Instructor Development Update del 2019

Siamo felici di invitarti a far parte di uno degli eventi che avranno luogo in EMEA nel 2019 riguardanti l’Instructor Development Update. Questi eventi copriranno il curriculum dell’IDC revisionato, in attesa del lancio che avverrà verso fine anno.

Questi eventi live ti daranno l’opportunità di essere totalmente aggiornato sugli ultimi cambiamenti di standard dell’Instructor Development Course revisionato, e forniscono una visione più ampia degli emozionanti sviluppi di PADI pianificati per il 2019 e oltre. Come PADI Course Director partecipare a uno di questi eventi ti abiliterà a insegnare il curriculum dell’IDC revisionato, quando verrà lanciato a fine 2019. I posti per partecipare a questi eventi sono limitati e tutti gli IDC Staff Instructors, Master Instructors e Course Directors sono i benvenuti. Questo programma darà i requisiti come Active Status Course Director e conterà anche come credito per il seminario per fare domanda per diventare Master Instructor e CDTC.

Questo Aggiornamento copre i seguenti temi:

  1. Novità Standard e Curriculum
  2. Materiali Digitali e eLearning Revisionati
  3. Cambiamenti del Knowledge Development Evaluation
  4. Cambiamenti del Confined and Open Water Evaluation

 Date e luoghi sono elencati qui sotto

Data Luogo Prezzo (+IVA dove applicabile)
3 Marzo 2019 Dubai, UAE £157
21 Marzo 2019 Sliema, Malta 176 Euro
22 Marzo 2019 Madrid, Spagna 176 Euro
30 Marzo 2019 Lisbona, Portogallo 176 Euro
13 Aprile 2019 TBA, Cipro 176 Euro
22 Aprile 2019 Hurghada, Egitto £157
28 Aprile 2019 Santa Margharita, Italia 176 Euro
29 Aprile 2019 Copenhagen, Danimarca 176 Euro
18 Maggio 2019 Amsterdam, Paesi Bassi 176 Euro
30 September 2019 Moscow, Russia £157

 Fai la registrazione completando questo modulo di registrazione e rimandalo a id.emea@padi.com. Fornisci cortesemente un numero di telefono dove poterti chiamare per raccogliere i dettagli del pagamento telefonicamente.

Non puoi farlo in queste date? Non ti preoccupare – sarà disponibile un aggiornamento online verso fine 2019!

** Non sei un IDC Staff Instructor? Contatta il Training Department per scoprire come diventarlo.

Pensa da Subacqueo Quando ti Immergi su un Relitto

I corsi PADI® Open Water Diver e Advanced Open Water Diver sono alla base dell’insegnamento della subacquea: sono quei corsi dove attraverso delle simulazioni subacquee viene insegnato a prendere le giuste decisioni. Insegnerai a subacquei di tutti i livelli, e puoi costruire da qui simulando delle situazioni subacquee inerenti al corso che stai insegnando, e a fare domande che li aiutino a pensare da subacquei nel valutare la situazione e fargli condividere le loro decisioni con te. Questo ti aiuta a valutare se ciò che è stato insegnato è stato capito e a vedere come mettono in pratica ciò che hanno imparato. È una maniera ottimale di allenare la capacità di prendere delle decisioni ponderate e personali. In questo modo, la simulazione incentiva lo studente a usare il buonsenso nel decidere se entrare in un relitto con il corso di Specialità PADI Wreck Diver.

Entrare in un Relitto

Quando un subacqueo vuole visitare l’interno di un relitto, il – processo decisionale – fondamentale parte con l’accertarsi che ci sia sempre un’uscita di sicurezza. Questo significa che bisogna essere in grado di trovare la via verso l’uscita, ed essere in grado di gestire qualsiasi situazione di emergenza che potrebbe incorrere nel frattempo in un ambiente chiuso. I metodi di entrata in un relitto includono due sistemi: passaggio o penetrazione.

  • Swim-throughs (passaggio) – In un passaggio, il subacqueo entra attraverso un’apertura ed esce attraverso un’altra. In un passaggio base, il subacqueo deve essere sempre in grado di vedere i due punti di entrata e di uscita verso le acque aperte sfruttando la luce naturale. Il percorso tra loro dev’essere libero da possibili ostacoli, grovigli o sedimenti. La combinazione della distanza dal punto di uscita fino ad arrivare in superficie non dovrebbe superare i 40 metri/130 piedi per gli Advanced Open Water Divers e i livelli superiori, e in altre circostanze la distanza dovrebbe eguagliare la profondità per la quale il subacqueo è stato brevettato.
  • Penetrazioni – In una penetrazione, il subacqueo entra per più di pochi metri/piedi nel relitto con l’intenzione di ritornare al punto d’entrata, sia perché non ci sono uscite o perché il subacqueo non è sicuro che ce ne sia una. Il subacqueo potrebbe andare oltre il punto di entrata che è ancora chiaramente visibile e deve seguire una cima per assicurarsi un ritorno sicuro verso l’uscita. Il percorso dev’essere illuminato e libero da ostacoli, grovigli o sedimenti. Così come per i passaggi, la distanza verso l’uscita e la la superficie non deve superare i 40 metri/130 piedi.

