcolino il costo per minuto del tempo che trascorrono sott’acqua e si convinceranno subito che il nitrox è di gran lunga l’opzione migliore. Se riuscirai ad applicare uno o entrambi questi suggerimenti, il corso si promuoverà da solo.

  • Integrare il corso.

Hai suscitato la curiosità dei tuoi studenti: come fai, adesso, ad integrare il PADI EANx con il corso a cui si sono iscritti? Come sappiamo, il corso PADI EANx può essere completato senza fare le immersioni, ma per un PADI Open Water Diver è una bella conquista immergersi realmente con il nitrox, dal momento che la Enriched Air Adventure Dive non può essere simulata. Il corso PADI EANx può, inoltre, essere insegnato assieme ad altri corsi Specialty Diver, ma alcuni – come il Deep Diver e il Wreck Diver – possono veramente beneficiare di un maggior tempo di fondo.

Nella sezione “Collegamenti fra i corsi” del tuo Manuale Istruttore, puoi vedere tutti i dettagli di come collegare i vari corsi tra di loro. PADI EANx è quello che offre maggiore flessibilità, da questo punto di vista, e può essere facilmente collegato con i corsi Open Water Diver, Advanced Open Water Diver così come con altre specialità.

  • Come offrirlo ai tuoi clienti.

Come ultima cosa, dovresti valutare il modo in cui promuovi il corso PADI EANx. Quando ti avvicini ai tuoi studenti, assicurati che il centro della discussione non sia sul costo aggiuntivo. Quando chiedi “Vorresti aggiungere l’opzione nitrox con il tuo corso?”, quello che fai è offrire, come esperto professionista PADI, il corso giusto per i tuoi studenti, in modo che possano ottenere il meglio dalle loro immersioni. Se tutto va bene, grazie a questa esperienza, decideranno di entrare a far parte del mondo della subacquea.

I principali corsi PADI in formato digitale espandono la loro portata

Con i corsi Open Water Diver e Freediver™ tradotti in un maggior numero di lingue e l’esperienza PADI eLearning® che diventa sempre più fluida, PADI® rafforza la sua posizione di leader nell’educazione subacquea.

La subacquea è uno sport/passatempo/mania che cancella i confini, unisce culture e raduna persone da ogni parte del mondo in modo che si godano l’ambiente subacqueo. Queste persone, però, hanno bisogni diversi e, cosa importante, parlano lingue diverse. Quando crea i propri prodotti eLearning, PADI tiene ben presente questo fattore.

Grazie ad un pacchetto di corsi base in formato digitale facile da acquistare, scaricare e usare, l’organizzazione PADI permette ai suoi subacquei di accedere sempre più facilmente ai materiali educativi. Ora, questi materiali sono disponibili in un numero di lingue mai visto prima, rafforzando il concetto che PADI è veramente il modo con cui il mondo impara ad immergersi.

Ora, il corso Open Water Diver e il famoso Freediver sono disponibili in altre lingue (con altri corsi presto disponibili in altre ancora).

  • PADI Open Water Diver – Il corso Open Water Diver è ora disponibile in sette nuove lingue: ceco, croato, greco, ungherese, indonesiano, russo e turco.
  • PADI Freediver – Assieme all’esistente versione in inglese, il popolare programma è ora disponibile in altre 10 lingue: arabo, cinese (semplificato e tradizionale), olandese, francese, tedesco, italiano, giapponese, portoghese e spagnolo. Presto sarà disponibile in coreano, tailandese e russo.

La PADI Library App rifletterà questi cambiamenti. Se, nelle loro impostazioni, i subacquei hanno attivato gli aggiornamenti automatici, la app si aggiornerà di conseguenza. Se no, dovranno accertarsi di farlo manualmente.

Nota per i PADI Dive Center/Resort: nel vostro account, per riflettere i corsi e le lingue offerte, accertatevi di aggiornare le preferenze eLearning.

Rimanete sintonizzati: presto ci saranno altri aggiornamenti per quanto riguarda l’esperienza eLearning.

 

PADI Women’s Dive Day 2018!

Sabato 21 luglio, in occasione del quarto PADI Women’s Dive Day annuale, i PADI Dive Center, i Resort e i nostri Affiliati hanno organizzato più di 1.000 eventi, in 104 Paesi del mondo. Con una partecipazione da record, la giornata ha riunito migliaia di subacquei di ogni genere, età e livello d’esperienza.

Qui di seguito, alcuni resoconti di eventi che hanno reso questa edizione ancora più speciale.