Usare il Buonsenso

Qualunque situazione necessita di una decisione ragionata e di buonsenso. Le risposte alle seguenti domande possono aiutare a prendere delle decisioni appropriate:

  • Sono le uscite abbastanza grandi da permettere al mio compagno e a me di nuotare da parte a parte?
  • Quanta luce c’è? È abbastanza da essere sempre in grado di vedere la luce dell’uscita?
  • C’è qualcosa abbastanza grande da poter essere considerato un ostacolo pericoloso?
  • Ci sono abbastanza sedimenti da poter potenzialmente oscurare la mia visione nella misura necessaria da non vedere la via d’uscita?
  • Per la distanza massima pianificata, è l’uscita più prossima abbastanza vicina da permettermi di lasciare il relitto e con tempo in abbondanza da poter gestire un’ emergenza?

Inoltre arrivare alla decisione dipende dall’esperienza, l’addestramento, l’abilità e l’attrezzatura del subacqueo. Due subacquei diversi che visitano lo stesso relitto possono prendere due decisioni totalmente diverse ma altrettanto appropriate. Ad esempio, i subacquei con poca esperienza su relitti che entrano in un ambiente sedimentoso, si troverebbero in un ambiente con poca visibilità creando un potenziale problema. Un subacqueo addestrato a pinneggiare in modo da non creare sospensione potrebbe non avere problemi in ambienti con sedimenti. Un subacqueo con un assetto perfetto e con abilità a regolare i propri movimenti in acqua può passare facilmente attorno a un ostacolo cosa che potrebbe risultare impegnativa per un subacqueo con meno abilità.

Avere buonsenso nel prendere decisioni permette i subacquei con più esperienza e più addestramento ad andare oltre alcune regole di penetrazione. Un subacqueo con un addestramento tecnico, come addestramento in grotta, dove è incluso un utilizzo efficace delle luci appropriate, sarà in grado di lavorare in aree dove non arriva la luce del sole.

Quando insegni il corso di Specialità PADI Wreck Diver , guida i tuoi subacquei a pensare da subacquei e a prendere le giuste decisioni riguardo la penetrazione dei relitti, in base alle specifiche condizioni del relitto, il loro addestramento e la loro esperienza. Applica simili esempi di attività decisionale in tutti i corsi in base al livello del subacqueo, l’ambiente e il tema del corso.

Fai riferimento alla Guida dell’Istruttore sul PADI Wreck Diver (Prodotto 70232) per informazioni su questo corso subacqueo di specialità.

Una versione di questo articolo è apparsa originariamente nel Terzo Trimestre dell’edizione del The Undersea Journal® del 2018.

Our Unshakeable Foundation

Amid everything the PADI® organization does in a rapidly changing world, we need to always build on the foundation for everything the PADI family does. It’s what John Cronin and Ralph Erickson laid down first when they established PADI in 1966, it’s our foundation today and it will carry us into the future. That foundation is, of course, education: diver training. What we teach and how we teach have, will and must continue to change. But, that we teach will never go away. It can’t, because it’s not what we do, but who we are.

Training is PADI’s foundation, but the heart of it is not the PADI System, eLearning, instructor cue cards and the like. These are powerful modern tools, but in 1966, several years before all of these existed, you could take PADI courses and earn PADI certifications because our training foundation was already there, entrusted where it is today – in the hands of you and your fellow PADI Instructors, Assistant Instructors and Divemasters. Without you, the PADI System – the best education system in diving by a long shot – can’t do what it does so well, much as a Steinway piano can’t sound like a Steinway without a master at its keys.

Even with all the innovations in instructional technology, such as the rise of artificial intelligence and dynamic online learning systems, human teachers still bear the weight of the best education. Innovations are important to keep PADI training relevant in today’s dynamic, personalized online world, but you still need great instructors to have great training. As American author William Arthur Ward explained it: “The mediocre teacher tells. The good teacher explains. The superior teacher demonstrates. The great teacher inspires.”

That describes the PADI family – more than 130,000 people who inspire others to learn, to dive and to care. Together we motivate divers to rise to new challenges, to have underwater adventures, to heal and help others with scuba, and to protect our fragile world. PADI Course Directors shape the future by passing our collective -wisdom to a rising generation of dive leaders, who will in turn inspire divers to do things we have not even imagined yet. Everything the global PADI organization does today has its roots in training, and that training has its roots in you, me and the rest of the PADI family.

Aristotle said, around 2,300 years ago, “Educating the mind without educating the heart is no education at all,” and that hasn’t changed – the PADI family doesn’t “teach diving”; we educate the heart and transform lives. That’s what makes PADI’s training foundation solid.

Good luck, good teaching and good diving,

Drew Richardson Ed.D.
PADI President and CEO

This article originally appeared in the 4th Quarter edition of The Undersea Journal.