Regno Unito. Quest’anno, i PADI Dive Center inglesi sono stati i più creativi e aperti a tutti. Il centro Fifth Point Diving ha dedicato una settimana intera a laboratori di fotografia subacquea, safari snorkeling e ad un’immersione improvvisata Dive Against Debris, prima di culminare con un evento PADI Women’s Dive Day. Vivian Dive Centre ha fatto coincidere il PADI Women’s Dive Day al loro evento inaugurale, lo Scuba Pride, dando il benvenuto ad ancora più partecipanti che hanno avuto la possibilità di parlare con colleghi subacquei, commercianti e alcuni membri dello staff di PADI stessa; hanno potuto sperimentare un’ampia gamma di attività subacquee, dal Discover Scuba Diving alle immersioni di prova Tec e Sidemount. Chi non si immergeva, poteva farsi una foto nella cabina fotografica, farsi dipingere il viso o rifocillarsi presso il barbecue.

Sharm el Sheikh, Egypt. *Avviso allergeni – questo racconto contiene tracce di arachidi. Al Camel Dive Club sono orgogliosi di essere considerati la destinazione ideale dalle subacquee che viaggiano da sole, quindi il PADI Women’s Dive Day è il contesto perfetto per tutte le viaggiatrici con simile mentalità. Durante la giornata vera e propria, Camel Dive Club ha organizzato un’immersione Dive Against Debris con più di 25 partecipanti, seguita da una versione speciale del loro evento settimanale, la Divers’ Night. Accompagnati dai successi musicali di artisti femminili che fuoriuscivano a tutto volume dagli altoparlanti, i festeggiamenti sono velocemente degenerati nel primo combattimento a base di arachidi e pistacchi, il Women’s Dive Day Peanut Fight.

Sicilia, Italia – Le acque cristalline della Sicilia sono state la cornice perfetta per permettere a Sea Spirit di festeggiare tutte le loro donne, dallo staff ai subacquei. La loro squadra è formata per metà da staff femminile: istruttori, manager, impiegati amministrativi e barcaioli. Ventiquattro subacquei e subacquee hanno partecipato ad una splendida immersione, tutti indossando una maglietta rosa in segno di supporto alla comunità subacquea femminile.

Maldive. 50 subacquee di origine maldiviana si sono immerse con Moodhu Goyye. La comunità subacquea Maldiviana su Facebook, creata dal PADI Course Director Zoona Naseem, ha organizzato il più vivace PADI Women’s Dive Day a tutt’oggi, con la partecipazione di 50 subacquee a condividere la loro passione con chi ancora ancora non si immerge, per fornire ispirazione ad una comunità in continua crescita. Sei diversi PADI Dive Center si sono uniti per rendere questa una giornata di immersioni nelle Maldive davvero indimenticabile.

Svizzera. Sebbene non abbia sbocco sul mare, sembra che qui le opportunità di immergersi siano infinite: immersioni nei laghi d’estate, sotto i ghiacci d’inverno e nei fiumi seguendo la corrente. È proprio in un fiume che Valeria Machado ha organizzato un evento Women’s Dive Day. L’entusiasta fotografa subacquea coltiva da tempo il sogno di esporre le sue fotografie nel fiume Verzasca e lo ha finalmente realizzato il 21 luglio. Con l’aiuto di professionisti PADI e PADI Dive Center, la galleria fotografica subacquea le ha permesso di realizzare una splendida cornice nella quale esporre le sue immagini.

Sud Africa. Il centro Pro Dive, a Port Elizabeth, ha riassunto perfettamente il loro PADI Women’s Dive Day con poche, semplici parole: “Condividiamo ciò che amiamo: sole, mare, capelli incrostati di sale e del colore dell’oceano – una vita da sirena.” Le loro immersioni da barca, seguite dal pranzo, hanno contribuito a riunire la loro comunità subacquea femminile e ispireranno gli amici degli amici e i familiari a provare ad immergersi.

Turchia. Per un paese dove, fino alla fine degli anni 90, la popolazione era prevalentemente di sesso maschile, la certificazione di una donna subacqueo è stata una notizia talmente eclatante da essere pubblicata sui giornali. Grazie all’introduzione di diversi operatori subacquei e istruttori PADI nella zona, il numero di subacquee ha continuato a crescere. La partecipazione a questa edizione del Women’s Dive Day è stata impressionante, con eventi organizzati in tutto il Paese per subacquei e non.

Emirati Arabi Uniti. Il centro Freestyle Divers, situato sulla costa in località Dibba Al-Fujairah, è entrato nello spirito Women’s Dive Day grazie alla possibilità per i partecipanti di effettuare immersioni da riva, da barca ed esperienze Discover Scuba Diving nell’arco di tutta la giornata. Per rendere le cose interessanti, hanno anche organizzato una caccia al tesoro subacquea e regalato ai loro subacquei un sacchetto contenente alcuni regali.

Ci sono stati molti altri incredibili eventi in tutta la regione e al mondo. Puoi guardare altre foto sulla pagina Facebook PADI o fare una ricerca #PADIWomen sui social media.

Se quest’anno hai organizzato un evento, ricorda di dare seguito con tutti i tuoi partecipanti. Un semplice messaggio del tipo “Grazie per esservi immersi con noi” mantiene alto l’interesse dei subacquei e li incoraggia a continuare ad immergersi con te. Non scordare di includere una “call to action”.

Segna questa data in agenda – L’anno prossimo, il PADI Women’s Dive Day è programmato per sabato 20 luglio 2019.

 

Diamo il benvenuto ai nuovi Course Director PADI EMEA 2018

A luglio ha avuto luogo il secondo Course Director Training Course (CDTC) Internazionale per il 2018, a Punta Cana, Repubblica Domenicana.

Durante nove giorni di lavoro molto intensi, assieme al personale PADI proveniente da diversi Regional Headquarters, i candidati Course Directors selezionati imparano a promuovere e insegnare i corsi a livello istruttore. Durante il programma, i candidati sono costantemente valutati e, una volta completato con successo il corso, ottengono il prestigioso titolo di PADI Course Director.

Diamo, quindi, il benvenuto ai nostri Course Directors PADI Europe, Middle East and Africa e auguriamo loro il miglior successo con la loro attività Instructor Development nel 2018.

RYAN BURCHELL SUD AFRICA
DAVID KENDRICK-WHITE REGNO UNITO
SHAM’AA HAMEED MALDIVE
JASON LINBOURNE REGNO UNITO
IAN CRADOCK REGNO UNITO
AIKATERINI KANELLOPOULOU GRECIA
MATTHEW CLEMENTS REGNO UNITO
ANDREAS BRUSTMANN AUSTRIA
MARCUS KITCHING-HOWE REGNO UNITO
PAMELA HOLT REGNO UNITO
JARI FORSMAN MOZAMBICO

Per avere maggiori informazioni sul Course Director Training Course o per proporre la propria candidatura al programma, cliccate qui

 

PADI Women’s Dive Day: Tiziana Ravera

Con l’avvicinarsi del PADI WOMEN’S DIVE DAY che si terrà il prossimo Sabato 21 Luglio PADI EMEA intervista alcune donne che da anni si stanno dedicando interamente alla subacquea.

Tiziana Ravera è Membro PADI dal 2006, è titolare del 5 Star IDC “Diving Nervi ITC” a Genova Nervi.

Quando ti sei innamorata dell’acqua?
Fin da piccola ho sempre nutrito una passione per il mare. Potevo restare ore a giocare nell’acqua ed era molto difficile farmi uscire!

Come hai iniziato ad immergerti?
La mia prima immersione risale al 1995 in Grecia durante una vacanza: mi propongono di fare un DSD PADI ed io, proprio per la passione che ho sempre avuto per l’acqua, ho accettato. Quel “battesimo” è stato l’inizio inaspettato di un bellissimo viaggio che tuttora continua nella mia vita.

Quando sei diventata Istruttore PADI?
Nel 2007 ho fatto il corso per Istruttori PADI a Genova, avevo intenzione di lavorare e di girare un po’ il mondo.

Perché hai scelto di lavorare nella subacquea?
Per trasformare una passione in un lavoro a tempo pieno e, come detto prima, per girare il mondo. Per fortuna la professione di un Istruttore PADI si svolge spesso in località turistiche da favola, quindi non vedevo l’ora di cominciare.

Perché hai scelto di aprire un Centro PADI?
Dopo aver lavorato come Istruttore PADI all’estero ed in Italia ho deciso di avere un mio centro. Volevo prima di tutto mettere alla prova me stessa ma avevo anche intenzione di dare il massimo ai miei clienti; se fossi stata proprietaria del diving center mi sarei sentita in grado di fare tutto ciò ed allora mi sono “buttata” nel business subacqueo.

Cosa diresti a chi legge questo articolo ed in particolare alle donne che sono interessate alla subacquea?
La subacquea è un’attività meravigliosa, vi cambia la vita, alle donne ancor di più che agli uomini. Se poi deciderete di farne una professione, cambierete in meglio non solo la vostra vita ma anche quella degli altri.

Grazie Tiziana, per l’intervista e per tutto ciò che fai a sostegno della subacquea e di PADI!

PADI Women’s Dive Day: Donatella Ischia

Con l’avvicinarsi del PADI WOMEN’S DIVE DAY che si terrà il prossimo Sabato 21 Luglio PADI EMEA intervista alcune donne che da anni si stanno dedicando interamente alla subacquea.

Donatella Ischia è Membro PADI dal 2000 e Course Director PADI dal 2013, è titolare insieme al marito del 5 Star IDC “Ambiente Acqua” ad Arco (Trento).

Quando ti sei innamorata dell’acqua?

Nel 1997! Ero in vacanza con un’amica, lei era subacquea ed io no, così ho provato e mi è piaciuto tantissimo!

Come hai iniziato ad immergerti?

Quando sono tornata a casa dalla vacanza ho cercato un centro e ho fatto il mio primo corso. Parliamo del 1997 e il corso lo feci al Lago di Garda.

Un anno dopo proprio sott’acqua (in un’immersione al Cristo Silente di Porto San Nicolò di Riva del Garda) incontrai quello che sarebbe diventato mio marito!

Quando sei diventata Istruttore PADI?

Sono diventata Istruttore nel 2004.

Avevo fatto il corso Divemaster assieme a mio marito qualche anno prima; lui nel 2002 era diventato Istruttore e così fondammo una piccola scuola. Nei primi tempi lo assistevo come Divemaster, ma ad un certo punto ci rendemmo conto che serviva che diventassi Istruttore anch’io e così feci l’IDC.

Perché hai scelto di diventare Course Director PADI?

La piccola scuola di immersioni è diventata nel 2008 anche un negozio di attrezzature subacquee ed un centro ricariche. Subito ho voluto che il nostro centro diventasse un Centro PADI, ma puntavo già al 5 Stelle che abbiamo raggiunto nel giro di un anno. A quel punto la scelta era obbligata! Ricordo che ne parlai con il Regional Manager che fu entusiasta e mi spronò affinché l’obiettivo diventasse realtà.

Perché hai scelto di aprire un Centro PADI in Trentino, regione così lontana dal mare?

La subacquea è la passione della mia vita ed è diventata anche una scelta professionale. Sono nata e vissuta sulla sponda trentina del Lago di Garda, che amo e che non finisce mai di affascinarmi, quindi è proprio qui che volevo farlo. E poi immergersi nel Lago di Garda è molto più bello di quello che si possa pensare. La guida di immersioni che ho scritto insieme a mio marito (Top Garda Diving) l’ho sottotitolata “la montagna sommersa” perché è proprio così che appare il lago sott’acqua, con canaloni, franate e pareti vertiginose, frammezzate da arenili disseminati di piante acquatiche.

Cosa diresti a chi legge questo articolo ed in particolare alle donne che sono interessate alla subacquea?

Direi quello che la PADI mi ha insegnato da subito … vedi luoghi, conosci persone e fai cose… sembra una frase banale ma non lo è affatto. Una donna può veramente esprimersi in mille sfaccettature, perché la subacquea non è solo uno sport, ma una multidisciplina, quindi offre la possibilità di far emergere le qualità e le passioni di ciascuno!

Grazie Donatella, per l’intervista e per tutto ciò che fai a sostegno della subacquea e di PADI!

Tendenze di viaggio guidate dalla tecnologia

Scritto da Ted Alan Steadman

L’era digitale magari non è più una novità, ma il continuo cambiamento nella tecnologia apre nuove opportunità e ne chiude altre. Ciò è più che mai evidente nel mondo dei viaggi. L’influenza della tecnologia sui viaggi lo ha reso uno dei settori più sensibili alla rivoluzione digitale. Gli operatori di viaggio negli anni 80 e 90 sono stati sostituiti da ricerche su siti internet e prenotazioni online, creando un cambiamento radicale nel modo in cui ricerchiamo, pianifichiamo ed effettuiamo i nostri viaggi. In quegli anni, chi si sarebbe potuto immaginare l’integrazione tecnologica e la convenienza di cui oggi i moderni viaggiatori godono?

“Le agenzie di viaggio online sono stati tra i principali vincitori della rivoluzione digitale nel settore dei viaggi che ha cambiato il modo in cui il consumatore moderno organizza e prenota i suoi viaggi,” dice Angelo Rossini, analista presso Euromonitor International, un’organizzazione di ricerca marketing globale. “Nei prossimi anni, i viaggiatori richiederanno servizi sempre più personalizzati, con aziende in grado di consigliar loro prodotti personalizzati in base ai loro profili e comportamenti passati.”

La nostra disposizione ad essere sempre connessi gioca un ruolo importante nel comportamento del consumatore. I viaggiatori esperti di tecnologia si aspetteranno esperienze ad alto contenuto tecnologico su piattaforme digitali. Ad esempio, nel 2017 il sito di viaggi Travelport Digital, nel suo sondaggio su principali aziende e professionisti di viaggio in cinque continenti, ha riportato che “il 90 per cento delle aziende di viaggio hanno dichiarato che l’avere una ‘strategia mobile’ è “fondamentale” o “molto importante” per il futuro successo della loro organizzazione.”

Prova ulteriore ne sia il fatto che l’enorme catena alberghiera Starwood Hotels and Resorts è consapevole che la tecnologia è profondamente radicata nei consumatori. “La tecnologia digitale ha cambiato il modo con cui entriamo in contatto con i clienti, creando una relazione continua sia che stiano con noi o meno,” dice Stephan Croix, Vice Presidente Marketing dello Starwood. “Con molti viaggiatori già in cerca di un’esperienza più locale e su misura, i viaggi personalizzati stanno già prendendo piede.”

 

L’arrivo di PADI Travel™

Questa divisione, appena aperta, sostituisce il precedente PADI Travel Network® con un programma più completo, sofisticato e basato su incentivi, ideato per ogni segmento della comunità globale PADI®. Grazie alla sua tecnologia, i viaggi subacquei saranno più facili e redditizi per te. Questo network fornisce ai PADI Dive Center l’abilità di vendere facilmente pacchetti di viaggi subacquei in tutto il mondo (letteralmente) e, allo stesso tempo, i PADI Resort appariranno nella piattaforma di viaggio più completa al mondo.

Per capire chiaramente lo stato attuale dei viaggi subacquei, diamo un’occhiata al passato. Ritorniamo al 1988 quando John Cronin, co-fondatore di PADI, ha avuto l’idea di aprire una compagnia per offrire viaggi ai subacquei, al tempo un concetto completamente nuovo. PADI Travel Network, originalmente, iniziò come un’agenzia di viaggi di tipo all’ingrosso specializzata in vacanze subacquee per viaggiatori singoli e in gruppo, e faceva base presso PADI Worldwide nella Orange County, California, USA. Operava con la filosofia che la crescita del settore subacqueo dipendeva da ciò che Cronin chiamava “Le Tre E” – Educazione, Equipaggiamento ed Esperienza (la quarta E – Ecologia – venne aggiunta più tardi). Dopo le prime due E, i viaggi offrivano l’esperienza ritenuta cruciale per mantenere i subacquei in attività. Inoltre, Cronin vedeva i viaggi come strumento per connettere i PADI Dive Centers / Resort nel mondo, da qui PADI Travel Network.

Passiamo velocemente al 21° secolo: con l’aiuto di piattaforme online più sofisticate, migliori presentazioni dal punto di vista visuale e tecnologia mobile, PADI Travel risveglia e dà nuova forza a questo concetto, integrando ogni aspetto dell’esperienza dei viaggi subacquei sotto lo stesso tetto, in modo che chi acquista viaggi subacquei ottenga effettivamente ciò che vuole.

“Questa è un’offerta completamente nuova,” dice Sandro Lonardi, PADI Travel Marketing Manager, e spiega che quando scelgono le loro vacanze le persone stanno diventando più indipendenti e hanno maggiori aspettative. Si aspettano di poter gestire la loro vacanza con un tocco del loro laptop, tablet e dispositivi mobili. “Abbiamo progettato il nuovo PADI Travel in modo che sia l’agenzia di viaggio online definitiva per i subacquei,” dice Lonardi.

Navigare la sezione PADI Travel all’indirizzo travel.padi.com permette ai subacquei di ricercare, paragonare e prenotare facilmente vacanze ovunque nel mondo, 24/7, tramite un catalogo che offre una della più grandi scelte di barche liveaboard e destinazioni subacquee sul mercato. Con un tocco, chi visita il sito PADI Travel trova un’interfaccia semplice che dà loro informazioni, li educa e li mette in grado di digitare qualsiasi esperienza stiano cercando. “I subacquei che viaggiano usano i motori di ricerca e i social network per ricercare e organizzare le loro vacanze subacquee,” dice Lonardi, “ed il fatto di trovarsi su un sito come travel.padi.com permette agli operatori e ai resort subacquei di esporre la loro offerta per il loro target di clienti. PADI Travel è progettato per attirare migliaia di subacquei in cerca della loro vacanza.”

 

Cosa vede il cliente

PADI Travel include più di 300 bellissime guide su destinazioni subacquee, con informazioni sulle immersioni e sugli spostamenti, sulla vita marina locale, sul periodo migliore per recarvisi, sui migliori siti d’immersione, su offerte ed altro ancora. Vengono presentati circa 300 barche liveaboard, con descrizioni complete, foto ad alta risoluzione, video accattivanti ed oltre 3.000 diversi itinerari che indicano disponibilità, prezzi e altre informazioni per subacquei interessati. Assieme ai PADI Dive Resort, Centre, itinerari ecologici e guide sulle destinazioni, i subacquei hanno accesso anche ad esperti dedicati che offrono consigli personalizzati per l’organizzazione di viaggi subacquei in 80 Paesi.

Il cliente in cerca di viaggi sub, però, è solo uno dei beneficiari. Chi vende su PADI Travel può registrarsi come affiliato per ricevere commissioni e sconti. Con questo programma, i PADI Dive Center che gestiscano un loro programma di viaggi interno possono accedere ad un’immensa scelta di barche liveaboard e destinazioni subacquee, così come ad esperti di viaggio che possono rispondere anticipatamente alle loro domande. Questa accessibilità offre ai dive center un orizzonte globale che sarebbe proibitivo o difficile da mantenere senza questo programma. I PADI Resort, nel frattempo, possono ottenere supporto e business tramite la rete interconnessa di venditori di viaggi subacquei ed agenti registrati su PADI Travel.

Per finire in bellezza, l’obiettivo è di mantenere il più alto grado di soddisfazione del cliente grazie ad un servizio di supporto al cliente 24 ore al giorno, sette giorni alla settimana. La rete di esperti di viaggi subacquei che lavora per il programma di viaggi – ogni rappresentante ha in media 2.500 immersioni – aggiunge un tocco personale ritenuto fondamentale per i professionisti del moderno settore viaggi.

Viaggi subacquei in crescita

“Creare e implementare PADI Travel è stato un enorme, continuo sforzo,” dice Lonardi. “Possiamo rivolgerci a viaggiatori singoli o in gruppo. PADI Travel utilizza la piattaforma tecnologica di ultima generazione per combinare il meglio delle prenotazioni online con un tipo di consulenza personale.” Non solo i PADI Dive Center riusciranno a vendere più facilmente pacchetti di viaggio e i PADI Resort otterranno un orizzonte più ampio, ma i professionisti PADI avranno maggiori opportunità per promuovere vendite di viaggi.

Per i Membri PADI che se la cavano con la tecnologia e sono a conoscenza delle opportunità fornite dal marketing digitale, molti aspetti di PADI Travel saranno familiari. Per chi, invece, sta cercando di implementare uno sforzo di marketing più strategico, rimane la tipica filosofia della famiglia PADI di far crescere la comunità subacquea globale.

 

Risultati e traguardi storici

Nel 2017, tu e i tuoi colleghi Membri PADI® avete aiutato a migliorare le vite di più persone che mai facendo loro conoscere la magia del mondo sommerso. Professionisti PADI dedicati hanno emesso il maggior numero di certificazioni nella storia PADI, aiutati da sempre più numerosi Dive Center / Resort nel mondo.

Come Membro PADI, giochi un ruolo fondamentale nel far diventare realtà i sogni subacquei delle persone. Grazie all’insegnamento dei corsi subacquei più ricercati al mondo, trasformerai le vite dei subacquei; il tuo ruolo va oltre la sicurezza e l’educazione perché stai creando una forza globale per il bene che può generare un cambiamento positivo per le nostre comunità e l’ambiente. Insieme, siamo nella situazione migliore per salvaguardare i nostri oceani per le generazioni future. Sei parte integrante di una tribù impegnata ad essere la migliore al mondo e per il mondo.

Controlla la lista dei Membri PADI che nel 2017 hanno raggiunto il traguardo dei 5, 10, 15, 20, 25, 30, 35, 40 e 45 anni di affiliazione, assieme ai PADI Dive Center che hanno raggiunto quello dei 30, 35 e 40 anni.

Siamo PADI℠ – The Way the World Learns to Dive®.